Lingua   

Black and White America

Lenny Kravitz
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Spiritual per Martin Luther King
(Rino Gaetano)
Who Really Are the Monsters?
(Lenny Kravitz)
Daybreak in Alabama
(Langston Hughes)


‎[2011]‎
Album “Black and White America”‎

lenny-kravitz-album

Peccato solo per la sviolinata al presidente Obama il quale – ricordo a quanti lo avessero ‎dimenticato – è un (Ig)Nobel per la Pace permanentemente in guerra e che soltanto ieri ha ancora ‎una volta, come tutti i suoi predecessori, messo una pietra tombale sul riconoscimento ‎internazionale di una patria per i palestinesi.‎

Forse Kravitz si è lasciato andare alla leccata di culo perché anche lui e figlio di una coppia mista ‎ma - anche se, a parer mio, non ci sono afro-americani migliori di coloro che sono nati in America ‎da relazioni fra bianchi e neri - vorrei ricordargli il pensiero di un altro musicista afro-americano, ‎purtroppo recentemente scomparso, Gil Scott-Heron (uno che mi è sempre parso ben più ‎onesto di Kravitz e molto meno impelagato di lui nello show bussiness) che in una recente intervista ‎a Silvia Boschero di Moby Dick Radio2 a proposito di Obama ha dichiarato: ‎‎

“Afroamericano? Sei sicura? Suo padre era nero ma sua madre era bianca, quindi come lo ‎dobbiamo chiamare? Non lo so neppure io e devo dirti che non mi interessa. So solo che è un uomo ‎che è stato lasciato in una brutta situazione, nessuno poteva fare peggio di George Bush. Speriamo ‎che non venga abbandonato, che riesca a fare qualcosa dopo il buon passo della sanità. E’ sempre ‎così quando bisogna risalire la china. […] C’è ancora tantissimo da fare e non basta gridare al ‎miracolo il primo giorno di primavera, non basta che sia eletto Obama”.
Martin Luther King, he had a vision - and that’s a fact
He died so we could see that was his mission - so don’t look back
There is no division, don’t you understand?‎

The future looks as though it has come around
And maybe we have finally found our common ground
We’re the children of our father,
if you’re looking back Obama
We’re black and white America

In 1963 my father married - a black woman
And when they walked the streets
they were in danger - look what you’ve done
But they just kept on walking forward hand in hand

The future looks as though it has come around
And maybe we have finally found our common ground
We’re the children of our father,
if you’re looking back Obama
We’re black and white America

The future looks as though it has come around
And maybe we have finally found our common ground
We’re the children of our father,
if you’re looking back Obama
We’re black and white America

We’ve waited so long
We’ve waited so long
Black and white America

There is no division, don’t you understand?‎

The future looks as though it has come around
And maybe we have finally found our common ground
We’re the children of our father,
if you’re looking back Obama
We’re black and white America

The future looks as though it has come around
And maybe we have finally found our common ground
We’re the children of our father,
if you’re looking back Obama
We’re black and white America

The future looks as though it has come around
And maybe we have finally found our common ground
We’re the children of our father,
if you’re looking back Obama
We’re black and white America

Black and white America
Gonna keep a-moving forward

inviata da Bartleby - 22/9/2011 - 08:33


Errata corrige nella traduzione dell'intervista a Gil Scott-Heron citata nell'introduzione...

Il padre di Kravitz era bianco (Seymour "Sy" Kravitz, importante produttore televisivo e musicale) e la madre nera (Roxie Roker, attrice piuttosto nota perchè prese parte alla serie tv "The Jeffersons" dove interpretava Helen Willis che - non sarà un caso - era sposata ad un bianco).

Bartleby - 22/9/2011 - 10:50



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org