Lingua   

Mamy

Assalti Frontali
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Storie liberate
(Piero Marras)
In libertà ti lascio
(anonimo)
Lampedusa lo sa
(Assalti Frontali)


[2011]

Album:Profondo Rosso

assaltifrontali profondorosso
Pezzo ispirato alla storia di Mabruka Mimuni, suicida nel maggio del 2009 dentro il Cie di Ponte Galeria

Vieni con me stasera è primavera usciamo da qua dentro
conosco un posticino dopo la piazzetta al centro
proprio davanti al porto ti ci porto
c'è un mio amico oste
i pescherecci gli portano ogni giorno le aragoste
è buio nero il mare in fondo una lampara
noi su 'ste stradette un po' sbilenghe neanche una zanzara
scendiamo contro vento, il vento è un festival
viene dal sud dal Ciad Nigeria Mali e Senegal
ci sono stato anche io lontano tanti anni fa
mi sembra di sentirlo ancora odore di mango e guaranà
tagliavo il cocco con il macete quando avevo sete
sentivo la vita come adesso in questo marciapiede
sarà 'sta musica culla come una ninnananna
forse non ci credi guarda qua c'è anche una bella camera
che mi piace sai correggo ho preso le mie cotte
e il mare caldo poi faremo il bagno, il bagno a mezzanotte

questa terra è la terra ingrata,
oh Mamy rimani
indietro non si torna non si torna indietro, oh Mamy
questa terra è la terra ingrata
oh mamy rimani oh Mamy

Mamy, noi siamo qui con i nostri sguardi in un mondo di bugiardi
con il sound system degli assalti
questa terra è la terra ingrata
oh Mamy

bastava solo avvicinarsi un po' e ancora un po'
sono le stesse cose che cerchiamo adesso io lo so
Vieni con me stasera è primavera
via da sta galera da Ponte Galeria
solo amore a mamy from Nigeria
non sono in regola le carte
ma cosa importa le carte sono solo carte
la tua vita è arte
e questa musica tribale mi fa ricordare
ogni tuo segnale ogni tuo segno particolare

questa terra è la terra ingrata
oh Mamy rimani
indietro non si torna non si torna indietro
oh Mamy
questa terra è la terra ingrata
oh Mamy rimani, oh Mamy
mi hanno vista i tuoi occhi senza battere ciglio
i tuoi occhi sono il mio nascondiglio, oh Mamy

e ora cerco un appiglio un volto in questo porto
mezzo morto ma non ci sei più
con la tua magia nel corpo
e quel ragnetto sulla spalla l' emozione a galla
c'è un foglietto che galleggia in quella brutta luce gialla
ed io l'ho letto
diceva addio a questa miseria
la vita non è vita c'è di Ponte Galeria
diceva grazie a chi mi ha voluto bene
la mia valigia solo un po' di amore la teneva insieme

inviata da adriana - 6/8/2011 - 17:35



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org