Lingua   

Rriggiu

Mattanza
Lingua: Siciliano (Calabrese centro-meridionale)

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

U spagnu di Borboni
(Mattanza)
Reggio la rabbia esplode
(Janna Carioli)
Amicu di la storia mia
(Collettivo Peppino Impastato)


[2007]
Dall'album "In viaggio"




"L'amaranto è certamente il colore che ha dato maggiori soddisfazioni (e non solo sportive ma anche economiche e sociali) ad una città da sempre tiranneggiata ed oppressa. Questo brano vuole essere una esortazione al risveglio." (Mattanza)




Canzone d'amore e di invito alla resistenza dedicata a Reggio Calabria e alla sua squadra, la Reggina, che ultimamante ha rischiato pure di arrivare in serie A, dovendo però arrendersi al Novara (se ho capito bene è andata così, ma di calcio non capisco una cippa...)
E nel testo l'eco della storia travagliata di quella città e di quella regione, compresi i fatti del 1970/71 sui quali sono presenti molte canzoni sulle CCG/AWS, come Reggio la rabbia esplode, Bella Calabria, Chi non vuol chinar la testa, I treni per Reggio Calabria e Ogni anno a fine d'agosto.
Cu’ nasci anura e cu’ ca cammiceddha
Rriggiu non t’ha spridiri ch’eri beddha,
si pecura ti fai lupu ti mangia
o prestu o tardu chistu ventu cangia

Si pecura ti fai lupu ti mangia
o prestu o tardu chistu ventu cangia
ma l’ha cangiari ora ‘u to’ destinu
l’acqua passata ‘on macina mulinu

Rriggiu ‘na città fatata
cu’ tri pulici nta panza
unu balla e l’autru sata
‘u terzu fa testimonianza.

Rriggiu nira, Rriggiu ianca:
lu mangiari chi ti mmanca!
Rriggiu ianca, Rriggiu nira:
non si lava e non si stira!
Rriggiu nira, Rriggiu rrussa:
e ristamu cu’ tri trussa!
Rriggiu tinta d’amarantu
non si pigghia mai di schiantu!

inviata da Bartleby - 19/7/2011 - 22:00



Lingua: Italiano

Traduzione italiana dal sito dei Mattanza, http://www.mattanza.org
REGGIO

Chi nasce nudo, chi con la camicia
Reggio non ti scordar ch'eri felice
Se pecora ti fai, il lupo ti mangia
Ma presto o tardi il vento cambia

Se pecora ti fai, lupo ti mangia
Ma presto o tardi il vento cambia
Tu però cambia adesso il tuo destino
L'acqua passata non muove il mulino

Reggio città fatata
Con tre pulci sull'addome
Una balla, l’altra salta
La terza a far da testimone

Reggio nera, Reggio bianca
Solo il cibo è che ti manca
Reggio bianca, Reggio nera
Il cibo ti manca, ed il lavoro
Reggio nera, Reggio Rossa
Con un piede nella fossa
Reggio tinta d'amaranto
Non conosce paura o spavento

inviata da Bartleby - 19/7/2011 - 22:01



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org