Lingua   

L'attendente

Franco Trincale
Lingua: Italiano



O cara mamma ti faccio sapere
che il capitano mi fa sistemare
un corso speciale mi fa frequentare
che, quando in congedo, servirmi potrà

Mi sto imparando a cucinare,
soffitti e mobili a spolverare
un bravo attendente son diventato
e il capitano mi ha già collocato.

Perciò, mamma, ti faccio sapere
che l'indirizzo è cambiato:
Ora in casa del mio capitano,
servo la patria con la scopa in mano.

Laralailà laraillalà Larallallairalarallallà.

E col fare il bravo soldato
la fiducia mi son guadagnato
della moglie del mio capitano
che mi affida il quadrupede nano...
E io servo la patria così («wow-ha-wow»)
portando il cane a far la pipì !

Accompagno a scuola il bambino
e poi passo dal mercatino
a comprare carne e caviale
per nutrire la patria-ufficiale..
A me che son semplice soldato mi spetta
un bel rancio di brodo in gavetta.

Laralailah laraillaloh Larallallairalararairo.

Dopo quindici mesi di naja
il congedo ti dà il capitano
ti saluta e ti stringe la mano
e ti dice commosso così:
« Bene, bravo! È un onore fare il soldato!
Bene hai fatto il tuo dovere! Vedi, ragazuolo,
hai servito la patria e hai imparato un mestiere!»

Finalmente, mamma, sto a casa
e non pianger se son... denutrito,
dieci chili alla patria ho donato
ma se muoio sarò decorato!


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org