Lingua   

Le Pays Basque

Gilles Servat
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Ki du
(Gilles Servat)
Chanson de François Quenechou
(Gilles Servat)
La neige rouge
(René Guy Cadou)


[1974]
Testo e musica: Gilles Servat
Parole e musica: Gilles Servat
Lyrics and music: Gilles Servat
Album: L'Hirondelle

hirondelle


Tra i popoli colonizzati esiste, o dovrebbe esistere, una forte solidarietà reciproca; e quella tra bretoni, baschi e corsi, che "condividono" lo stato francese ed il suo spietato centralismo politico e culturale, non è mai venuta a mancare. Difficile trovare un autore od un gruppo militante dei tre paesi che non abbia dedicato almeno una canzone agli altri popoli oppressi; e Gilles Servat non fa naturalmente eccezione. Facendo opportunamente notare che, se la Bretagna ha "un solo straniero" a sud, Euskalherria ne ha uno a nord (lo stato francese) e uno a sud (lo stato spagnolo). [RV]
Beaucoup d'ici on connut la prison
Beaucoup de là bas y sont morts
Nous n'avons qu'un seul étranger dans nos maisons
Et vous en avez un au sud et un au nord
La bannière bleue rouge et blanche
De celui d'en haut nous l'avons aussi
Son ombre s'étend sur nos pays
Mais sa guerre n'est pas franche

Celui d'en bas a jeté bas son masque
Et sa main sert plus fort vos brides
La garde des gens de Madrid
Torturez l'homme qui chante basque
Que soit exemple ici l'Euskadi qui veut vivre
Que la mer écoute la montagne
La souffrance et les balles pour être libre
Et cet amour de toi Bretagne.

inviata da Riccardo Venturi - 3/6/2011 - 08:44



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
3 giugno 2011
I PAESI BASCHI

Molti di qui hanno conosciuto la prigione,
Molti di là vi sono morti.
Noi abbiamo solo uno straniero in casa,
Voi ne avete uno a sud e uno a nord
La bandiera blu, rossa e bianca
Di quello sopra l'abbiamo anche noi,
La sua ombra si estende sul nostro paese
Ma la sua guerra non è leale

Quello sotto ha gettato la maschera
E la sua mano stringe su di voi ancor più forti le redini
La galera di quelli di Madrid,
Torturate chi canta in basco.
Che qui sia d'esempio l'Euskadi che vuole vivere,
Che il mare ascolti le montagne,
La sofferenza e le armi per essere liberi,
E questo amore per te, Bretagna.

3/6/2011 - 09:02



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org