Lingua   

Il puttaniere di notte

Riccardo Scocciante
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Senza terra
(Enrico Ruggeri)
Compagno col kashmiv
(Riccardo Scocciante)
Venerdì schianto
(Riccardo Scocciante)


[2010]
Sull'aria de Il portiere di notte di Enrico Ruggeri

Torna il nostro Riccardo Scocciante, ma stavolta in una veste decisamente inedita e con un brano altamente drammatico. Ma lasciamogli, come sempre, la parola:

sabond


"È cosa umana avere compassione di chi soffre. Sì, lo so che l'ho rubata a quell'altro gran puttaniere scrittore del Boccaccio, ma non saprei trovare incipit migliore per questa toccante vicenda umana. Sicuramente avrete tutti seguito le recenti storie del nostro premier Silvio B, della sua passiunciella per signorine in età ancora vagamente puberale o adolescenziale e per le sue frequentazioni di nipotine di presunti colleghi egiziani; fin qui la cronaca. Ma dietro, vi siete domandati mai che cosa accade? Tra i suoi silenziosi e fidi subalterni, ad esempio, tra i quali s'impicca spicca per dedizione poetica il ministro per la distruzione della cultura, Sandro Bondi. Avreste mai pensato che si fosse sì follemente innamorato della medesima signorina, ovviamente e crudelmente respinto? Ebbene, così è. Nonostante l'insulsaggine, il servilismo e la prosopopea di cui fa quotidiana mostra sappia la curtùra (come si dice a Gambassi Terme Oxford), Sandro Bondi è un paramecio essere umano, e come tale soggetto a riproduzione per micronuclei sentimenti, e la sua condizione di servo ministro del Regno non lo ha salvato da questa tristissima esperienza, nonostante la sua ardente vena poetica. Gliela ho fatta raccontare adattando opportunamente la sua vicenda a una nota e bella canzone di Enrico Ruggeri, Il portiere di notte (che qui sotto potete ascoltare nell'originale). Oltretutto, e notoriamente, Ruggeri è anche un simpatizzante della stessa formazione politica del ministro Bondi. Buon ascolto e buona commozione!"



Vanno al Gi Otto e non tornano più;
e lui si porta dietro anche Gheddafi.
E non lasciano niente,
io mi sento un pezzente
e nelle stanze trovo solo luci spente.

Sapeste che pena, non m'invitano a cena,
eppur lo seguo sempre come un cane
con la sua catena.

E lei che viene sempre a notte fonda,
ha sedici anni, è Mora* oppure bionda.
Ma lei non cambia mai di Cavaliere
non mi caca nemmeno se le offro da bere.

Ma la porterò via
e lei mi seguirà,
per lei sarò ministro
persino a Shangrilà.
La porterò lontano
e con la Santanchè
andremo al Terzo Polo
a farci anche un caffè.
E quando ci sorprenderà Santoro
forse sarò ministro del Tesoro.

Sapeste che male quando la vedo entrare,
non la posso guardare senza immaginare.

Ma è lei che non immagina per niente,
mi dice: “Sandro, sembri un po' deficiente”.
E allora chino il capo e mi allontano,
e rimugino: “No...non voto il lodo Alfano”.

Ma la porterò via,
sì, io la rapirò!
Di questo parleranno
persino a Ballarò.
La porterò lontano
assieme a Mubaràk,
non se è sua nipote,
non me ne frega un càc'

E quando mi minaccerà l'embargo
io e Ruby avremo preso il largo,
per lei son pronto a fare il donchisciotte,
io, Sandro Bondi, ministro nella notte.

*Nel senso di "scura di capelli", anche se forse potrebbe
essere colto un lievissimo riferimento a un noto "agente
delle dive" interessato alla questione. (nda)

16/11/2010 - 23:54


Bravo Scocciante, l'hai colto bene. E infatti ha proprio l'aria del Ministro sbavoso.
Si prosterna nell'ammirazione, ma la sua è invidia. E troppa ammirazione e troppa invidia producono il malocchio. Se fossi Berlusconi me lo toglierei di torno. E anche se fossi uno scavo di Pompei.

Gian Piero Testa - 17/11/2010 - 10:06


SILVIO CAVALCANTE ESILIATO DALLA CARFAGNANA

Poi ch'io spero di tornar dai guai,

ballatetta, in Cuccagna,

va' tu, leggera e piana,

dritta alla Carfagna.

Dille che non si smunga,

ché, appena ci vedremo,

faremo bunga bunga.

Gian Piero Testa - 23/11/2010 - 23:24


Barabba - Fabrizio Moro

Non si può
andare in giro in volo e mai con il metrò
avere un bel conto in banca per rilassarsi un pò
comprare 10 case sparse in tutto il mondo no.. non si può
non si può mandare a quel paese chi non è cortese
e andare a cena fuori.. più di una volta al mese
e non badare a spese non si può
a meno che tu non sia..
il presidente del consiglio o sua figlia o suo figlio,
il ministro degli interni o sua moglie e tutti i suoi fratelli,
l'allenatore della nazionale o meglio ancora il cardinale

BARABBA (X6)

non si può
avere le foto scandalistiche sui giornali
le tette di tua moglie al vento proprio non si può
portarsi a letto le ventenni quando hai settant'anni, e fare i danni
non si può fare colazione in camera ogni mattina
e per curarsi bene avere una sola medicina
di marca colombiana non si può..
a meno che tu non sia
il presidente del consiglio o sua figlia o suo figlio,
il ministro degli interni o sua moglie e tutti i suoi fratelli,
l'allenatore della nazionale o meglio ancora il cardinale

BARABBA (X6)

no..

LALALA

il presidente del consiglio.. o sua figlia o suo figlio..
il ministro degli interni o sua moglie e tutti i suoi fratelli,
l'allenatore della nazionale o meglio ancora il cardinale

il presidente del consiglio.. o sua figlia o suo figlio..
il ministro degli interni o sua moglie e tutti i suoi fratelli,
(W LA DEMOCRAZIA, W LA LIBERTA)
l'allenatore della nazionale o meglio ancora il cardinale
(LAVOREREMO PER VOI!!! SOLO PER VOI!!!)

BARABBA (X6)
(ANCORA PER VOI!! SOLTANDO PER VOI!! W LA DEMOCRAZIA!! W LA LIBERTA!! LAVOREREMO PER VOI!!)

DonQuijote82 - 26/11/2010 - 11:07



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org