Lingua   

Turi nun parrò

Carlo Muratori
Lingua: Siciliano



Turi nun parrò, si fici ancora ‘i fatti so’.
Turi è chiù contenti, si talia e nun dici nenti.

Quannu visti veniri ‘i matina di lu mari,
navi chi purtavanu gintazzi furasteri,
quannu ‘i visti fari e strafari ccu putiri,
quannu s` addunò ch` eranu i sò duminaturi.
Turi nun parrò si fici ancora ‘i fatti so’
Turi è chiu cuntenti si talia e nun dici nenti.

Quannu si stuffò di chianciri `nto cavalieri,
ppi putiri aviri `n postu unni travagghiari,
quannu `ntisi ‘i figghi `n pezzi ‘i paniaddumanari,
quannu supra a ‘na navi iddu
fu prontu pp`emigrari.
Turi nun parrò si fici ancora ‘i fatti sò
Turi è chiu cuntenti si talia e nun dici nenti.

Quannu ancora oggi ccu cuvernu e ccu li liggi,
si vidi arrubbari la so’ aria e lu so’ mari;
quannu comu a li funci spuntaru centu cimineri,
e ccu tuttu chissu iddu nun potti travagghiari.
Turi nun parrò si fici ancora ‘i fatti so’
Turi è chiu cuntenti si talia e nun dici nenti.

Turi nun parrò si fici ancora ‘i fatti so’
Turi nun parrò e si fa ancora i cazzi so’.
Turi nun parrò si fici ancora i fatti so’
Turi nun parrò e si fa sempri i cazzi so’.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org