Lingua   

Terra bruciata in Germania

Fausto Amodei
Lingua: Italiano



Fuoco, all'armi che c'è il fuoco!
Una cintura atomica si avrà,
scendete in piazza e gridate al fuoco
tutta la nostra terra brucerà.
Prete, suona le campane
sarà soltanto cenere di noi!
C'è un generale, gran figlio di cane,
che vuol riaprire i forni crematoi.
Tu che coltivi i prati e tagli il grano
bada che grano ed erba brucerà
se si realizza 1'infernale piano,
se la tua mano non lo fermerà.
Voi che abitate dentro ad un quartiere,
voi che abitate dentro a una città,
quando ogni casa diverrà un braciere
nessuno più la riconoscerà.
Operaio che sudi il tuo stipendio
dentro la tua officina pensa che
domani si trasformerà in incendio
il fumo che oggi vola su di te.
Fuoco, all'armi che c'è il fuoco!
Una cintura atomica si avrà,
scendete in piazza e gridate al fuoco
tutta la nostra terra brucerà.
Sei diventato sordo Occidente, la tua vista s'è offuscata,
sulla tua anima è calata la tunica pesante della società dei consumi.
Rovine fumanti sulla tua civiltà, le tue parole zanzare
sull'acquitrino della tua produzione industriale,
foriere di epidemie, menzogne, ipocrisia.
Milioni di morti in Indocina.
Nuovi campi di concentramento in Europa.
Deportazioni all'ombra dell'Acropoli.
Ma tu non senti, non vedi niente.
A bordo di una fuoriserie modello 1973
corri a duecento all'ora incontro alla tua morte.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org