Lingua   

Zone di confine

Susanna Parigi
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Venivamo tutte dal mare
(Susanna Parigi)
Prendimi le mani
(La Colpa)
LIBeRI
(Susanna Parigi)


Una ragazza croata, durante la guerra civile che insanguinava Sarajevo, a sedici anni si prostituiva per pagarsi gli studi. Le ho dedicato uno dei pezzi più delicati che io abbia mai scritto.(Susanna Parigi)



Scomposta

http://www.susannaparigi.it/images/alb...
Trecce carbone e i tuoi occhi
così timidi, così timidi.
Spari e silenzi sempre tu
sempre di notte così.

Iah
bella di Dio, prega per noi
peccatori qui, ora
e sempre mentre dici sì.

Zone di guerra, zone di confine,
cammini ai bordi, di giorni a perdere.
In quale immenso fango vive,
vive il tuo corpo
per quanti libri
si arrenderà.

Iah
bella di Dio, prega per noi
peccatori qui, ora
e sempre mentre dici sì.

Cambiano i confini,
cambiano i mercanti al tempio,
cambia il nome di Dio,
cambia chi tocca il fondo,
cambiano le stelle sopra divise
mentre dici sì;

Dicono che non è peccato
se vendi amore senza piacere;
Dicono sia facile vita ma sono macerie,
intime frane per te.

Iah
bella di Dio, prega per noi
peccatori qui, ora
e sempre mentre dici sì.

Cambiano i confini,
cambiano i mercanti al tempio,
cambia il nome di Dio,
cambia chi tocca il fondo,
cambiano le stelle sopra divise
mentre dici sì;

Nina
Lijepa od Boga
moli za nas
grijesnike sada i
uvijek kad izutis da.

Nina
bella di Dio, prega per noi
peccatori qui, ora
e sempre mentre dici sì.

inviata da adriana - 1/6/2005 - 16:49



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org