Lingua   

Chjaruscuru

Canta u Populu Corsu
Lingua: Corso


Ti può interessare anche...

Di u populu
(Canta u Populu Corsu)
Ti vurria dì
(Canta u Populu Corsu)
A paghjella di l'impiccati
(A Filetta)


Testo e musica di Natale Luciani
Dall'album "Rinvivisce" (2003)
rinvivisce

Una canzone che mette sotto accusa gli atti dei vari movimenti indipendentisti corsi, che pur partendo da una causa giusta, si sono negli anni abbandonati a violenze terroristiche ingiustificate e ingiustificabili. Una storia, appunto, di chiaroscuro.
D'una lotta naziunale
N'aveti fattu un spavechju
Ch'ellu si sbrumi lu spechju
Di la vostra infideltà

Di tante parolle linde
N'eti spizzatu l’essenza
Essendu più ch'omu pensa
Un arte di falsità

Quandu u camisgiu di seta
Piatta una maschera umbrosa
Vergogna à chi stà à l’ascosa
Intimuritu à trimulà

Tinti à quelli chi sò cascati
Per l'unu o l’altru di voi
Ùn saranu mai eroi
Chi disguastu è chì pietà

Torna una cria
Cercu una via
Raghju di sole chì caccerà
In tempu duru
Lu chjaruscuru
È tante piaghe da risanà

Cercu sfidatu
D'un altru latu
L'anticu solcu da suminà

D'impustura in tradimentu
S’annunziava lu sfrageIlu
Chi stilittava u « fratellu »
L'amicu di longu andà

Seti stati più chè vili
Di superbia o rapina
A calcicà in pulvina
Forze, sperenze, credeltà

Avariate pretenzione
D'essa torna u portavoce
D'un populu messu in croce
Da voi, lesti à inchjudà

Corci i puri chi sò cascati
Per l'unu o l’altru di voi
Ùn saranu mai eroi
Chi disguastu è chi pietà

D'una lotta naziunale
Schizzanu, le chiare vite
Purtate in mane pulite
D'altri cori à sbramà

Chi lu mio essere invita
Da sprufundà ogni lita
« Core in fronte, strada diritta »
Per lu sempre à suvità

Quandu chi lu chjaruscuru
Ci vulterà alba chjara
Brusgendu d'un altra fiara
Senza voi, dumane, chì sà.

inviata da Riccardo Venturi - 5/5/2005 - 08:42



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org