Lingua   

Karwan u sinûr

Muhammad Abbas-Bahram
Lingua: Curdo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Goulo
(Lilit Pipoyan)
Dil dixwaze here cengê
(Şehid Delîla û Koma Amara)
 ئه‌ی رەقیب
(Dildar)


Testo, musica e interpretazione di Muhammad Abbas-Bahram
Karwan ekem u regam dûre
Karwan ekem u regam dûre
Zor etirsim le sinûre

Dostan dellên nekey birroy
Bellam çibkem dill mecibûre

Dilldaranî ser ew xake
Ew xake ciwane rûnake
Çawerrwanin gûllyan bemê
Çiwnike dillyan xor xeminake

Dellên Nergis rengî gorra
Boni gorra, hesitî gorra
Boye kesas u melûle
Le binbrra cêgi gorra

Of Kurdistan, daxekem Kurdistan
Wey lê lê Kurdistan
Giyanekem jînim, of Kurdistan.

inviata da Riccardo Venturi - 9/4/2005 - 17:47




Lingua: Inglese

Versione inglese di Rebwah Fatar
da:

http://www.kurdmedia.com/ac/ac.asp?id=148
THE CARAVAN AND THE BORDER

I am travelling and the road is red
I am travelling and the road is red

I am anxious about the border

Friends ask me not to leave
But I am forced by the needs of my heart

The lovers of this land
The land of light and beauty
Expect me give them flowers
As they are deeply sad

They say Nergis has changed colour [1]
Her fragrance and feelings transformed;
That is why she is sad and dejected
Displaced and uprooted

This has befallen in my Kurdistan
[1] "Nergis" is the name of a flower (narcissus) and also a Kurdish woman’’s name. Symbolically, it is the sign of spring and freedom. In the original Kurdish, the personal pronoun does not indicate whether it is a flower or a woman. I thought that "She" is more appropriate here.

inviata da Riccardo Venturi - 9/4/2005 - 17:48




Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
(Dalla versione inglese)
9 aprile 2005
LA CAROVANA E IL CONFINE

Sto viaggiando e la strada è rossa
Sto viaggiando e la strada è rossa

Sono ansioso del confine

Gli amici mi dicono di non partire
ma ci sono costretto dai bisogni del mio cuore

Chi ama questa terra
terra di luce e bellezza
si attendono che dia loro dei fuori
poiché sono profondamente tristi

Dicono che Nergis [1] ha cambiato colore
il suo profumo e i suoi sentimenti sono cambiati;
è per questo che è triste e delusa,
spaesata, sradicata

Questo è accaduto nel mio Kurdistan.
NOTE / NOTA


[1] "Nergis" è il nome di un fiore, il narciso, ma anche un nome curdo di donna. Simbolicamente, è simbolo della primavera e della libertà. Nel testo originale curdo il pronome personale non indica se si tratta del fiore o di una donna, ma nella traduzione il pronome al femminile è più appropriato.

(Nota originale del sito)

9/4/2005 - 17:52



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org