Lingua   

Il testamento di Ulisse

Gianni Nebbiosi
Lingua: Italiano



La sera vicino alla tenda sicura
gli eroi si toglievano freddo e paura
le donne ed il vino e pensare al ritorno
scordavano presto i morti del giorno
poi quando nel sonno moriva la noia
tu ancora guardavi le mura di Troia.
E tu non pensavi a duelli futuri
a lance più forti a scudi più duri
capisti che a farvi tremenda la sorte
era quell'amore a un gioco di morte
smettesti di credere in Marte o Giunone
usando a preghiera la sola ragione...
e ti volò in testa un cavallo lucente
che avrebbe portato laggiù la tua gente
e ti volò in testa un cavallo infernale
che avrebbe portato allo scontro finale.

Ad Itaca un giorno calava la notte
e Ulisse sentì che arrivava la morte
e volle suo figlio in quel brutto momento
e volle suo figlio per far testamento
sentiva nel cuore i passi del boia
e ancora pensava alle mura di Troia
- Voi che combattete una guerra da anni
e amate la polvere il sangue e le armi
che il vostro nemico non rida contento
vedendovi fare duelli col vento
smettete di credere in Marte o Giunone
usando a preghiera la sola ragione.
Vi volerà in testa una strana creatura
che porta diritti aldilà delle mura
vi volerà in testa un cavallo infernale
che porta diritti allo scontro finale.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org