Lingua   

Masters Of War

Bob Dylan
Pagina della canzone con tutte le versioni


ITALIANO / ITALIAN [6] - Marco Tutino
L'UOMO CHE SA

La mia vita ce l'ha chi ha il potere per se
chi le armi prepara e chi educa me
chi mi insegna a lottare per la mia libertà
e alla gente si spaccia per l'uomo che sa.

tu sei giovane ha detto e se crescere vuoi
abbandona i tuoi giochi e vieni con noi
sulla nuova frontiera c'è un nemico mortal
che i tuoi sacri valori potrebbe annientar.

Mi da in mano un fucile ma non viene con me
io mi trovo tra i morti e mi chiedo perchè
son giovani i morti che la guerra stroncò
son nel fango sepolti e tacere non so

son sepolti nel sangue ed all'uomo che sa
io domando a che serve tanta gente ammazzar
lui risponde paterno: ubbidisci non sai
tu sei giovane uccidi così capirai

mentre urlan le bombe io più forte urlerò
non so niente di niente ma una cosa la so
son sicuro che Cristo perdonar non potrà
i tuoi sporchi profitti sull'umanità.

e una cosa ti dico; col denaro che hai
il perdono da Dio comperar non potrai
non potrai ripagare tutto il sangue che tu
ci hai costretti a versare nel sangue quaggiù

quando tu sarai morto a guardarti verrò
seguirò la tua bara e ti maledirò
resterò ad aspettare finchè sceso sarà
un gran mucchio di terra sull'uomo che sa.
PADRONI DEL MONDO

Voi padroni del mondo, voi che fate i fucili,
voi che fate gli aerei e le bombe mortali
voi che vi nascondete dietro cattedre e muri
lo sapete che oggi non siete sicuri

Voi che non fate nulla che non sia distruzione
voi giocate col mondo, come gioca un bambino
voi mi date un fucile però io non vi vedo
quando qui ci si ammazza voi siete lontano

Come il giuda di un tempo voi mentite e imbrogliate
voi volete che creda alla vostra vittoria
io vi leggo negli occhi e nel vostro cervello
voi ci avete scambiato per carne al macello.

Voi mostrate il grilletto, però voi non sparate
voi sedete a guardare tante vite sprecate
voi avete un castello dove vi nascondete
quando il sangue che scorre nel fango lasciate.

Voi avete diffuso la peggiore paura
la paura di mettere al mondo bambini
minacciando un bimbo che poi forse verrà
tanto odio nel cuore io spero che avrà

Quanto posso sapere, io che parlo così
voi direte sei giovane, voi direte non sa
c'è soltanto una cosa che di certo io so
c'è qualcuno che adesso scordarvi non può

Ma lasciate che chieda: sarà forse il denaro
con cui voi comprerete il nostro perdono
quando sarete morti piangerete perché
per quel che avete fatto un prezzo non c'è

Io so che morirete, so che presto sarà
seguirò il funerale più felice che mai
me ne andrò solamente se sicuro sarò
che oramai siete morti e sepolti laggiù


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org