Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2022-3-5

Rimuovi tutti i filtri

Canzone di Adriana

Oggi pomeriggio, 5 marzo 2022, le ceneri di Adriana sono state gettate, come desiderava, nel Lago Maggiore. In una giornata di sole, di vento e di freddo in un vecchio borgo di pescatori chiamato La Rotta, nel comune di Dormelletto in provincia di Novara. C'eravamo, i parenti, gli amici, qualche anarchico. Con quel che restava del viaggio terreno di Adriana in un'urna, un mazzo di mimosa, delle pietruzze colorate e una cassa di Erbaluce, il suo vino preferito. Il suo compagno d'una vita, Walter, un'amica e una giovanissima nipote di Adriana si sono staccati da un pontile su una barchetta a remi e sono andati un po' al largo; sembra, fra l'altro, che l'urna proprio non si volesse aprire. Alla fine, però, Adriana se n'è andata in fondo al lago mentre stavamo lì a guardare sulla riva, in silenzio, chi piangendo, chi guardando semplicemente, chi facendo e pensando chissà cosa. Miope come sono,... (continua)
Riccardo Venturi 5/3/2022 - 20:53
Downloadable!

Ideal und Wirklichkeit

IDEALE E REALTÀ
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 5/3/2022 - 20:13
Video!

Eppure credo

Ecco la versione definitiva:

eppure

"eppure" è il brano che chiude l'omonimo cd della rock band veneziana Fonetica. La versione qui proposta è un remix reso disponibile online a dicembre 2015. I...


"eppure" è suonata da:

Bebo "Best" Baldan - Percussioni
Fabio Bello - Chitarra acustica, armonica, cori
Massimiliano Cadamuro - Canto, basso fretless
Giorgio Cordini - Bouzouki
Douglas D'Este - Batteria
Riccardo Gallucci - Tastiere, cori
Claudio Martinolli - Chitarra elettrica
Giuliano Perin - Pianoforte
Riccardo Scivales - Sintetizzatore

Testo di Luisa Moleri
Musica di Fabio Bello
Arrangiamento: Fonetica
Fabio Bello 5/3/2022 - 18:17
Downloadable! Video!

Gegen den Krieg

versione dei Fonetica dall'album "Eppure"


La nuova guerra non è così nuova. Sappiamo bene che cos'è una guerra. Nel passato guardi ed impari per un presente vano di memoria
LA NUOVA GUERRA
(continua)
inviata da Fabio Bello + Dq82 5/3/2022 - 18:13
Downloadable! Video!

Le Déserteur

CATALANO / CATALAN [6] - Kim Herrero

Translation of "Le déserteur" to Catalan / Traducció de "Le déserteur" al Català

Language of Catalonia.
EL DESERTOR
(continua)
inviata da Kim Herrero 5/3/2022 - 16:51
Downloadable! Video!

Make Love Not War

2013
The playbook
One love one heart don't let hate tear us apart
(continua)
inviata da Dq82 5/3/2022 - 13:29
Downloadable! Video!

Make Love

2020
Make Love

Sonia Erika - Vocals
El Tres Da Nova - Background Vocals, Electric Guitar
Ulises Tello - Bass Guitar
Tonatiuh Mejia - Keyboard, Background Vocals
Eduardo Vásquez - Drums, Background Vocals
Alberto Delgado - Alto Saxophone, Flute, Background Vocals
Beto Obregón - Trumpet, Background Vocals
Alejandro ‘Álex’ Maury - Trombone, Background Vocals
Haremos el amor en la playa
(continua)
inviata da Dq82 5/3/2022 - 13:12
Downloadable! Video!

Babilonia

1982
Fiabe del Dopobomba
Terra madre di poeti
(continua)
inviata da Dq82 + Alberto Scotti 5/3/2022 - 11:58
Downloadable! Video!

Galera

1982
Fiabe del Dopobomba
Bella prigione, prigione modello
(continua)
inviata da Dq82 + Alberto Scotti 5/3/2022 - 11:54
Downloadable! Video!

Cari Benpensanti

1982
Fiabe del Dopobomba
Sono nato da pezzente
(continua)
inviata da Dq82 + Alberto Scotti 5/3/2022 - 11:52
Downloadable! Video!

There Is Power in a Union

Audio link to the song performed by Laulava Unioni (The Singing Union) on their 2019 album Tie vapauteen (The Way to Freedom):

UNIOSSA ON VOIMAA
(continua)
inviata da Juha Rämö 5/3/2022 - 10:55
Downloadable! Video!

The Cat Came Back



Michele Mari – Voce e Banjo
Lorenzo Bertolini – Chitarra
Omar Ferlini – Chitarra e dum-badadùm-badadùm-babà

Michele Mari – Voce e Mandolino
Lorenzo Bertolini – Chitarra e Cori
Omar Ferlini – Organo

bankrobber
EL GAT L’È TURNÀ*
(continua)
inviata da Dq82 5/3/2022 - 10:37
Downloadable! Video!

Bankrobber



Michele Mari – Voce e Mandolino
Lorenzo Bertolini – Chitarra e Cori
Omar Ferlini – Organo

bankrobber
Me pader lü el rubàa le banche*
(continua)
inviata da Dq82 5/3/2022 - 10:31
Downloadable! Video!

Ninna nanna domani

1982
Fiabe del Dopobomba
Dormi, bambino, che papà e mamma
(continua)
inviata da Alberto Scotti 5/3/2022 - 04:03
Downloadable!

Era il tempo...

Soffiano ancora venti di guerra e non mi pare il caso di aggiornare la mia biografia per questo vecchio (e prezioso) sito.
E' forse il caso di precisare però che la "bio" risale a quindici anni fa. Oggi, nel 2022, ho 36 anni e nella vita non ho fatto il cantantautore, anche se qualcosa si trova ancora su youtube e sul sito www.lattadelbardo.it

Canto ancora canzoni contro la guerra.
Michele Mari 4/3/2022 - 23:56
Video!

Sparami

(1997)
dall'album "Mondi Sommersi"

In mezzo a regine di cuori e altri brani francamente trascurabili del quarto album della "tetralogia degli elementi", i Litfiba tirarono fuori - non si sa come - questa autentica perla. Un grande pezzo che non so perché non avessimo inserito prima.

Stasera a Propaganda Live Pelù lo ha dedicato al popolo ucraino ma ha detto che originariamente era stato pensato per la Palestina.
Scusami, il mondo è il gioco dei ricchi o no?
(continua)
inviata da Lorenzo 4/3/2022 - 23:47
Video!

Chodź, pomaluj mój świat

[1972]
Parole di Marek Dutkiewicz
Musica di Janusza Kruk
Dall'album di debutto "Nowy wspaniały świat" (Brave New World)

Dopo cinquanta anni questa spensierata canzoncina ritrova un senso tutto nuovo.
Oggi la dedico all'Ucraina e alla sua gente.
Piszesz mi w liście, że kiedy pada,
(continua)
inviata da Krzysiek 4/3/2022 - 20:28
Video!

I Martiri di Via Tibaldi

2020

Ho scritto questa canzone in memoria dei partigiani uccisi il 28 agosto 1944 in Via Tibaldi. I Martiri di Via Tibaldi. Albino Abico, Gianni Alippi, Bruno Clapiz, Maurizio Del Sale.

Abico, Alippi e Del Sale facevano parte di un gruppo costituitosi nella primavera del 1944 a Baggio. Successivamente i tre presero contatto con i Gap di Ruggero Brambilla (Nello) e trasportarono un carico d’armi in Val d’Ossola dove rimasero qualche giorno presso l’85a brigata d’assalto Garibaldi. Quando ridiscesero, con loro c’era anche Bruno Clapiz. In Milano formavano così il Gap distaccato della 85a brigata, in collegamento e alle dipendenze di Brambilla, con il compito di contribuire ad approvvigionare del necessario la brigata di montagna. Riportiamo, di seguito, la testimonianza, tratta dalle carte ANPI Provinciale di Milano, di un negoziante di Via Tibaldi che assistette a quel tragico episodio.... (continua)
via dalla vita dentro nella storia
(continua)
inviata da Dq82 4/3/2022 - 16:02
Downloadable! Video!

E io ero Sandokan

ARLO BIGAZZI & LORENZO BOSCUCCI con CLIO CICOGNI : E io ero Sandokan

4/3/2022 - 12:36
Video!

Home Back

2019

In questo brano dal testo diretto il gruppo hardcore Jinjer, proveniente dalla città ucraina di Donetsk, nel Donbass, racconta l'esperienza della guerra alla porta di casa, vissuta dai membri e dalle loro famiglie in prima persona nel 2014. Lo fa contrapponendo immagini innocenti, come potrebbero apparire agli occhi di un bambino (fuochi artificiali, il canto delle sirene, un angelo, un unicorno, una festa) con la durezza della realtà, e conclude con un appello accorato per la pace e la libertà.
What is this?! What is this mess?!
(continua)
inviata da Andrea Marconi 4/3/2022 - 08:59
Video!

Virginia

Riding on the back of the bus waiting to go forward
(continua)
3/3/2022 - 23:18
Video!

Stop the Bleeding

(2020)
Civil Unrest EP

No strangers to politically charged metal anthems, Machine Head have released Civil Unrest, a two-song digital single featuring the A-side "Stop the Bleeding," featuring Killswitch Engage vocalist Jesse Leach, as well as the B-side "Bulletproof." The outraged protest songs were both penned days after the back-to-back murders of George Floyd and Ahmaud Arbery.
Hear Machine Head Team With Killswitch Engage's Jesse Leach on New Protest Song "Stop the Bleeding"
The endless scroll of human tragedy
(continua)
3/3/2022 - 23:06

La luna di Kiev

Chanson italienne – La Luna di Kiev – Gianni Rodari – 1960
De Filastrocche in cielo e in terra (Einaudi, 1960).

Musique de Mario Fontana pour le Coro Calicantus (Chœur Calicantus)


Dialogue maïeutique

Quand il y a quelques jours, commence Marco Valdo M.I., j’avais parcouru en italien le texte de La Luna di Kiev, j’avais bien perçu qu’il avait un rapport certain avec l’actualité terrestre, dont l’histoire de fureur et de bruit et carrément insensée est faite par un idiot (« A tale told by un idiot, full of song and fury, signifying nothing » – Shakespeare, Macbeth, Acte V, scène V – 26-28), alors qu’il s’agissait d’une chansonnette du début des années soixante du siècle dernier.

Oui, dit Lucien l’âne, c’était, je m’en souviens de ce moment où j’avais entendu ce bip bip bip que serinait le premier satellite en orbite. Il s’appelait Spoutnik, il était russe et soviétique. Il a tétanisé le... (continua)
LA LUNE DE KYIV
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 3/3/2022 - 18:25
Downloadable! Video!

Buongiorno Shafi

2018
Buone nuove
E il Karkadè ci sta nel the
(continua)
inviata da Dq82 3/3/2022 - 17:04
Video!

La regola dello Scambia Bare

Lo Youtuber Bibbienese da sempre impegnato nel sociale, usa la metafora di un gioco di guerra per denunciare l'assurdità della mutua distruzione assicurata in un conflitto (Regola dello scambia bare). La melodia è ripresa dalla canzone la regola dell'amico di Max Pezzali.
No ma a combat arms fai fuori uno e muori, sempre!
(continua)
inviata da gsg 3/3/2022 - 16:24

Das Gesetz

Ricorda molto quel che anni prima Rosa Luxemburg scriveva in «Die rote Fahne» (la bandiera rossa) del 18 novembre 1918, e che, a poche settimane dal suo assassinio, pare quasi un testamento morale:


Un dovere morale

Per le vittime politiche del vecchio dominio reazionario noi non volemmo alcuna «amnistia», alcuna grazia. Pretendemmo il nostro diritto a libertà, lotta e rivoluzione per quelle centinaia di persone leali e coraggiose, che languivano in penitenziari e carceri, perché sotto la dittatura della sciabola della banda di delinquenti imperialista lottavano per libertà del popolo, pace, socialismo. Ora esse sono tutte libere. Noi siamo nuovamente schierati, pronti alla lotta. Non gli arbitri coi loro complici borghesi ed il principe Max in testa ci hanno liberato, la rivoluzione proletaria ha fatto saltare le porte delle nostre casematte.
Ma un’altra categoria di tristi abitanti di... (continua)
LA LEGGE
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 3/3/2022 - 12:59
Video!

Il coraggio della rivoluzione

2018
Il coraggio della rivoluzione

Le ragazze ed i ragazzi hanno le idee ben chiare da sempre, ma forse ci manca il coraggio di ammettere che, una rivoluzione nel tempo presente, sia possibile. Partiamo da noi, dalle piccole cose, dalla quotidianità delle nostre scelte. Un desiderio che si fa canzone.
La ragazza ha le idee ben chiare
(continua)
inviata da Dq82 3/3/2022 - 12:57
Video!

Corsica mea


RIMANE IN COMA IL MILITANTE INDIPENDENTISTA CORSO YVAN COLONNA

Gianni Sartori

Nonostante ieri wikipedia l’avesse già tumulato (riportando la presunta data - 2 marzo 2022 - di morte, oggi tolta) Yvan Colonna, se pur in coma post atossico, è ancora vivo.

Le condizioni del militante indipendentista (un DPS: “détenu particulièrement signalé”) comunque restano gravissime e si dispera per la sua sopravvivenza. Ieri, 2 marzo, è stato aggredito (nel tentativo di strangolarlo a mani nude) dentro al carcere di Arles (Bouche-du-Rhone) dove scontava l’ergastolo per l’assassinio del prefetto Claude Erignac (delitto di cui si è sempre professato innocente). L’aggressore avrebbe agito mentre Colonna si esercitava da solo in palestra e sarebbe, condizionale d’obbligo, un altro detenuto condannato per terrorismo jihadista.

Il ministro dell’Interno Gérald Darmanin ha dichiarato che “verrà fatto tutto... (continua)
Gianni Sartori 3/3/2022 - 10:48
Downloadable! Video!

Galleria Del[l]e Armi

3 marzo ‘44 / A Balvano nella Galleria della memoria e dell’orrore
di Vincenzo Esposito
Salerno Sera online, 2 marzo 2019

Il 3 marzo 1944 nella galleria “Delle Armi”, nei pressi della stazione Balvano-Ricigliano, in provincia di Potenza, si verificò il più grave incidente ferroviario per numero di vittime mai accaduto in Italia. La tragedia di 75 anni fa, nota come “Sciagura del treno 8017”, è tra i più gravi disastri ferroviari della storia: 517 i morti benché le stime siano tuttora oggetto di discussione e il numero potrebbe essere maggiore, arrivando a oltre 600 vittime. L’evento è evocato nell’articolo che segue dall’antropologo culturale Vincenzo Esposito, docente presso l’Università di Salerno.

Il 3 marzo 1944 nella galleria “Delle Armi”, nei pressi della stazione Balvano-Ricigliano, in provincia di Potenza, si verificò il più grave incidente ferroviario per numero di vittime mai... (continua)
Riccardo Venturi 3/3/2022 - 08:55
Downloadable! Video!

Carta de Salvador Puig Antich

2 marzo 1974, niente è poi stato come prima...

Gianni Sartori 2/3/2022 - 21:57

La luna di Kiev

KSIĘŻYC NAD KIJOWEM
(continua)
inviata da k 2/3/2022 - 21:40
Video!

Einigkeit und Recht und Freiheit

UNITÀ E GIUSTIZIA E LIBERTÀ
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 2/3/2022 - 19:59

L’Affaire K.

L’Affaire K.

Chanson française – L’Affaire K. – Marco Valdo M.I. – 2022

LA ZINOVIE
est le voyage d’exploration en Zinovie, entrepris par Marco Valdo M. I. et Lucien l’âne, à l’imitation de Carl von Linné en Laponie et de Charles Darwin autour de notre Terre et en parallèle à l’exploration du Disque Monde longuement menée par Terry Pratchett.
La Zinovie, selon Lucien l’âne, est ce territoire mental où se réfléchit d’une certaine manière le monde. La Zinovie renvoie à l’écrivain, logicien, peintre, dessinateur, caricaturiste et philosophe Alexandre Zinoviev et à son abondante littérature.



Épisode 26


Dialogue Maïeutique

Lucien l’âne mon ami, cette chanson-ci, qui est le vingt-sixième épisode de notre voyage en Zinovie, s’intitule « L’Affaire K. ».
Ah, ce voyage en Zinovie !, répond Lucien l’âne, on ne sait jamais ce qu’on va découvrir ; chaque étape est une révélation. Qu’est-ce que... (continua)
Qu’est-ce qu’on a à faire
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 2/3/2022 - 17:20
Downloadable! Video!

Varsavia

Dopo quasi 40 anni, questa canzone non condanna solo Jarusleski e C per aver distrutto il sogno comunista, ma anche chi laovrò per far finire (per fortuna) quella Tirannia Russa sulla Polonia e l'Europa Centro-orientale...

Lo si capisce dalle frasi contro il cattolicesimo anche come realtà ideologico-politico, (a cui si rifaceva Solidarnoscz)

A Me sembra che Bertoli da un lato si disilluda sulla vera faccia del regime del "paradiso del proletariato" e lo spiega bene, ma al tempo stesso sembra pieno di livore verso chi lo ha generato, "firmando cambiali a una fede"

Purtroppo per Bertoli e molti come lui, quel mondo a cui si faceva finta di riferirsi (ma vivendo im modo molto più occidentale) era destinato a finire, e non a evolversi con il riformismo "eurocomunista" ...

La storia poi ha cancellato anche l'utopia di Walesa.
Arturo Gabriel 2/3/2022 - 14:54
Downloadable! Video!

La ballata del prigioniero

2019
Di muse, di specchi e d'altre assurde storie

Tratta da storie vere di abusi in divisa.
D’azzurro risplende il cielo steso
(continua)
inviata da Dq82 2/3/2022 - 13:15
Downloadable! Video!

Romane Worq

2020
ROMANE WORQ

C’è una storia che lega con un filo invisibile Torino con l’Etiopia e con il rastafarianesimo giamaicano. E’ una storia che pochissimi conoscono e che ha come protagonista una bellissima principessa africana di nome Romane Worq. Era la figlia primogenita del Negus Hailè Selassiè, il Re dei Re, il Ras Tafari per i neri della Giamaica, che videro in lui il Messia liberatore che avrebbe riportato i figli degli schiavi nella loro Madre Africa. Romane era sposata con Merid Bayanè, comandante della resistenza etiope in prima linea contro i fascisti italiani che avevano occupato il suo paese con un’invasione feroce, che utilizzò in modo massiccio gas chimici e stermini di massa. Poco prima della caduta di Addis Abeba, il negus scelse l’esilio volontario in Inghilterra con buona parte della famiglia reale, ma la principessa Romane Worq decise di restare a combattere a fianco del... (continua)
Tuo padre è l’Imperatore, si chiama Hailè Selassiè
(continua)
inviata da Dq82 2/3/2022 - 13:10
Downloadable! Video!

Prigioniera senza paura

2020
ROMANE WORQ

C’è una storia che lega con un filo invisibile Torino con l’Etiopia e con il rastafarianesimo giamaicano. E’ una storia che pochissimi conoscono e che ha come protagonista una bellissima principessa africana di nome Romane Worq. Era la figlia primogenita del Negus Hailè Selassiè, il Re dei Re, il Ras Tafari per i neri della Giamaica, che videro in lui il Messia liberatore che avrebbe riportato i figli degli schiavi nella loro Madre Africa. Romane era sposata con Merid Bayanè, comandante della resistenza etiope in prima linea contro i fascisti italiani che avevano occupato il suo paese con un’invasione feroce, che utilizzò in modo massiccio gas chimici e stermini di massa. Poco prima della caduta di Addis Abeba, il negus scelse l’esilio volontario in Inghilterra con buona parte della famiglia reale, ma la principessa Romane Worq decise di restare a combattere a fianco del... (continua)
Giornate intere
(continua)
inviata da Dq82 2/3/2022 - 13:06
Downloadable! Video!

Naja de merda

La Tosse Grassa - "Naja De Merda"

Naja de merdaaa!!!
(continua)
inviata da Dq82 2/3/2022 - 12:36
Downloadable! Video!

Piazza Traini

2019
Ciao Darwin

In “Piazza Traini” (ricordate tutti chi è Luca Traini, vero?) immagina un futuro distopico: è il 2050, la guerra non c’è più, Diego Fusaro è al terzo mandato come presidente del consiglio, la gente si ammassa sulla spiaggia di Corridonia (cittadina nei pressi di Macerata che, al momento, dista circa 30 chilometri dal mare…) ed è felice perché in giro non ci sono più negri e nemmeno un marocchino che è uno. È la pacificazione, il trionfo della razza caucasica, della superiorità dell’uomo bianco.

Che potrà continuare a vivere tra i suoi inni a Satana, la paura dell’Aids, il karaoke, il degrado, la messa la domenica, le mignotte, la depressione, l’amore eterno ma non troppo, la morte che viene da Orte, la cocaina. Già, uno stile di vita che il mondo ci invidia.

lultimovalterchiari
2050, vado al mare a Corridonia
(continua)
inviata da Dq82 2/3/2022 - 12:30
Downloadable! Video!

Prima della guerra

Questa canzone fa parte di quelle più "caciarone" e "simboliche" di Gang, però in questi giorni mi è venuta in mente più volte. Ho risistemato il testo, aiutandomi con il libretto del CD.
Ecco i grandi si fanno la guerra e "Noi", i popoli, sotto sempre sotto in mezzo ai guai
Dq82 2/3/2022 - 09:12




hosted by inventati.org