Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2020-10-21

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Ιδανικός κι ανάξιος εραστής ( Mal du Départ )

Idanikós ki anáxios erastís ( Mal du Départ )
[ 1933 ]

Ποίημα / Poesia / A Poem by / Poème / Runo :
Níkos Kavvadías

Μουσική / Musica / Music / Musique / Sävel:
Yannis Spanos

Ερμηνεία / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Kostas Karalis [Κώστας Καράλης]

'Αλμπουμ / Album: Τρίτη Ανθολογία [ Tríti Anthología ] [ 1976 ]

…θα `χω ένα θάνατο κοινό και θλιβερό πολύ
και μια κηδεία σαν των πολλών ανθρώπων τις κηδείες.

…avrò una morte comune e molto triste
e un funerale come quello che i più si fanno fare.
La poesia, più nota con il titolo francese Mal du Départ , fu pubblicata nella raccolta Marabù. I versi menzionati sono quelli finali, spesso citati in letteratura. Per una singolare coincidenza la morte di Kavvadías, 42 anni dopo la stesura di questi versi, fu proprio come l’aveva immaginata. La sua sepoltura non ebbe luogo negli “abissi dell’Oceano Indiano”... (continua)
Θα μείνω πάντα ιδανικός κι ανάξιος εραστής
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 21/10/2020 - 23:57
Downloadable! Video!

He Is Coming To Us Dead, or The Express Office

anonimo
Stando a The Ballad Index, l'autore di questa canzone sarebbe Gussie Lord Davis (1863-1899), cantautore afroamericano di Dayton, Ohio.

Una delle versioni più celebri è quella dei New Lost City Ramblers, presente nella raccolta "Classic Railroad Songs from Smithsonian Folkways" pubblicata dalla Folkways Records nel 2006.
B.B. 21/10/2020 - 20:58
Downloadable! Video!

Madame l'Existence

SIGNORA ESISTENZA
(continua)
20/10/2020 - 22:35
Video!

Resilient

2018
Written By Leah Song & Chloe Smith

Leah Song wrote to say that "'Resilient' is a testimony to our witnessing, time and time again, grassroots movements around the world THRIVING and continuing to build a powerful allegiance that defies divisiveness. It's about Standing Rock, it is about the Prison justice movement, it is about urban mural projects and bike cooperatives and re-wilding efforts and front porch gardens... it is about land preservation and indigenous rights and the crossroads between arts, justice and tradition."

Rising Appalachia Write A 'Resilient' Anthem
I am resilient
(continua)
20/10/2020 - 21:57
Downloadable! Video!

Europa

d’après la version italienne de Riccardo Venturi
d’une chanson allemande – Europa – Die Toten Hosen – 2012
Album : Ballast der Republik

Chanson du groupe allemand Die Toten Hosen, qui parle de la difficile traversée des migrants en Méditerranée pour rejoindre l’Europe et de la mort que beaucoup d’entre eux trouvent au fond de la mer.


Dialogue Maïeutique

Europe ?, dit Lucien l’âne, la chanson s’intitule Europe ?

Euh, oui !, dit Marco Valdo M.I., Europe, tout simplement, Europe. Pourquoi ? Pourquoi elle ne pourrait pas s’appeler ainsi ?

Eh bien, non !, dit Lucien l’âne. Elle peut parfaitement s’appeler ainsi, mais je voulais juste savoir de quoi elle causait, ce qu’elle pouvait raconter, car c’est un sujet proprement historique et mythologique. Un sujet épique, tragique, tragi-comique et pour tout dire, continental. Une histoire de nymphe et de taureau et de leurs fricotages érotico-tauromachiques,... (continua)
EUROPE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 20/10/2020 - 21:33
Downloadable! Video!

I Come and Stand at Every Door

Con tutto il rispetto per la voce di Joan Baez, della versione turca di Livaneli mi sembrerebbe più opportuno presentare l'interpretazione originale:



trovo assolutamente degna di ascolto anche la lenta e straziante versione di questa (a me) sconosciuta Dahlia Mees e della sua viola cinese:

Flavio Poltronieri 20/10/2020 - 16:13
Downloadable! Video!

پژمان مصلح

Meaningful poem and song!
Eliza 20/10/2020 - 12:46
Downloadable! Video!

There's a Long, Long Trail

Chanson de langue anglaise (USA) – There's a Long, Long Trail – Stoddard King – 1913
Paroles de Stoddard King (1889-1933), auteur et compositeur
Musique d’Alonzo “Zo” Elliott (1891-1964), compositeur et auteur de chansons
L’interprétation la plus connue est celle du grand ténor irlandais John McCormack, en 1917.

La chanson a été publiée aux États-Unis en 1914, peu avant le déclenchement de la guerre en Europe et est immédiatement devenue très populaire parmi les soldats américains envoyés là-bas pour combattre à partir d’avril 1917. Elle était souvent utilisée pour clôturer les concerts des troupes et la représentation était toujours suivie d’un long silence émouvant et significatif.

Il serait intéressant de faire la liaison avec It's a long way to Tipperary (1912) et sa version antérieure, jamais interprétée, It’s a long way to connemara (1909), toutes deux œuvres de Jack Judge et Harry... (continua)
IL Y A UN LONG, LONG CHEMIN
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 20/10/2020 - 11:47
Video!

Giuda aveva

Quel profeta aveva strane idee:
(continua)
inviata da Alberto Scotti 20/10/2020 - 03:02
Downloadable! Video!

Il testamento di Tito

Com'è piccolo il mondo della musica, la corona e tutto quanto che ci attanaglia oggi, davanti a questo testo... di mezzo secolo fa...
k 20/10/2020 - 00:45
Downloadable! Video!

Ronda Del Fuego

Ci lasciano uno dopo una...

oggi Wojciech Pszoniak

indimenticabile Robespierre di "Danton"(1983_film)
19/10/2020 - 23:13
Downloadable! Video!

Człowiek spotęgowany człowiekiem

C'è un album intero di Marek Grechuta del 1977 intitolato "Szalona lokomotywa" (La locomotiva pazza). Il termine, la poesia, viene da Witkacy https://it.wikipedia.org/wiki/Stanisław_Ignacy_Witkiewicz , se non erro...

https://www.youtube.com/watch?v=2ZfV8E6DZ0A
k 19/10/2020 - 22:51
Video!

Southbound Train

[1972]
Scritta da Graham Nash
Nell'album "Graham Nash / David Crosby"
(Alla steel guitar, Jerry Garcia dei Grateful Dead)
Testo da Genius

Questo treno che scivola verso il sud ha un carico speciale: soldati morti in una qualsiasi guerra (ma era il 1972, quella in Vietnam volgeva alla fine ma infuriava ancora) che tornano a riposare per sempre nella terra dei padri... Con loro sono state sepolte anche la Libertà, l'Eguaglianza e la Fraternità con cui tutti i leader sono soliti sciacquarsi la bocca...
Liberty, laughing and shaking your head
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 19/10/2020 - 21:06
Video!

Ma chi te lo fa fare

1981
Mi piacerebbe far guerra alla guerra
(continua)
inviata da Alberto Scotti 19/10/2020 - 16:52
Il ponte ci porta direttamente, quasi come logica conseguenza, ad un altro protagonista: il treno. Dalle locomotive anarchiche al treno blindato della guerra di Spagna, dai treni saltati in aria nelle stragi di stato ai treni di Auschwitz, dai treni che avvicinano a quelli che allontanano, dai treni che vanno e tornano a quelli senza ritorno, dai treni della morte ai treni della vita, dai treni degli operai e degli emigranti alle tradotte dei soldati, dal trenino della Leggera ai treni del sole, dai treni del razzismo e dell'odio ai treni di libertà, dai treni a vapore al TAV: ogni treno, una storia e anche più storie. Treni: un nuovo percorso nato, peraltro, proprio a bordo di un treno: l'Intercity 583 Milano-Napoli.




Una canzone del percorso:
Mikis Theodorakis:
Το τρένο φεύγει στις οχτώ
Il treno parte alle otto
(cantata da Maria Dimitriadi)
Riccardo Venturi 19/10/2020 - 15:11
Downloadable! Video!

Tripoli 1969

Testo di Miki Del Prete e Vito Pallavicini. La musica, scritta da Paolo Conte e da Michele Virano, anche per mezzo di un magistrale e divertito impiego degli ottoni (l'arrangiamento è dell'orchestra di Giancarlo Trombetti), rifà genialmente il verso al celebre inno guerresco A Tripoli («Tripoli bel suol d'amore»), cantato da Gea della Garisenda nel 1911. Il 1969 è l'anno della conquista del potere da parte di Gheddafi – preludio all'espulsione degli ultimi colòni italiani dalla Libia l'anno successivo. Ma qui – il brano è stato registrato nel 1968, presentato a Canzonissima – «Tripoli» è parola priva di particolare significato; viene forse alla mente per associazione con «caldo», «battaglie». E l'uomo di cui si parla, che «va a vivere di più», è probabilmente diretto incontro a un'altra donna piuttosto che alla guerra.

Lato A del 45 giri Tripoli 1969 / Lasciatemi amare chi voglio (ARC, 1969); poi nell'album Concerto per Patty (ARC, 1969).
In casa io e lui
(continua)
inviata da L.L. 19/10/2020 - 13:55
Video!

Pólvora mojada

Album: Antónimo - 2017
Avivando la llama con las manos sudadas,
(continua)
18/10/2020 - 22:35
Video!

Haciéndonos los muertos

Album: Antónimo - 2017
Ondean banderas blancas con lazos negros
(continua)
18/10/2020 - 22:10
Downloadable! Video!

There's a Long, Long Trail

Traduction du texte de la chanson en langue française svp. Merci
Weiss Jean-Pierre 18/10/2020 - 22:01
Video!

Don’t Shoot Guns Down

2020
Album: Untitled (Black Is)
Don't shoot, guns down
(continua)
18/10/2020 - 19:32
Video!

Quando è moda è moda

[1978]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Giorgio Gaberščik - Sandro Luporini
Arrangiamenti / Arrangements : Franco Battiato - Giusto Pio
Album / Albumi: Polli d'allevamento

"Se lo spettacolo fosse finito qui, nessuno avrebbe avuto niente da dire. Ma noi eravamo certi di una cosa: la canzone Quando è moda è moda poteva essere solo il pezzo finale dello spettaclolo. Non era possibile inserirla in qualunque altra parte della scaletta, sarebbe stato un errore.

Il brano era un'invettiva crescente, dai toni sempre più duri e aspri, contro i giovani del movimento; era un attacco frontale a quei loro comportamenti ormai scaduti in atteggiamenti sempre più artificiosi, addirittura modaioli; era una presa di distanza da tutto ciò che era ormai codificato e diventato semplicemente ridicolo, da tutte quelle loro sterili manie creative e intellettualoidi; era... (continua)
Mi ricordo la mia meraviglia e forse l'allegria
(continua)
inviata da Riccardo Venturi & Daniela -k.d.- 18/10/2020 - 19:27
Video!

Stop Dem!

2020

Album: Untitled (Black Is)

Stai a vedere che il disco più significativo dell'intero movimento Black Lives Matter di questo rovente 2020 rischia di arrivare da un gruppo oscuro londinese di cui sappiamo poco o niente, con zero promozione e distribuito da un'etichetta indipendente londinese.
I SAULT sono una formazione emersa dal niente lo scorso anno con due dischi sorprendenti di soul, afrobeat, funk e r&b intitolati “5” e “7”: canzoni appassionate, suoni essenziali e radicali, esecuzioni semplici e concrete.

Poche sono le testate che se ne sono occupate, ma quelle poche ne sono rimaste infatuate: Guardian, radio KEXP, il dj Gilles Peterson e Bandcamp (che ha inserito i due album al secondo posto del listone dei 100 migliori dischi del 2019). .
Nel frattempo si vengono a scoprire le identità che stanno dietro questo collettivo, tra cui Dean Josiah Cover (aka Inflo) che compare... (continua)
Stop dem, stop dem, stop dem, stop dem
(continua)
18/10/2020 - 19:23
Video!

Little Boy

2020


"Little Boy," the concluding track on SAULT's latest album, Untitled (Rise), is about protecting the child's innocence as long as possible. On an otherwise upbeat collage of funk, soul and Afrobeat, "Little Boy" ends (Rise) on a sorrowful note, as wistful piano chords score the singer's plea to the youth. "When you get older," a woman declares, "you can ask me all the questions, and I'll tell you the truth about the boys in blue."

The boys, of course, are police officers, the ones sworn to protect and serve, as long as you have the right skin color. Children — Black children, especially — supposedly don't know this yet. But as the song infers, Black boys are demonized by racist cops who see them as a threat no matter what. As they grow up, they're somehow considered more dangerous. Tamir Rice was 12 years old when he was killed by officer Timothy Loehmann in Cleveland. Mike Brown... (continua)
Little boy, little boy, when you get older
(continua)
18/10/2020 - 19:16
Downloadable! Video!

Lo que más quiero

Splendida in entrambe le versioni originale e degli inti illimani
Daniele 18/10/2020 - 12:12
Video!

Angel

Angel, Angel
(continua)
inviata da Alberto Scotti 18/10/2020 - 02:41
Video!

Rebelión de Octubre

2020

Ana Tijoux & MC Millaray

Nuova canzone di Ana Tijoux con la collaborazione di MC Millaray, rapper tredicenne (!!) di Santiago del Chile.

“Es un homenaje al estudiante, a la trabajadora, la madre, al mapuche, a tantas y tantos que se han levantado y han dicho presente en acciones de humanidad. Por nuestros caídos, a los que han perdido la vista , a nuestros héroes anónimos que nos amplifican de fuerza para seguir de pie por la vida digna”.
[Intro: Ana Tijoux]
(continua)
18/10/2020 - 00:17
Video!

Piccola valigia

1999
Non aver paura
(continua)
inviata da Alberto Scotti 16/10/2020 - 22:14
Downloadable! Video!

I gatti randagi

Chanson italienne – I gatti randagi – Nomadi – 1990


Dialogue Maïeutique

Cette fois, Lucien l’âne mon ami, j’avouerai tout de suite avec la plus grande humilité avoir été frappé de réminiscence et c’est ainsi que le premier vers de la chanson est :

« Les chats errants sont les chats les plus beaux »

et qu’il s’est très certainement formé à l’écoute de ce vers de la Nuit de Mai qu’Alfred de Musset donna à connaître en 1835 et qui chantait :

« Les désespérés sont les chants les plus beaux »

Frappé de réminiscence ?, demande Lucien l’âne. C’est une maladie ?

Une maladie, si on veut, dit Marco Valdo M.I. ; une chose est certaine, c’est qu’elle m’a frappé cette fois encore et qu’elle frappe plus souvent qu’à son tour. C’est d’ailleurs à mon avis, une source de bien des textes, de bien des chants, de bien des musiques aussi. Ainsi va le monde se bâtissant de bric et de broc, de matériaux... (continua)
LES CHATS ERRANTS
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 16/10/2020 - 22:07
Video!

Io sono Michele

1994
dall'album "Angelo"
Io sono Michele
(continua)
inviata da Alberto Scotti 16/10/2020 - 18:09
Downloadable! Video!

Dove non basta il mare

Ne manca un pezzo dopo lultima strofa di de sfross e il cantato in greco ce una strofa credo sempre in siciliano voce femminile
Valerio.bertarelli@Gmail.com 16/10/2020 - 17:23
Video!

Το γράμμα ( Έχω να λάβω γράμμα σου )

To grámma ( Écho na lávo grámma sou )
[1949]

Στίχοι και μουσική / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Vasilis Tsitsanis

Ερμηνεία / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:

1. Stella Haskil
Δίσκος / Disco / Disc / Disque / Vinyylilevy : Τσιτσανησ Columbia AO 2857

2. Stamátis Kókotas [Σταμάτης Κόκοτας]
'Αλμπουμ / Album : Τα Ωραία Του Τσιτσάνη [Ta Oraía Tou Tsitsáni] [ 1973 ]

3. Eléni Kokkídou [Ελένη Κοκκίδου]

4.Cultural Music Society 'Vasilis Tsitsanis'

In memoria di Stella Haskil

Stella Haskil [Στέλλα Χάσκυλ] fu una cantante greca di rebetiko nell’immediato dopoguerra.
Nacque nel 1918 a Salonicco da genitori ebrei, Chaym e Perla Gaegos. Durante l’occupazione della Grecia da parte delle forze dell’Asse, la famiglia Gaegos si trasferì ad Atene per sfuggire all’arresto e alla deportazione. Lì Stella sposò Jacob Yehaskel.
Dopo... (continua)
Έχω να λάβω γράμμα σου
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 16/10/2020 - 15:28
Downloadable! Video!

Nubes y esperanza

NUBI E SPERANZA
(continua)
16/10/2020 - 14:45
Video!

Commander in Chief

(2020)

«Siamo in uno stato di crisi, la gente muore, mentre ti riempi le tasche. Comandante in capo, come ci si sente a poter ancora respirare?». Demi Lovato si rivolge direttamente a Trump in questa canzone che fa riferimento alla morte di George Floyd e alla recente positività di Trump al Covid-19, dal quale - a differenza di centinaia di migliaia di cittadini statunitensi - è sopravvissuto.
Were you ever taught when you were young
(continua)
16/10/2020 - 14:08
Video!

A l'enseigne du temps perdu

Quello che scrive MC è corretto ma riferito ad un'altra canzone, non a questa "A l'enseigne du temps perdu" che non è assolutamente una selezione tratta dalla bellissima poesia "L'ombre" di Francis Carco e non ha riferimenti ad essa. Nello stesso CD (traccia 15) è invece appunto presente il brano in questione che reca lo stesso titolo dell'originale e che si può ascoltare anche nella raccolta EPM del 2002.

L'ombre

Provided to YouTube by Believe SAS L'ombre · Francis Carco Poetes & chansons - francis carco ℗ epm 2002 Released on: 2006-11-15 Author: Carco Francis Compose...
Flavio Poltronieri 15/10/2020 - 23:20
Video!

Cançó de la Marina Ginestà

(2016)
Testo: popolare (1939?)
Musica di Maria Arnal e Marcel Bagés
Album: Verbena

Marina Ginestà, la repubblicana ritratta dal fotografo Hans Gutmann sul balcone dell'Hotel Colón di Barcellona in una foto divenuta famosissima, con la sconfitta nella guerra civile dovette partire per la Francia, come tanti altri connazionali. All'arrivo dei nazisti in Francia fuggì verso l'America Latina, in Repubblica Domenicana.

Sulla barca strapiena, i profughi cantavano per farsi coraggio. Una di queste canzoni è stata trascritta in una cronaca, anche se la musica è andata perduta. Maria Arnal e Marcel Bagés l'hanno ritrovata, musicata e cantata.

Marina Ginestà è morta nel 2014 a 94 anni.

La lucha de la resistencia antifranquista vuelve a conectar con las luchas y las resistencias del siglo XXI en otra de las canciones del álbum: "Cançó de la Maria Ginestà".

En esta caso la música es una creación... (continua)
Cuando llegues a Trujillo
(continua)
15/10/2020 - 22:32
Video!

La Montagna de San Sir

LA MONTAGNA DI SAN SIRO
(continua)
inviata da B.B. 15/10/2020 - 20:36




hosted by inventati.org