Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2017-11-2

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Agafant l'horitzó

"Qui sembra rebel·lia, recull la llibertat." dice la canzone, ma per il momento hanno raccolto solo la galera. Nove membri del Governo catalano in carcere e il President che scappa all'estero, in una grottesca caricatura di esilio. Certo, la finta dichiarazione di indipendenza è stata una buffonata, a partire dal voto segreto, ma il governo spagnolo conferma di rispondere ad un problema politico con l'unica arma che sa utilizzare: la repressione e il carcere...
Lorenzo Masetti 2/11/2017 - 23:39
Downloadable! Video!

A Hard Rain's A-Gonna Fall

ZWARE REGEN
(continua)
inviata da Dq82 2/11/2017 - 18:59
Video!

Pacifiste

Musique : Alain Meilland

dans "Hommage à Eugène BIZEAU par Alain MEILLAND"
C'est un individu suspect à la police...
(continua)
inviata da JJ 2/11/2017 - 18:36
Video!

Par un jour funèbre de Lyon

Poème de Marceline Desbordes-Valmore Pauvres fleurs 1839 sous le titre "Dans la rue"
Musique/Guitares/Chant Arrangement Eric Villet.

Poème écrit suite à la révolte des canuts à Lyon en 1834
LA FEMME.
(continua)
inviata da JJ 2/11/2017 - 16:13
Video!

Will Ye Go To Flanders

anonimo
I think you'll find the 'Mally' is actually 'manny', a diminutive form of man in Scots dialect.
Griff 2/11/2017 - 16:11
Video!

Petite fille aux yeux si grands

Auteur : Claude Lemesle - Compositeur : Raymond Bernard Cohen - Interprète : Serge Reggiani
SACEM/ISWC : T-003.095.893.0 Editeur : ART MUSIC FRANCE
Petite fille aux yeux si grands pourquoi viens tu ce soir ?
(continua)
inviata da JJ 2/11/2017 - 15:41
Video!

The Lee Shore

ringrazio infinitamente chi ha tradotto e commentato questa canzone per uno come me che ama David Crosby e questa canzone in particolare e' un vero regalo
FURIO 2/11/2017 - 12:53
Video!

La canzone della guerra (ninna nanna)

2007
Ninna nanna - Demo

2011
Il Pianto EP
Piovono bombe dal cielo,
(continua)
inviata da Dq82 2/11/2017 - 12:20
Downloadable! Video!

La ninna nanna de la guerra

Ninna nanna, pija sonno ché se dormi nun vedrai
(continua)
inviata da Dq82 2/11/2017 - 12:12
Video!

Les sans-papier

Le balbuzard fluviatile (2012)
Tu as débarqué chez nous avec dans ton maigre bagage une grande espérance.
(continua)
inviata da Dq82 2/11/2017 - 10:02
Video!

Be Free

(2016)
Album: 1000 Days, 1000 Songs (Various artists)


Rest in Peace to Michael Brown and to every young black man murdered in America, whether by the hands of white or black. I pray that one day the world will be filled with peace and rid of injustice. Only then will we all Be Free.

J. Cole
And I'm in denial
(continua)
1/11/2017 - 21:48
Video!

Nuclear Threat

(1983)
Loud And Clear 7in
You can't run and you can't hide
(continua)
1/11/2017 - 21:34
Video!

Make Sex Not War

Album: Funeral Serenade (1992)

Come musica la trovo abbastanza inascoltabile, ma condivido il messaggio!
Stupid governments of the world
(continua)
1/11/2017 - 21:18
Video!

Yodel Pour Christophe Blocher

Album: Chansons têtues (2004)

Simpatico yodel dedicato a Christoph Blocher, il riccastro svizzero lanciatosi in politica. Come succede a volte ai "grandi imprenditori" è "sceso in campo" ed ha portato l'UDC, che sotto la sua leadership si è trasformato in un partito di estrema destra xenofobo, euroscettico ed isolazionista, a diventare la prima forza politica svizzera.
Là haut sur la montagne
(continua)
1/11/2017 - 20:12
Downloadable! Video!

La ballata del Bellente

LA BALLATA DI PIETRO MASI, IL BELLENTE
di Maila Pentucci

Canzone apocrifa, incisa dalla Macina con la partecipazione di Marino e Sandro Severini nell’album “Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto” (Volume I), non può mancare nella collezione di briganti, disperati, eretici e malfattori di cui è costellata l’opera dei Gang, perché Pietro Masi, detto Bellente per la sua avvenenza fisica, visse, briganteggiò e morì nella zona di origine dei fratelli Severini, le campagne marchigiane tra la provincia di Macerata e quella di Ancona: Treia Pollenza Castelfidardo
Osimo Cingoli e Montefano, Montecassiano e giù di lì, come dicono i versi della canzone stessa.
Testo e musica sono opera di un cantastorie appignanese, Peppe de Birtina, al secolo Giuseppe Gasparrini musicista autodidatta, fondatore di gruppi ed orchestrine pop folk e narratore di storie allegre e vagamente surreali e... (continua)
Dq82 1/11/2017 - 16:40
Video!

El sacrificio de Tupac Amaru

TUPAC AMARU NACIÓ PARA LA INMORTRALIDAD EL 18 DE MAYO DE 1781
Dr. Godofredo Arauzo.
Al ensañamiento se añadiría la burla y mientras llegaba el postrero
instante del cumplimiento de la sentencia, se forjaron once coronas de
hierro con puntas muy agudas que le pusieron en la cabeza, en
representación de los 11 títulos que se dio, entre ellos de emperador.
Igualmente le colocaron un collar de hierro en el cuello con 2
platinas rodeadas de puntas muy pesadas que simbolizaba la orden del
Gran Paitití del que se tituló Gran Maestro. Por la parte posterior de
la cabeza le introdujeron 3 puntas de hierro ardiendo que le salían
por la boca, demostración de los 3 bandos que mandó publicar; uno de
ellos declarando al Rey Católico usurpador sacrílego de sus dominios.
En las primeras horas del día del cumplimiento de la sentencia,
Areche, que dictó su muerte se confesó y comulgó por las... (continua)
Godofredo 1/11/2017 - 00:03
Video!

El Chueco Maciel

(1971)

Canciones chuecas

"El Chueco Maciel nació en los cantegriles de Montevideo en 1970. Cantegril era una zona de mucho lujo en Punta del Este, entonces el pueblo con ese humor crítico que caracteriza a los nuestros, le aplicó a los lugares más pobres el término cantegril. Y allí creció un muchacho que venía del interior del Uruguay, en el proceso de migración campo-ciudad, que se llamaba Nelson Maciel y le decían "chueco", porque allá nombran así a los que caminan con los pies un poco hacia adentro. Entonces este muchacho comenzó a hacer algunos asaltos para acercar comida a los miembros del cantegril. Asaltó camiones de comestibles y bancos para conseguir dinero para ayudar a los pobladores del cantegril. De este modo, se convirtió en un símbolo creciente. Se le defendió mucho en el cantegril, hasta que un día fue capturado y asesinado dentro de una camioneta. Esto despertó una enorme... (continua)
¿Por qué tu paso dolido
(continua)
31/10/2017 - 23:49
Downloadable! Video!

Images de Syrie

Paroles et musique: Michel Bühler
Arrangement: Gaspard Glaus
Album: La Vague (2016)
Images de Syrie
(continua)
31/10/2017 - 23:35
Downloadable! Video!

Gaza Eté 2014

Album: La Vague (2016)
Tous les matins combien de morts
(continua)
31/10/2017 - 23:28
Video!

Jo vull ser rei


Canción muy republicana, en la que el cantante se pregunta por qué él no puede ser rey, con todas las facilidades que eso conllevaría. Predomina la ironía, y la letra está bien trabajada.
YO QUIERO SER REY
(continua)
31/10/2017 - 23:03

A veces

Come viene precisato su Cancioneros.com, la parte introduttiva di questa canzone è il testo di una poesia, rinvenuto su di una cartina da tabacco, scritta verosimilmente alla fine degli anni '70 da un anonimo prigioniero politico uruguayo, detenuto in un carcere di massima sicurezza che sorge (ancora operativo, nonostante la sua estrema pericolosità) in una cittadina del dipartimento di San José, a una cinquantina di km da Montevideo.
Ironia vuole che quel posto si chiami “Libertad”.

La poesia venne raccolta insieme a molte altre nel 1980 dal Grupo de Madres y Familiares de Procesados por la Justicia Militar.
La poesia venne messa in musica per primo dall'oggi compianto Daniel Viglietti, che la inserì ne “La canción de los prisioneros", un recital scritto insieme all'amico Eduardo Galeano e presentato a Madrid nel 1983.

L'anno seguente fu lo stesso Galeano a scrivere la prefazione al volumetto “La canción de los presos”, realizzato dal gruppo di familiari dei prigionieri politici di cui sopra.
B.B. 31/10/2017 - 14:47
Video!

Tous les cris, les SOS

Beh...veramente è un po' più introspettiva...di canzoni sulla guerra più celebri scritte da Daniel c'è Viens danser.
Marina Santoni 31/10/2017 - 11:20
Video!

A desalambrar!

Elegia per Daniel Viglietti.
di Alessio Lega

Mentre sono in Austria a cantare Bella Ciao, mi sveglio incongruamente presto e vengo a sapere che Daniel Viglietti è morto.

Gigante della canzone di ispirazione popolare, ma di realizzazione colta - Daniel era un fenomenale chitarrista classico imprestato all’urgenza della testimonianza - i suoi quasi ottanta anni passati per il mondo, l’ultimo concerto solo pochi giorni fa. Daniel era un bengala nel buio, una risorsa, una memoria del futuro, quando questa parola ancora suonava più come speranza che come paura.

Daniel era radicalissimo nei contenuti ed estremamente complesso nei modi - i suoi accompagnamenti sono un manuale di raffinatezza e sperimentazione - uno di quelli che ha sempre pensato che i proletari meritano il massimo.
Uruguaiano fiero e rivendicativo, come solo chi ha presente le catene del colonialismo, era in realtà un patriota... (continua)
31/10/2017 - 09:29
Video!

Trudno

Parole e musica di Jacek Kleyff
da tekstowo
Trudno haha, trudno
(continua)
inviata da Krzysiek 31/10/2017 - 02:41
Downloadable! Video!

Ákall

October 31, 2017 01:02
SUPPLICATION
(continua)
31/10/2017 - 01:02
Video!

Reasonable Men

[1985]
Ideata da Warrick Sony (nato Warrick Swinney, 1958-), compositore, produttore, musicista e sound designer sudafricano, bianco.
Musica di Warrick Sony e del suo gruppo, i Kalahari Surfers
Nell'album “Living In The Heart Of The Beast”

This track contains excerpts from State President P.W. Botha's famous "Rubicon"speech (15 Aug 1985). It is intercut with utterances by Brigadier Visser of the South African Police.

Il brano è il risultato di un mix di alcuni passaggi di un discorso di Botha, penultimo premier del Sudafrica razzista, con alcune frasi tratte da dichiarazioni stampa del capo della polizia di quel regime, tal brigadiere J.F. Visser.
Again...
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/10/2017 - 22:14
Video!

Der Traum ist aus

IL SOGNO È FINITO
(continua)
inviata da Andrew 30/10/2017 - 13:46
Video!

Peace

Album: DoubleThink (2010)
Peace is on the way
(continua)
29/10/2017 - 22:51
Video!

Old Fat Naked Women for Peace

In June 2002, hundreds of Nigerian women, mothers and grandmothers ages 20 to 90 took a stand to protest the oil companies that have taken control of their communities. They overran the largest oil producing facility in Nigeria's south-western Niger Delta.

Unarmed, they held 700 workers hostage for more than a week and blocked production of half a million barrels of oil a day. Their most effective weapon: a deeply rooted cultural threat known as the "Curse of Nakedness."

"The stripping off of clothes particularly by married and elderly women is a way of shaming men -- some of whom believe that if they see the naked bodies they will go mad or suffer some great harm. The curse extends not just to local men but also to any foreigner who it is believed would become impotent at the sight of "the naked mother," says Sokari Ekine, the International Coordinator of the Niger Delta Women.

The Curse of Nakedness
Don't you wish we'd been there In Nigeria
(continua)
29/10/2017 - 22:45
Video!

Los invisibles

(2016)
EP: La Respuesta

Dedicata agli invisibili, le vittime della violenza della polizia in Argentina negli anni della "democrazia" e in particolare a Luciano Arruga
Los invisibles hacen el amor
(continua)
29/10/2017 - 21:43
Video!

Surefire

[2016]
Scritta da John Roger Stephens, in arte John Legend, con Julia Michaels, Ludwig Göransson, Will Oldham e Blake Mill.
Nel disco intitolato “Darkness and Light”
Can you just stay through the night?
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/10/2017 - 21:08
Video!

Palabras

(1974)

Album: Cantar y Callar
Palabras para cantar.
(continua)
29/10/2017 - 21:01
Video!

Canto moço

29 ottobre 2017 17:57
CANTO RAGAZZO [1]
(continua)
29/10/2017 - 17:59
Downloadable!

Macchinista

anonimo
Mi ha fatto molto piacere ritrovare gli archetipi militari della strofetta che noi bambini bresciani cantavamo nei primi anni '60 del secolo scorso, sul finire delle tre settimane di "soggiorno obbligato" nella colonia estiva "Stella Marina" a Cesenatico. La riporto per gli eventuali nostalgici.

Macchinista, macchinista brescianino
metti l'olio nei tuoi stantuffi
di colonia siamo stuffi
ed a ca' vogliamo andar

Tra il 1961 e il 1966 ho fatto sei anni consecutivi di colonia: due a Cesenatico, due a Cimbergo in Valle Camonica e due a Giulianova (TE) e mentre via via si attenuava la nostalgia di casa aumentava il piacere di vivere in una dimensione tutto sommato esotica.
Nel frattempo si perfezionava la disciplina ma pure ci si sgamava. L'ultima stagione, avevo dodici anni, io e quel disgraziato di Baffo Blu (un romagnolo precocemente peloso) non perdevamo occasione di sbirciare in spiaggia... (continua)
Andrea Breda 29/10/2017 - 14:55




hosted by inventati.org