Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2016-11-11

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Synesthesia

(Steven John Wilson)

Album: Up the Downstair (1993)
I'm sending you a letter
(continua)
11/11/2016 - 23:52
Video!

Nobody Knew She Was There

[1977?]
Parole e musica di Ewan MacColl
Nell'album “Kilroy Was Here” del 1980, con Peggy Seeger
Testo trovato su Mudcat Café

Uno struggente omaggio di Ewan MacColl alla madre, Betsy Henry Miller, che lo crebbe in mezzo a mille difficoltà, in una povertà resa dignitosa dal suo instancabile lavoro come donna delle pulizie negli uffici e nelle imprese di Salford e Manchester, un lavoro invisibile che iniziava nel cuore della notte e finiva quando la città cominciava a pulsare... Il padre di MacColl, William Miller, era operaio fonditore, militante socialista, spesso licenziato e bandito per via della sua attività sindacale. Credo che il lavoro in fonderia ne avesse anche minato la salute. La coppia perse tre dei quattro figli, sopravvisse solo Ewan, e nonostante tutte queste avversità la forza della piccola Betsy fu sempre incrollabile...
She walks in the cold dark hour before the morning
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/11/2016 - 23:26
Video!

Spitfires

[2009]
Parole e musica di Chris Wood
Nel suo album intitolato “Handmade Life”
Poi anche nel disco collettivo “Folk Against Fascism” del 2010
Testo trovato sul blog CAUTE — An archeology of morning

Nel 2009 il partito fascista britannico British National Party (BNP), nel corso della campagna per le elezioni europee, se ne uscì con un manifesto al cui centro campeggiava un aereo inglese Spitfire della seconda guerra mondiale con sopra il titolo “Battle for Britain”...

A parte il fatto che – come qualcuno fece notare a quegli ignoranti - la fotografia scelta era quella di uno Spitfire allora in dotazione all'aviazione polacca, chiaramente riconoscibile dalle insegne... Qui Chris Wood ricorda pure ai fascistelli decerebrati che gli Spitfire – dal suono così caratteristico dovuto ai motori Merlin di cui erano dotati – contribuirono proprio a porre fine al nazifascismo in Europa...
Sometimes in our Kentish summer we still see Spitfires in the sky
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/11/2016 - 22:06
Video!

Three-Five-Zero-Zero

The 3-5-0-0 number is not enemy soldiers killed in one month, it is the # of US soldiers sent to Vietname in March, 1965 accompanied by the same # of body bags in that plane's cargo hold, expecting none to return alive.

https://hairattheeagletheatre.wordpres...

"3-5-0-0 Reference: What exactly does 3500 stand for?

Thanks to Justin for this information about the song 3-5-0-0, direct from the mouth of James Rado (co-author of Hair):

'3500 is the number of Marines sent on March 8,1965 as the US enter the Vietnam War. The bulk cargo on that flight? 3500 body bags. The military assumed loss of every single one of those soldiers even prior to that deployment. Jim heard that and it irked him to no end. Some re-writes he’s done have actually included the word body bags after “dirty little war, 3500.' "
Linda Montalbano 11/11/2016 - 21:20
Video!

Azadî bo Kurdistan

Italia in piazza il 12 novembre: la giornata nazionale di mobilitazione a sostegno del popolo curdo e per la libertà di Abdullah Öcalan…

12 NOVEMBRE 2016

Appello per una giornata nazionale di mobilitazione a sostegno del popolo curdo e per la libertà di Abdullah Öcalan

L'ORARIO E IL LUOGO DELLE MANIFESTAZIONI

Roma, ore 10.00 /Piazza San Giovanni
Martano, ore 10.00/ Piazza Caduti
Venezia, ore 11.30 / Campo S. Geremia sotto la sede Rai
Parma, ore 11:30 / Piazza della Pace
Brescia, ore 15.00/ Piazza della Loggia
Milano, ore 15.00 /Piazza San Babila
Firenze, ore 15.00/ Piazza dei Ciompi
Trieste, ore 15.30/ Piazza Unità – Ambasciata turca
Genova, ore 17.00 /Largo PertiniRagusa, ore 17.00 / Via Roma angolo Corso Italia
Bari, ore 17.00 / Via Dalmazia- Sede Rai
Catania, ore 18.30 / Via Etnea angolo via Prefettura
Reggio Calabria, ore 18.30/ Casetta
Napoli,
12nov

--
UIKI Onlus
Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia

Via Ricasoli 16, 00185 Roma
Gianni Sartori 11/11/2016 - 19:23
Video!

Joan of Arc

Addio Leonardo

Krzysztof Wrona 11/11/2016 - 14:26
Downloadable! Video!

Leonard Cohen: Bird On The Wire

PUZONE IN SU ‘ILU
(continua)
inviata da Su Bardaneri 11/11/2016 - 13:14
Video!

Inshallah

(2016)

Dall'album "57th & 9th"

In "Inshallah" Sting prova a mettersi nei panni di un rifugiato siriano in fuga dalla guerra su una barca che attraversa il Mediterraneo diretto in Grecia o in Turchia. Fuggire dal pericolo senza sapere cosa ti aspetta, con una moglie e bambini piccoli. Sting ha registrato anche una versione della canzone con dei musicisti siriani rifugiati a Berlino, tra cui una coppia proveniente da Aleppo.
Sleeping child, on my shoulder,
(continua)
11/11/2016 - 13:04
Video!

Abschied von der Front (Abschied der Internationalen Brigaden)

Testo russo / Russian lyrics / Paroles russes / Русский текст
ПPOЩAHИE C ФPOHTOM (Прощание интербригад)
(continua)
inviata da Juha Rämö 11/11/2016 - 12:58
Video!

Leonard Cohen: Who by Fire

Un saluto al grande L.C. che forse oggi saprà la risposta a quel "who shall I say is calling?".

Vorrei solo far notare che al contrario di quanto scritto nell'introduzione, i versi

who in your merry merry month of may,
who by very slow decay


mettono in contrapposizione chi muore ancora giovane e nel pieno delle forze (nel dolce mese di maggio) con chi se ne va in tarda età quando le forze ormai l'hanno abbandonato.
Lorenzo 11/11/2016 - 10:44
Downloadable! Video!

You Only Need Say Nothing

NON C'E' BISOGNO DI DIRE NIENTE
(continua)
inviata da dq82 11/11/2016 - 10:07
Video!

Oggi ho vinto a Risiko

Album: Ho detto a tua mamma che fumi (2006)
Carrarmato spostati un po' più in là
(continua)
inviata da Daniele Marino 11/11/2016 - 10:00

Leonard Cohen

21 settembre 1934
7 novembre 2016
Riccardo Venturi 11/11/2016 - 08:57
Video!

My God's Bigger Than Your God

(2010)
Album: "Sex with an X"

Dall'album del ritorno dell'irriverente duo scozzese che aveva pubblicato un solo album negli anni 80 e che aveva fatto innamorare Kurt Cobain. I Nirvana portarono al successo la loro "Jesus want me for a sunbeam", la parodia di un classico inno religioso.

Anche questa nuova canzone prende di mira le religioni che sanno solo fare "a chi ce l'ha più grosso" (si parla di dio, naturalmente) scatenando troppe inutili guerre.


Songs such as ‘My God Is Bigger Than Your God’ deal with serious topics.

That’s true. I mean, we don’t want to take a big stand on things but there are certain things that we have to take seriously. We’re written songs about religion before, and ‘My God Is Bigger Than Your God’ is just another song about religion. It’s just too big a subject to deal with in a humorous way, but I think as a lyricist you need to put across your opinions in a certain way.

Eugene Kelly interview
Thou shalt have no other gods before me
(continua)
10/11/2016 - 23:57
Video!

I Had a Dream

Sulla prima pagina di questo bel sito sta scritto:

"Canzoni contro la guerra - Anti War Songs è on line dalla sera del 20 marzo 2003, giorno in cui sono cominciati i bombardamenti statunitensi sull'Iraq."

La Clinton era già senatrice da qualche annetto e nel 2001 votò il Patriot Act e i bombardamenti in Afghanistan e poi nel 2002 autorizzò Bush alla seconda guerra contro l'Iraq (che seguiva a quella del 1990-91 e a 10 anni di embargo genocida). Nel 2005, di ritorno da una visitina in Iraq, la Clinton si fece promotrice di un provvedimento per incrementare i soldati sul terreno. Nel 2007 ci ripensò, visto che i soldatini a stelle e strisce morivano come mosche e la crisi finanziaria interna era ormai conclamata.
Ambiziosa come pochi, accarezzava l'idea della presidenza fin da 2003 e nel 2008 ci provò... Barack Obama la compensò con il ministero degli esteri. Da Segretario di Stato ha trascinato... (continua)
Bernart Bartleby 10/11/2016 - 21:34
Video!

Writings on Disobedience and Democracy

(2016)

da 30 days 30 songs sito dove sono state pubblicate in 30 giorni 30 canzoni contro Trump el demagogo.

This song is a continuation of a song I had on my last album, and it's heavily inspired by the writings of Howard Zinn. It felt like the right time to rekindle some of these forgotten stories in American history... the stories that aren't necessarily taught in our classrooms.
"We have to stop thinking that we must have military solutions
(continua)
inviata da Dq82 10/11/2016 - 18:44
Video!

Treetop Flyer

I could get shot:potrei essere beccato (ferito, ucciso)...'shot' nel senso di bevuta, bicchiere, non mi sembra abbia un senso nel contesto della frase
andrea zuccalà 10/11/2016 - 18:17
Video!

Von heiligen Kriegen

Chanson allemande - Von heiligen Kriegen – Reinhard Mey – 1967

Chanson remontant un demi-siècle, mais – vous en conviendrez – encore plutôt actuelle…

Dialogue maïeutique

Oh, Marco Valdo M.I. mon ami, il me semble que le commentateur italien qui nous a précédé a bien raison : cette chanson est toujours d’une grande actualité.

De fait, Lucien l’âne mon ami, un peu comme l’érotisme à Copenhague, sujet à partir duquel j’ai écrit une chanson : « Sois islamique ! », pas plus tard qu’hier à la suite d’un acte imbécile, dément et criminel, commis au nom de la « Guerre Sainte », précisément. Donc, Lucien l’âne mon ami, voici une chanson sur la « Guerre sainte », « Djihad », comme la nomment certains furieux prophétiques. Elle date d’il y a un demi-siècle ; elle aurait pu être écrite bien avant car on n’a jamais manqué de délirants assassins fauchant leurs contemporains au nom d’entités nébuleuses... (continua)
GUERRES SAINTES
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/11/2016 - 17:24

Die römische Kantate, opus 60

ROOMALAINEN KANTAATTI, OPUS 60
(continua)
inviata da Juha Rämö 10/11/2016 - 15:19
Video!

Johnnie

[2000]
Parole e musica di Bram Vermeulen
Nell’album intitolato “Oorlog Aan Den Oorlog”
Lyrics and music by Bram Vermeulen
Album: Oorlog aan den oorlog
Woorden en muziek: Bram Vermeulen
Album: Oorlog aan den oorlog

Guerra alla guerra


BRAM VERMEULEN: OORLOG AAN DEN OORLOG

1. Ik was erbij
2. Johnnie
3. Onschuldig landschap
4. De helden
5. Dans met mij
6. Met z'n allen
7. De verhalen
8. Ja het is waar
9. Meneer Van Der Velde (1)
10. Meneer Van Der Velde (2)
11. Verschrikkelijk inzicht
12. Ja het is waar (instrumentaal)


Trovo il brano anche nel disco collettivo “Seeds of Peace: Passendale Suite 2” (2005), con June Tabor, Coope Boyes & Simpson, Thomas Friz, Bram Vermeulen, Willem Vermandere, Patrick Riguelle, Koen De Cauter, Une Anche Passe, Vredesconcerten Quartet. Trattasi della registrazione di una performance musicale sulla Grande Guerra realizzata nel 2002 presso il cimitero di guerra di Tyne Cot ad Ypres, Belgio. [BB]
Toen 'ie had gelogen van z'n leeftijd
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/11/2016 - 13:53
Video!

A Hill of Little Shoes

[2003]
Parole di Clive James (1939-), poeta, scrittore e liricista australiano.
Musica di Pete Atkin
Nell’album di Atkin intitolato “Winter Spring”, pubblicato nel 2003
I live in the shadow of a hill
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/11/2016 - 13:17
Video!

Der Rattenfänger

Chanson allemande – Der Rattenfänger – Hannes Wader – 1974
Paroles et musique de Hannes Wader

Le joueur de flûte de Hamelin, chanté par Hannes Wader, libère la ville des rats en échange de la simple promesse d’être rétribué. Cependant, quand, le travail fait, il se présente pour encaisser son dû, les autorités de la ville non seulement refusent de l payer et le raillent, mais ils le font massacrer et dévorer par des chiens, ignorant que le joueur de flûte – figure semblable au « Juif errant » – est une créature surnaturelle, un immortel.

Celui-ci en effet revient bientôt en ville, le dimanche, quand tous les adultes, faux et hypocrites, sont à la messe et seuls les enfants sont restés à la maison. Le joueur de flûte les rassemble au son de sa flûte et leur chante son malheur, si bien que les gamins décident de l’aider à obtenir justice contre leurs pères. La réaction ne se fait pas attendre :... (continua)
LE CHARMEUR DE RATS
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/11/2016 - 11:59
Video!

Ik was erbij

[2000]
Parole e musica di Bram Vermeulen
Nell’album intitolato “Oorlog Aan Den Oorlog”
Lyrics and music by Bram Vermeulen
Album: Oorlog aan den oorlog
Woorden en muziek: Bram Vermeulen
Album: Oorlog aan den oorlog

Guerra alla guerra


BRAM VERMEULEN: OORLOG AAN DEN OORLOG

1. Ik was erbij
2. Johnnie
3. Onschuldig landschap
4. De helden
5. Dans met mij
6. Met z'n allen
7. De verhalen
8. Ja het is waar
9. Meneer Van Der Velde (1)
10. Meneer Van Der Velde (2)
11. Verschrikkelijk inzicht
12. Ja het is waar (instrumentaal)


Trovo il brano anche nel disco collettivo “Seeds of Peace: Passendale Suite 2” (2005), con June Tabor, Coope Boyes & Simpson, Thomas Friz, Bram Vermeulen, Willem Vermandere, Patrick Riguelle, Koen De Cauter, Une Anche Passe, Vredesconcerten Quartet. Trattasi della registrazione di una performance musicale sulla Grande Guerra realizzata nel 2002 presso il cimitero di guerra di Tyne Cot ad Ypres, Belgio. [BB]
En in wat eens de loopgraaf was
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/11/2016 - 09:38
Video!

Les F...

La risposta di Wannes Van De Velde a Brel, composta infatti insolitamente in francese, lui che ha sempre cantato in anversois...
Nell’album intitolato “Stadsgedachten” del 1982

DE FLAMINGANT NE ME TRAÎTEZ

Dans mon pays de Flandre, maltraîté
par guerres ravageuses
et des périodes troubleuses,
la terre est silencieuse.
De flamingant ne me traîtez;
être Flamand, c'est dur assez.

Quoique l'on dise du glorieux passé,
l'Espagne vint à la danse,
assistée par la France,
pour nous raser la consience.
De flamingant ne me traîtez;
être Flamand, c'est dur assez.

Sur terre destinée aux champs de blé
on se fit des batailles,
de prétentieuses pagailles,
en nous traîtant de canaille.
De flamingant ne me traîtez;
être Flamand, c'est dur assez.

A cause du plus noir protélariat
on a vu l'allégresse
périr en proie de bassesse,
entre l'église et l'ivresse.
De flamingant ne me traïte;
être... (continua)
Bernart Bartleby 10/11/2016 - 09:01
Video!

Luoghi comuni (Una cantata irrisolta)

Ho questa cassetta in cui c'è l'intervista fatta da Rai 3 ed ero presente quando venne effettuata. Ho ultimato il mio lavoro su Wilcock ed ora mi resta di pubblicarlo; valuto idee e proposte, spero arrivi quella giusta. Un saluto, Venturi, e, spero, a presto.
marisa.monteferri@tiscali.it 9/11/2016 - 23:46
Video!

Chanson nouvelle à l’usage des faubourgs

[1795-96]
Sylvain Maréchal (1750-1803), scrittore, poeta e rivoluzionario francese, fu amico di François-Noël Babeuf, più noto come Gracco Babeuf (1760-1797) e ne condivise le idee egualitariste e, potremmo quasi dire, proto-comuniste. Tra le sue opere (molte presunte perchè lui spesso non le firmava) ci sarebbe anche un “Catéchisme du curé Meslier”, prosecuzione de Il testamento del parroco Meslier che abbiamo già incontrato su queste pagine...

I radicali come Babeuf e Maréchal erano convinti che le istanze principali della Rivoluzione francese fossero già state tradite e che un nuovo sistema comunque non egualitario si stesse affermando a scapito del popolo, grazie soprattutto all'azione del Direttorio termidorista, che pose fine al Terrore eliminando Robespierre e i suoi ma avrebbe poi finito col consegnare la Francia nelle mani di un Napoleone...
Con la loro “Congiura degli Eguali”... (continua)
Mourant de faim, mourant de froid,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2016 - 23:16
Video!

In cerca di te (Perduto amore)

Alcuni versi della canzone sono citati da Carlo Cassola nel suo capolavoro "La ragazza di Bube" (premio Strega nel 1960).
Mauro Mura 9/11/2016 - 20:13
Video!

El pueblo unido jamás será vencido

Impressionante, per la mole di nozioni evidentemente sottostante, il "pezzo" di commento di Maurizio Stefanini.
Ma il Sole sorge e illumina e scalda sempre con la stessa emozione, per chi guarda alle emozioni.
Il resto, va giustamente lasciato agli astronomi. Che però non si emozionano, purtoppo per loro.
Bagù 9/11/2016 - 15:22

Student Edward

1973
Ewan MacColl & Peggy Seeger
At the present moment

Broadside #97 aprile-maggio 1969
Where have you been all the whole day long,
(continua)
inviata da Dq82 9/11/2016 - 15:04

Shock Treatment

1969
Broadside #97, aprile-maggio 1969
Twelve hundred people or more every year -In hospitals & clinics will die in their beds
(continua)
inviata da Dq82 9/11/2016 - 14:49
Video!

Before the Wall

(2016)

from 30 days 30 songs - 30 anti-Trump songs in 30 days

This song was not written for any politician or agenda. It was written for people and the country I live in. I'm not some unduly political loudmouth and I'm certainly not saying you have to swallow this pill, but for a moment, just think about that wall and what it means to you... Then think about what it means to the people on the other side. The world is not out to get you and, for the most part, people are very kind. As for me, I refuse to be afraid and I will continue to believe that love, understanding, and compassion have the ability to trump fear and evil, which often times go hand in hand, any day. Smile at people you don't have to, love each other. I'll do the same.

P.S. I know it sounds like Bob Dylan, get over it.
If the wall it goes up and the country comes down
(continua)
9/11/2016 - 14:11
Video!

Donald Trump Makes Me Wanna Smoke Crack

Trump-l'oeil
(da carmilla online)

[...]
Fino a pochi mesi fa, Donald Trump alla presidenza USA sembrava probabile quanto Paris Hilton.
Oggi è il favorito
Trump è un cazzaro, anzi un Supercazzaro.
Lo Zeitgeist è dalla sua parte.
È l’ennesima riprova che ci troviamo nell’universo parallelo di Ritorno al Futuro II, quello dei Biff Tanner miliardari al potere. Quel Tanner era infatti esplicitamente ispirato a Trump.
Lo slogan di Donald Trump è “Make America great agan”.
La Golden Age da ripristinare disinstallando tutti gli aggiornamenti è un’illusione (ottica) da sempre parte integrante della religione di Stato USA.
All’inizio del pilot di The Newsroom, l’ultima serie di Aaron Sorkin, il protagonista spara un pippone sull’America, dicendo “Non è più il paese migliore del mondo, ma un tempo lo era”.
A quando risale esattamente questa presunta Età dell’Oro degli USA? Al Sette–Ottocento... (continua)
daniela k.d. 9/11/2016 - 14:00
Video!

Demagogue

(2016)

da 30 days 30 songs sito dove sono state pubblicate in 30 giorni 30 canzoni contro Trump el demagogo.

"Those tiny vulgar fingers on the nuclear bomb"...
He's a demagogue
(continua)
inviata da CCG Staff 9/11/2016 - 12:31
Percorsi: Donald Trump
Abbiamo come l'idea che questo ricco signore, appena eletto presidente degli Stati Chiave d'America, riempirà questo sito di canzoni. God bless America (ma anche no).
Riccardo Venturi 9/11/2016 - 08:47
Video!

Soldato vestito d'ulivo (Grecia '70)

Μετέφρασε στα Ελληνικά ο Ρικάρντος Βεντούρης
9. Νοεμβρίου 2016 00:18
ΣΤΡΑΤΙΩΤΗ ΣΕ ΛΑΔΗ ΝΤΥΜΕΝΕ (ΕΛΛΑΔΑ 1970)
(continua)
9/11/2016 - 00:19
Video!

Valzer della toppa

[1960]
Parole di Pier Paolo Pasolini
Musica di Piero Umiliani
Nel disco “Laura Betti con l'Orchestra di Piero Umiliani”
Celebre anche nell'interpretazione di Gabriella Ferri

Una sbronza allontana per un attimo una puttana di Roma dalla sua squallida vita, un'improvvisa allegria disperata che le dà il coraggio di allontanare in malo modo i clienti e di riassaporare una bellezza e una purezza ormai perdute...
Me sò fatta un quartino
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 8/11/2016 - 20:59




hosted by inventati.org