Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2013-2-20

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Ou Me Suis-Je Perdu

Album: "De Toi à Moi" (2010)

Ou Me Suis-Je Perdu di Salvatore ADAMO. dal sito Adamo in "italiano"
Où me suis-je perdu ?
(continua)
inviata da davide costa 20/2/2013 - 13:59
Downloadable! Video!

Three Years Walking Through the Snow

[2011]
Lyrics & Music by Robin Fisher
Album: Never Mind The Great Snowdogs Caught Out In The Storm
Three Years Walking Through The Snow
(continua)
inviata da giorgio 20/2/2013 - 13:15
Downloadable! Video!

Il Violino di Luigi

Chanson italienne – Il Violino di Luigi – Modena City Ramblers – 2013

Le violon dont Francesco joue ici est l'instrument du partisan Luigi Freddi, tué par les fascistes en mars 1945, retrouvé plus de 60 ans après dans le grenier de la maison Vezzani endommagée par le tremblement de terre. Violon restauré et offert à ANPI de Luzzara (RE) qui nous l'a gentiment prêté pour l'occasion.
LE VIOLON DE LUIGI
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 20/2/2013 - 12:30

Evenin' Air Blues

[1941]
Versi del grande poeta afroamericano, pubblicati per la prima volta nel 1941 sulle pagine della rivista letteraria «Common Ground», poi l’anno seguente nella raccolta «Shakespeare in Harlem».
Musica scritta nel 1951 dalla musicista americana Lucille E. Goodloe (1902-1975).
Folks, I come up North
(continua)
inviata da Dead End 20/2/2013 - 11:55

Share-Croppers

[1937]
Versi del grande poeta afroameicano, dalla raccolta «Shakespeare in Harlem» pubblicata nel 1942.
Musica per voce e pianoforte scritta da Joseph Rubel, sconosciuto compositore americano, nel 1939.

Come Poor Old Dirt Farmer e Down on Penny's Farm, si tratta di un testo di protesta contro lo “sharecropping”, la nostra “mezzadria”, un sistema semi-schiavistico (perché di fatto aveva rimpiazzato quello antecedente alla Guerra di Secessione) che solo in apparenza consentiva al contadino una certa autonomia, in realtà lo condannava a divenire in breve schiavo del grande proprietario e, nei momenti di crisi, a finire con l’essere divorato dagli usurai, ossia dalle banche.

Il sistema era raffinatamente diabolico: il mezzadro viveva sulla terra che lavorava, assegnata o affittata che fosse. Il proprietario, in cambio di una certa quantità di raccolto stabilita alla semina, gli forniva strumenti,... (continua)
Just a herd of Negroes
(continua)
inviata da Dead End 20/2/2013 - 11:32
Downloadable! Video!

Memorial Day on Cattle Point Road

[2012]
Lyrics and Music by Britt K. Arnesen
Album: Solo Acoustic at the Stensrud Building

"A week from my departure to Montana, I had hoped to be writing about that. But something else is on my heart right now.

It’s Memorial Day out on Cattle Point Road
We honor the heroes who’ve fallen at war
Here another young life lost but for nothing at all
What a shame now..

Yesterday I learned that the young man who died in this weekend’s car accident was the homeless banjo player who had played with me at the Doctor’s Office. Last night I nicknamed him John Banjo and stayed up late recording his song. I played it until my fingers hurt, with Canyon sleeping next to me the whole time. I have posted draft lyrics at the bottom and appreciate your feedback and suggestions.

Yet another waltz, yet another eulogy. This one for John Parish, aka Sabien, an artist my age whose life was... (continua)
Young Dana's got a brown bag from the Little Store
(continua)
inviata da giorgio 20/2/2013 - 08:20
Downloadable! Video!

Hijos de la tierra

[2011]
álbum: ANIMALibre

Gruppo formato come progetto personale del frontman Joxemi dalle ceneri della celebre ska band Ska-P (famosa in Spagna e in Europa), annovera una presenza tutta italiana (Micky, ex componente delle Bambole di pezza)
Ven desolaos sus tierras inundadas,
(continua)
inviata da DonQuijote82 19/2/2013 - 22:03
Downloadable! Video!

Ils ont voté

Consigli spassionati


daniela -k.d.- 19/2/2013 - 21:15
Downloadable! Video!

Sulle nuvole di Baghdad

Canzone dedicata a un caduto Italiano nella guerra in Iraq. Protagonista è la moglie, che scrive un'ipotetica lettera alla memoria del marito caduto.
E adesso
(continua)
inviata da Manuel 19/2/2013 - 19:25
Downloadable! Video!

Cigarettes

2013
Album di famiglia

Questo testo risale all’ottobre del 1912 ed è tratto da una relazione dell’Ispettorato del Congresso americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti d’America
Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura.
(continua)
inviata da DoNQuijote82 19/2/2013 - 17:25
Downloadable! Video!

Senza notte né giorno

2013
Album di famiglia
Padroni del mondo unitevi! e venite a lavorare
(continua)
inviata da DonQUijote82 19/2/2013 - 17:21
Downloadable! Video!

I matti de Roma

2013
Album di famiglia
I matti de Roma sai so tanti, certi so tristi, cert' artri divertenti
(continua)
inviata da DoNQuijote82 19/2/2013 - 17:16
Video!

San Martino del Carso

[1916]
Versi del grande poeta e scrittore italiano, originariamente nella raccolta «Il porto sepolto» (1917), poi ne «L’allegria» (1931 e seconda edizione ampliata nel 1942).
Musica di Lorenzo Tempesti, compositore di colonne sonore originario di Udine.
Messa in musica anche da Andrea Chimenti in Andrea Chimenti Canta Ungaretti ‎– Il Porto Sepolto

San Martino del Carso (San Martin dal Cjars in friulano, Martinščino in sloveno) è una frazione di Sagrado, Gorizia. Durante la Grande Guerra il paese fu luogo di furiosi combattimenti (trincee «delle Frasche» e «dei Razzi») e venne completamente raso al suolo.
Valloncello dell'Albero Isolato, il 27 agosto 1916
(continua)
inviata da Dead End 19/2/2013 - 14:34
Video!

Veglia

[1915]
Versi del grande poeta e scrittore italiano, originariamente nella raccolta «Il porto sepolto» (1917), poi ne «L’allegria» (1931 e seconda edizione ampliata nel 1942).
Musica di Lorenzo Tempesti, compositore di colonne sonore originario di Udine.
Cima Quattro, il 23 dicembre 1915
(continua)
inviata da Dead End 19/2/2013 - 14:17
Downloadable! Video!

Ballata per un eroe

E' stato rimosso anche quello, vabbè...
(Roberta)

E ne abbiamo trovato un altro! [CCG Staff]
19/2/2013 - 11:51
Downloadable! Video!

Believed-to-Be-Linked-to-Al-Qaeda?

Great song brother!!
Peter Agora 19/2/2013 - 10:33
Downloadable!

När kapitalet tar till vapen

[2009]
Album: Lycka Till

The title is stolen from a book by the great Swedish author and activist Andreas Malm.
Stenar kan va bra att ha när kapitalet tar till vapen
(continua)
inviata da giorgio 19/2/2013 - 09:22

Guernica

[2005]
Album: Senza Riflesso
Cani parlano di civiltà
(continua)
inviata da giorgio 19/2/2013 - 09:15
Downloadable! Video!

Daybreak in Alabama

[1940]
Versi del grande poeta esponente del movimento del «Rinascimento di Harlem»
Musica di Ricky Ian Gordon, dalla composizione intitolata «Only Heaven» (1997), basata su diciasette poesie di Langston Hughes.
Interpretata - tra gli altri - dalla soprano afroamericana Aura McDonald.

L’alba in Alabama è quella che Hughes intravedeva all’inizio degli anni 40, l’alba della fine delle Jim Crow Laws e della segregazione razziale ...
When I get to be a composer
(continua)
inviata da Dead End 18/2/2013 - 23:27

Balmafol è un’alta cima

anonimo
[8 luglio 1944]
Testo trovato da mio padre leggendo un vecchio libro edito dalla Regione Piemonte nel lontano 1985: «L’orrido di Chianocco», a cura del Gruppo Ricerche Cultura Montana.

Balmafol è il nome di un alpeggio sopra Chianocco, in Valle di Susa, a circa 1800 metri s.l.m.

L’8 luglio del 1944, mentre vigeva una tregua nei combattimenti tra partigiani e tedeschi che nella vicina Bruzolo stavano trattando uno scambio di prigionieri, i fascisti pensarono bene di attaccare le postazioni partigiane attestate tra le alpi Balmafol e Le Combe, il colle delle Coupe e la punta Grand’Uia. I partigiani della 42ma brigata garibaldina «Walter Fontan» (dal nome del comandante nativo di Bussoleno caduto in combattimento poche settimane prima, il 25 febbraio) erano numerosi (tra loro anche partigiani russi ed ex soldati del regio esercito originari del Sud Italia) ma male armati e con poche munizioni,... (continua)
Balmafol è un’alta cima
(continua)
inviata da Dead End 18/2/2013 - 22:50
Downloadable! Video!

La bambina in rosso

Un sentito ringraziamento a Riccardo per aver pubblicato questo testo, e mi fa piacere che il mio commento iniziale abbia poi permesso di approfondire la storia... così come mi fa piacere che la "bambina in rosso" sia sopravvissuta a quell'orrore...
Andrea
Andrea 18/2/2013 - 22:50
Downloadable! Video!

Niente di nuovo sul fronte occidentale

Chanson italienne – Niente di nuovo sul fronte occidentale – Modena City Ramblers – 2013

Déjà, le titre de la chanson Niente di nuovo sul fronte occidentale indique qu'il s'agit d'une évocation de l'écrivain allemand Erich Maria Remarque et de son livre Im Westen nichts Neues, publié en 1929. L'édition française est parue en sous le titre repris ici de «À l'Ouest rien de nouveau »; livre publié. Écrivain pacifiste et anti-nazi, il vit ses œuvres interdites et brûlées et sa sœur Elfriede décapitée pour « atteinte au moral de l'armée » en 1943. Quant à lui, il ne dut la vie sauve que d'avoir – à temps – prit le chemin de l'exil d'où il mena le combat contre le régime.

N'était-ce pas lui, l'écrivain qui paraissait sous le nom d' « À l'Ouest » dans tes Histoires d'Allemagne, qui parlaient des années 1914- Boue, bombe, bruit et brouillard – ; 1915 – Casques à Pointe et Casques d'Acier; 1916... (continua)
À l'OUEST,RIEN DE NOUVEAU
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 18/2/2013 - 21:41
Downloadable! Video!

La storia ci insegna...

Storia in musica di due partigiani, eroi della Resistenza Italiana, per la liberazione del paese dal regime e per la conquista della pace.

Testo e Musica di Manuel Miranda
2013
Trento era a due passi; il confine
(continua)
inviata da Manuel 18/2/2013 - 19:42
Downloadable! Video!

Ah ça ira!

Bellissimo! Fiamengh!
mario gallina 18/2/2013 - 14:58
Downloadable! Video!

The Weary Blues

[1925]
Una delle poesie più famose di questo esponente dell’«Harlem Renaissance», pubblicata per la prima volta sulla rivista di Harlem «Opportunity» e poi inclusa nellla raccolta «The Weary Blues», la prima pubblicata da Langston Hughes.
Nel 1959 il poeta stesso la interpretò, con altre sue composizioni, su musiche di Charles Mingus e Leonard Feather nel disco «Weary Blues».




Una poesia che definisce il blues come espressione del dolore e della lotta dei neri americani contro le forze di oppressione e discriminazione presenti in gran parte della società...
Droning a drowsy syncopated tune,
(continua)
inviata da Dead End 18/2/2013 - 11:01
Downloadable! Video!

Ho continuato la mia strada

Carissimi tutti!
c'è qualcuno che mi sappia dire dove posso trovare una registrazione o un file mp3 di questa stupenda canzone? non c'è verso di trovarla! Grazie comunque, Paolo
Paolo M. Grossholz capo scout nell'Agesci 17/2/2013 - 23:02
Downloadable!

Kill Shit at Random

"Kill Shit at Random" was a 1995 protest against the dominance of the computer game market by shooting types of games.
If you want to Ed-U-Cate your kids
(continua)
inviata da Howard Solomon 17/2/2013 - 21:52
Video!

Gibraltar

Album: Gibraltar (2006)
Sur le détroit de Gibraltar, y'a un jeune noir qui pleure un rêve qui prendra vie, une fois passé Gibraltar.
(continua)
17/2/2013 - 14:49
Video!

Schools Are Prisons

Scusa, d.k.d., ma non pensi che i Sex Pistols meriterebbero una traduzione migliore? Questa è davvero brutta!
Dead End 17/2/2013 - 11:16
Downloadable! Video!

La Proletarizzazione

[1974]
Testo: Gianfranco Manfredi
Musica: sull’aria di "Di quella pira" dal “Trovatore” di G. Verdi e de “La Mazurca della Nonna” di Cesare A. Bixio.
Album: La Crisi (Spettro)

Beh in questo simpaticissimo brano, dedicato alla cosiddetta "proletarizzazione", non solo non si trovano più gli operai ma neanche i contadini, le donne, e perfino i bambini.. :-))
La "proletarizzazione"
(continua)
inviata da giorgio 17/2/2013 - 10:48

Il ponte sullo stretto (Qua si campa… Ed è già tantu!)

Cacciàmmu li Burbuni comu cani,
(continua)
inviata da adriana 17/2/2013 - 09:21
Percorsi: Ponti
Video!

Καπνισμένο τσουκάλι

Ringrazio io Federico e tutti coloro che aiutano a migliorare le traduzioni. In questo caso, poi, si tratta di uno dei miei primi tentativi, praticati in quasi totale povertà di ausili lessicali (come dizionario avevo solo il reprint del vetusto Eliseo Brighenti...), e solo per mio esercizio e per il piacere mio e di pochissimi amici.
Ho valutato seriamente le osservazioni, ma mi sembra di non avere preso sostanziali cantonate. Οι δυνατοί: ho preferito-e preferisco- tradurre "forti", per l'antipatia che mi suscita la parola "potente", anche se qui è chiara la contrapposizione della "potenza" dei poveri a quella dei tradizionali "potenti" della terra, con i loro denari, le loro armate, e la loro "prepotenza". Ξωμάχοι: la traduzione qui è obbligata. Il mio Babiniotis spiega: "colui che lavora nei campi, all'aperto". Forse, più che contadini, si potrebbe dire "braccianti", ma non combattenti,... (continua)
Gian Piero Testa 17/2/2013 - 07:45
Video!

Tien An Men

Album: "Calogero" (2002)
Quand les yeux ont tout vu et tout subi
(continua)
17/2/2013 - 00:23
Downloadable! Video!

Marine

Album: Dans Ma Bulle (2006)

Dedicata a Marine, quella figlia di Le Pen...
Marine,
(continua)
17/2/2013 - 00:09
Downloadable! Video!

Les hommes endormis

Album: 3 (2004)
Et puisque les hommes endormis
(continua)
16/2/2013 - 23:47
Downloadable! Video!

Il trenino che parte e va

Canzone del dopoguerra raccolta a Cavriglia che risale al periodo delle grandi lotte nelle miniere. Veniva cantata per fare colletta dalle donne (le mogli dei minatori) che la mattina partivano in treno per scendere a San Giovanni Valdarno.

Togni è Giuseppe Togni, ministro dell'industria nel 1948.

Note tratte da Sopra i tetti di Firenze, omaggio a Caterina Bueno di Riccardo Tesi & Maurizio Geri. Nel disco omaggio la canzone è cantata da Lucilla Galeazzi.
Ecco il trenino che parte e va
(continua)
16/2/2013 - 21:46




hosted by inventati.org