Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2012-7-30

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

La ballata del cuore

[1969]
Album “Il cabaret dei Gufi, vol. 3”

Come annuncia Svampa stesso nell’introduzione alla canzone, nel video dell’esibizione che allego, «Devo cambiare una strofa ma va bene lo stesso»... E la strofa è la seconda dove all’originale che faceva riferimento alla morte di Cristo - forse tacciata di blasfemìa - ne fu sostituita una con Giulietta e Romeo...
Guarda che bello, la scienza non fa un più un errore
(continua)
inviata da Dead End 30/7/2012 - 21:44
Downloadable! Video!

Gabriella

Chanson italienne – Gabriella – I Gufi – 1964
D'abord dans l'album «  Ma bene, ma bravo ! » des Peos, formation milanaise – pré-Gufi – oubliée , reprise par « Le cabaret des Hiboux » (Cabaret dei Gufi) de l'année suivante.
Écrite par Giampiero “Peo” Borella, Nuccio Ambrosino e Nanni Svampa.

Avec leur habituel style ironique et cynique qui les caractérisait, voici l’énième banderille plantée par les Gufi (Hiboux) dans le flanc des bonnes mœurs, avec l'adhésion qui en découle aux thèses favorables à la contraception et à l'avortement :

Et crac ! La question est grave
Tôt ou tard, elle doit bien finir cette histoire  :
Ou on change le système d'éducation
Ou l'horaire des consultations...
La la la la la la la la la la la la la la…


Thèses qui ne prévaudront que des années plus tard... Je crois qu'on peut tranquillement dire qu'il s'agit là de la première chanson italienne qui affronte ce thème ; une chanson encore aujourd'hui (et pensez alors!) d'une actualité brûlante !
GABRIELLE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 30/7/2012 - 20:33
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
6e. Bella ciao (Spanish version by Manu Chao)



"Trovo che questa versione di Manu Chao, sia altrettanto bella" (Raf)
"I think this version by Manu Chao is very beautiful as well". (Raf)
Esta mañana me he levantado
(continua)
inviata da Raf 30/7/2012 - 15:31

Gli arditi del popolo

Gli Arditi del Popolo c'erano anche nella mia città: ecco il loro labaro ritrovato non molto tempo fa in Val Chiusella, dove era stato nascosto.
Dead End 30/7/2012 - 11:33

Inno degli Arditi del Popolo

anonimo
Malatesta e ‎gli Arditi del Popolo (il primo in piedi a sinistra è Argo Secondari)‎
Dead End 30/7/2012 - 11:17
Video!

Rive del Don

(Christian Carobene/Portugnol Connection)

Un omaggio in chiave SKA al grande uomo e scrittore Mario Rigoni Stern e a tutti i compagni con cui ha condiviso una delle più grandi tragedie dell'umanita' a cui il regime fascista ha dato vita per stupide mania di grandezza. Tratto dai racconti de "Il sergente nella neve" e "Ritorno sul Don" di Mario Rigoni Stern.

RICCARDO BERGOTTINI"IL PRESIDENTE": chitarra ritmica e voce
CHRISTIAN CAROBENE"CABRITO": batteria,percussioni e voce
CLAUDIO D'EMILIO"IL MINISTRO": basso e cori
LUCA TELO' "EUSKAL": tastiere e cori
ALBERTO PISPERO"BEBETO": tromba e flicorno
JACK : regia audio
PIERO VERONESE"PEDRO": percussioni *(Guest Star)*
Arriverà
(continua)
inviata da DonQuijote82 30/7/2012 - 10:48
Video!

Wallflower

Veramente toccante. Peter Gabriel è un genio in tutti i sensi.
Paolo 30/7/2012 - 01:04
Video!

Non spingete, scappiamo anche noi

Chanson italienne – Non spingete, scappiamo anche noi – I Gufi – 1969
De G. Lunari - L. Patruno.

Avec l'explosion de Soixante-Huit et des protestations pacifistes aux Zétazunis et en France (ailleurs aussi, d'ailleurs... à vrai dire, partout... dit Lucien l'âne qui s'en souvient), les Gufi (Hiboux) portèrent au théâtre leur spectacle le plus politique, qui devint bientôt un 33 tours très vendu : « Non spingete, scappiamo anche noi » (POUSSEZ PAS, ON FOUT LE CAMP COMME VOUS). Ce spectacle est un voyage ironique, sarcastique au cours des siècles à la recherche des mythes patriotiques et militaires à abattre.
(Wikipedia)
Et bien quoi, évidemment que je me souviens de 68, dit Lucien l'âne en riant. C'est bien simple : j'y étais. Et j'en ai vu des choses... Surtout à l'été quand on est tous allés se promener sur le Larzac... J'avais bien droit à des vacances, moi qui avais parcouru l'Europe... (continua)
POUSSEZ PAS, ON FOUT LE CAMP COMME VOUS
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 29/7/2012 - 21:50
Downloadable!

Sugnu sicilianu

[2009]
Testo e musica di Alessandro Mobilia
Album: Radicazione sicula
Sugnu sicilianu nun sulu pâ cultura ca haju
(continua)
inviata da giorgio 29/7/2012 - 20:45
Downloadable! Video!

Io grido "Basta"

[2010]
Testo e musica di Alessandro Mobilia
Album: Autoproduzioni dal basso
"La vita è amore, lotta e ribellione
(continua)
inviata da giorgio 29/7/2012 - 20:34
Video!

Celestino Alfonso

Eight Poles, five Italians, three Frenchs, two Romanians, two Armenians, two Hungarians and one Spanish compossed the Special Detachment, comanded by the Armenian poet Missak Manouchian. Spanish man’s name was Celestino Alfonso, and his number was 10.305.
(continua)
inviata da Gustavo Sierra Fernández 29/7/2012 - 11:49
Downloadable! Video!

L'affiche rouge

En una épica entrada, traduje el poema del gran Louis Aragon a mi lengua
EL CARTEL ROJO
(continua)
inviata da Gustavo Sierra Fernández 29/7/2012 - 11:40

On A War

[2010]
Paroles et musique de Sinclair Gabriel

"Cette chanson, un reggae africain, c'est un chant d'espoir pour l'Afrique et pour toute personne se battant pour survivre. Nous avons l'espoir que la souffrance finira bientôt".
On a war comme au ghetto,
(continua)
inviata da giorgio 29/7/2012 - 11:18
Video!

Ex Sarajevo

(M.Marzullo-F.Ballabeni)
Danzano i passi dei giorni che vanno
(continua)
29/7/2012 - 10:10
Downloadable! Video!

Non trattare

Vecchio post per davvero Matteo ma voglio risponderti lo stesso perché pure io sono rimasta annichilita.
Fermo restando che mi trovo perfettamente d'accordo con l'elogio che hai composto su Caposella, verso il finale non ci siamo proprio. Certamente nessuno di noi è intento "a passare la propria esistenza a dichiarare posizioni continuamente" ma da quì fino a "come se in mancanza di una presa di distanza da qualcosa (qualsiasi cosa) ci sia dietro una sorta di affinità alla detta cosa" ce n’è di strada...
E a me comunque pare di sì: la mancanza di distanza indica un'affinità più che dichiarata.
vulay 29/7/2012 - 03:40
Downloadable! Video!

Αρκαδία VI

Arkadía VI [ékti]

Στίχοι και μουσική: Μίκης Θεοδωράκης
Πρώτη εκτέλεση: Μαρία Φαραντούρη
Μίκη Θεοδωράκη 1000 ΤΡΑΓΟΥΔΙΑ CD14 (2012)

Testi e musica di Mikis Theodorakis
Prima esecuzione di Maria Farandouri
Reperibili in "Mikis Theodorakis 1000 canzoni" CD 14 (2012)

'Εγινε παιδιά! E' fatta: tutte le Arcadie composte da Mikis nel confino di Zatuna (1968 - 1969) sono ora, dalla prima all'ottava, al loro posto in AWS, tenendo conto che la quinta coincide con "Πνευματικό εμβατήριο" su testo di Sikelianòs, già da tempo nel sito. Ma che..."αρχίδια" mi sono fatto con queste arcadie.
Qui abbiamo le due lunghe canzoni della Sesta Arcadia, su testi dello stesso compositore, che non riuscivo a trovare in nessun modo. Ma io ho un amico che si chiama Claudio, che su Mikis sa e ha tutto, e che mi ha messo la notte scorsa sulla strada giusta.
Queste creazioni proseguono quasi naturalmente l'alta... (continua)
Μίκη Θεοδωράκη

(continua)
inviata da Gian Piero Testa 28/7/2012 - 19:40

Les Neuf Cuisinières

Les Neuf Cuisinières
 

Canzone française – Les Neuf Cuisinières – Marco Valdo M.I. – 2012
Histoires d'Allemagne 74

Au travers du kaléidoscope de Günter Grass. : « Mon Siècle » (Mein Jahrhundert, publié à Göttingen en 1999 – l'édition française au Seuil à Paris en 1999 également) et de ses traducteurs français : Claude Porcell et Bernard Lortholary.

Dis-moi, Marco Valdo M.I., mon ami, qu'est-ce que c'est que cette histoire d'Allemagne où tu chantes neuf cuisinières... Tu ne vas quand même pas me dire que ce sont là neuf dames que tu as fréquentées et avec lesquelles tu as partagé des moments et des sentiments d'amour...

Ho, Lucien l'âne mon ami. Je t'arrête là... Car, je te rappelle que cette chanson est une de ces Histoires d'Allemagne que j'ai été chercher chez Günter Grass et que de surcroît, ce sont des dames du temps jadis [[http://www.youtube.com/watch?v=Ip7fIB4aOeA]]. Même... (continua)
Déclaration d'amour aux neuf cuisinières :
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 28/7/2012 - 16:02
Downloadable! Video!

Old War Chant

[1996]
Lyrics & Music by Damian "Junior Gongzilla" Marley
Album: Mr. Marley
Down in a the ghetto is like old Vietnam
(continua)
inviata da giorgio 28/7/2012 - 15:03
Video!

Αρκαδία V - Πνευματικό εμβατήριο

La composizione musicale di Πνευματικό εμβατήριο nacque a Zatuna (1968-1969) come Αρκαδία V, circostanza che tuttavia non viene mai ricordata nelle edizioni discografiche.
Gian Piero Testa 28/7/2012 - 14:48
Downloadable! Video!

Lady Justice

[2012]
Lyrics & Music by Atomic Pollution
Album: Unite Against Authority
Lady Justice is blinded
(continua)
inviata da giorgio 28/7/2012 - 09:47
Video!

Gimme Shelter

cosa dire di piu .ascoltiamoli sempre sono unici .ciao a tutti. paolo
28/7/2012 - 08:14
Video!

Futuro bella sposa: Canto della Nuova Resistenza

2011
Chi è esploso in una stella chi è morto in tarda età
(continua)
inviata da adriana 28/7/2012 - 07:56
Downloadable! Video!

Εἶμαι Εὐροπαῖος

Può essere interessante sapere che il verso che fa da ritornello non è di Theodorakis, ma riprende quello di una canzone che Manos Hatzidakis aveva composto, parole e musica, per un film di non grande peso uscito nel 1959 e che Nana Mouskouri aveva portato a discreto successo:

Gian Piero Testa 27/7/2012 - 16:27
Video!

Prega Crest


[1975]‎
Album “Roca Blues” (poi anche in “Eppure soffia”)‎
Testo di Pierangelo Bertoli
Musica di Marco Dieci



“Farti pregare Gesù perché non ti faccia più penare, te poveretto con le pezze al culo, è solo ‎un modo che i ricchi usano per non farti ragionare… Ma verrà il giorno in cui finiranno nella fossa ‎sepolti sotto tre metri di terra…”

Canto di classe ed anticlericale scritto da Bertoli in dialetto modenese (sassolese) nel suo primo ‎disco (finalmente) pubblicato fuori dalla cerchia di “Servire il Popolo” (l’organizzazione maoista ‎cui si riferiva l’etichetta “Il Canzoniere del Vento Rosso”)‎
Quand a ieren cech a salutev'n i nostr amig
(continua)
inviata da Dead End 27/7/2012 - 11:59
Video!

Un'inseni

‎[1978]
Testo di Pierangelo Bertoli‎
Musica di Alfonso Borghi
Album "S'at ven in meint"‎


Un sogno di giustizia e di libertà, con i soldati legati come salami, con i roghi di tutti quelli che ‎vogliono comandare, generali, ministri, industriali e dittatori e financo il papa, niente più guerra ‎sulla terra, tutti uguali e tutti fratelli… ‎
Peccato che era solo un’ “inseni”, un sogno…‎
L'era una not come tanti ch'ag nè
(continua)
inviata da Dead End 27/7/2012 - 11:33
Downloadable! Video!

Passerà

‎[1991]‎
Album “Cantata Profana” di Giovanna Marini e Quartetto Vocale
Voce e chitarra: Lucilla Galeazzi
Testo trovato su Il Deposito

Credevo d'esser nata immortale
(continua)
inviata da Dead End 27/7/2012 - 10:14
Downloadable! Video!

We Shall Overcome

"... Dopo l’11 settembre, abbiamo letto – anche su giornali che dovrebbero sapere meglio certe cose – che il motto dell’America che si riprende dall’aggressione è «We shall overcome», espressione dell’incrollabile spirito americano – come se quel «noi» rappresentasse l’America intera contrapposta ai suoi nemici esterni. Ora, questa interpretazione è anche possibile, ma a un patto: quello di cancellare la memoria che invece è incorporata dentro la canzone e che rappresenta la fiducia, la speranza, la forza di alcuni americani in lotta contro le resistenze, i boicottaggi, le violenze e i pregiudizi di altri americani: quando a Selma, a Birmingham, nella marcia su Washington i militanti dei diritti civili (da Martin Luther King a Pete Seeger e Joan Baez) cantavano We shall overcome, parlavano di una tensione tutta interna all’America – un’America non unificata da un nemico esterno ma drammaticamente... (continua)
Dead End 27/7/2012 - 09:53
Downloadable!

Organized Crime

[2005]
Lyrics and Music by Ethan Miller
Album: If All The Land Would Rise

“Derrière chaque grande fortune il y a un grand crime” ~ Honoré de Balzac.
“Behind every great fortune, there is a crime”
We've all seen the movies 'bout gangsters and thugs
(continua)
inviata da giorgio 27/7/2012 - 08:11
Video!

Tri Yann: De Nivôse en Frimaire

In che epoca siamo? Non si sa!

E invece credo proprio che il viaggio abbia luogo negli anni Novanta perchè Ian incontra un "casco blu" dell'ONU che gli racconta della guerra a Sarajevo "La geste de Sarajevo".

In un'altra canzone Ian vola su un ultraleggero, "L'Ulm merveilleux", quindi non siamo certamente nel medioevo :-)
Jessica Attene 26/7/2012 - 21:04
Downloadable!

Global Nuclear Holocaust

[2011]
Lyrics & Music by Eron Martin
The conflict of the nations
(continua)
inviata da giorgio 26/7/2012 - 15:31
Video!

Zamba de mi esperanza

La zamba e un genere musicale del Peru' Bolivia e nord dell'Argentina. Da non confondere con la samba del Brasile.
ZAMBA DELLA MIA SPERANZA
(continua)
inviata da KostaF64 26/7/2012 - 15:09
Video!

Giorgio Gaber: Qualcuno era comunista

Chanson italienne - Qualcuno era capitalista – Riccardo Venturi – 2012

Regarde, Lucien l'âne mon ami, notre ami Ventu vient de sortir une parodie...

Une parodie ? Une parodie de chanson comme tu aimes les faire ?

Oui, oui, exactement. Une parodie qui serait plutôt une sorte d'aggiornamento, de mise à jour d'une chanson de Giorgio Gaber et même de deux... Vois comme les temps évoluent... La première chanson de Gaber était elle-même une parodie, mais dans l'autre sens du mot : c'est à dire une sorte de caricature; elle s'intitulait "Qualcuno era comunista"... À traduire par « Il était communiste »... et elle traçait un portrait à l'eau-forte du comministe italien (type PCI) de ces années-là. La seconde de Gaber est venu plus tard et s’intitulait « Qualcuno era democristiano »... À traduire par « Il était démochrétien »... Ce sont des chansons aussi fleuves que politiques.

Politiques ?... (continua)
IL ÉTAIT CAPITALISTE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 26/7/2012 - 15:00
Video!

The Intense Humming of Evil

‎[1994]‎
Album “The Holy Bible”‎


Come Mausoleum, un’altra canzone scritta da Nick Wire dopo la visita che fece ai campi di sterminio ‎nazisti di Belsen e Dachau ed anche al museo della pace ad Hiroshima.‎

‎“Mausoleum and The Intense Humming of Evil: these two can be twinned together, because ‎they were both inspired in the same way. Last year we visited Dachau, Belsen and the peace ‎museum in Hiroshima, and those three places had quite an intense influence on us, and on the whole ‎album. Dachau is such an evil, quiet place. There's no grass, and you don't even see a worm, let ‎alone any birds. all you can hear is this humming of nothing. In the museum at Belsen, there's the ‎original sign which hung there. It says, 'Welcome to Belsen Recreation Camp'. It's the same with ‎the peace museum in Hiroshima. When you're young, you're brought up to think that the americans ‎dropped the bomb... (continua)
You were what you were
(continua)
inviata da Dead End 26/7/2012 - 12:16
Video!

Mausoleum

‎[1994]‎
Album “The Holy Bible”‎



Canzone ispirata dalla visita che Nick Wire fece ai campi di sterminio nazisti di Belsen e Dachau.‎
Una fotografia dell’ingresso del campo di Dachau compare anche sulla copertina interna del disco.

Wherever you go I will be carcass
(continua)
inviata da Dead End 26/7/2012 - 11:34
Video!

Of Walking Abortion

‎[1994]‎
Album “The Holy Bible”‎

‎"There is little hope..." East European truths - Horthy + Tisu (anti-Semitic/Fascist) - revived ‎and brought back home. Facts ignored. Carve your mortal certainty there. Should we have been ‎born/still born/walking sideways unable to make a decision of any consequence. Modern life makes ‎thought an embarrassment. Your true reflection = Junkies, winos, whores. Who's ‎responsible?"
‎(Richey James, The Holy Bible-Tour Book) ‎
‎"There's a line: 'Horthy's corpse screened to a million'. Horthy was a hungarian fascist ‎military dictator before the Second World War, and the devotion that a fascist dictator can achieve ‎just shows such a terrible flaw in human nature. There's always a chance that it'll be revived, ‎because there's a worm in human nature that makes us want to be dominated."
‎(Nicky Wire, Melody Maker, 27 August 1994)‎
Una canzone sul totalitarismo... (continua)
I knew that someday I was gonna die
(continua)
inviata da Dead End 26/7/2012 - 11:19
Downloadable! Video!

Il comandante Picelli


Guido Picelli, le battaglie del "Che" di Parma‎

‎Il primo agosto di novant'anni fa la città emiliana sconfisse e cacciò gli squadristi ‎inviati da Mussolini. Fu il più importante episodio di opposizione armata al fascismo pre-‎Resistenza. Dietro le barricate uomini e donne, anarchici e cattolici Comandati da un guerrigliero ‎pacifista che avrebbe voluto fare l'attore

di Giancarlo Bocchi, autore del recente documentario intitolato Il ribelle – ‎Guido Picelli, un eroe scomodo ‎
da La Repubblica di Parma del 22 luglio 2012‎

Nell'estate del 1922 ha trentatré anni. È alto, occhi cerulei, luminosi e magnetici, baffi ‎‎"all'americana". Veste quasi sempre di scuro, portamento elegante, modi garbati. Da ragazzo Guido ‎Picelli non pensava alla rivoluzione, inseguiva sogni d'artista: recitava sui palcoscenici di provincia, ‎girava l'Italia, a fianco di Ermete Zacconi partecipò a uno dei... (continua)
Dead End 26/7/2012 - 08:41
Downloadable! Video!

Self-Evolution 411

[2011]
Lyrics & Music by Christopher Aable
Album: Self-Evolution

You may say I'm a dreamer…
(Freedom
(continua)
inviata da giorgio 26/7/2012 - 08:31
Video!

Back Up Against the Wall

I was dealin' up and down the highway
(continua)
inviata da anonymous 26/7/2012 - 04:19
Video!

Save The Children

SALVIAMO I BAMBINI
(continua)
inviata da Angelo 25/7/2012 - 17:26




hosted by inventati.org