Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2012-2-9

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Una Questione Privata

[2010]
Album :ContrattoSociale/GNU_FolK – Rosso

Dal romanzo di Beppe Fenoglio

2013
R_Evoluzione
feat Paolo Enrico Archetti Maestri ‘Yo Yo Mundi
Ancora un passo ragazzo, ancora uno
(continua)
inviata da DoNQuijote82 9/2/2012 - 19:28
Downloadable! Video!

La notte di Genova

[2011]
Album :CsGf – Nero

2013
R_Evoluzione
feat feat Picchio ‘Banda Bassotti’, Elena Giuliani, Andrea Mei
Il luglio appiccicoso rialza la testa, un anno dopo in Piazza Alimonda,
(continua)
inviata da DoNQuijote82 9/2/2012 - 19:25
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

Ion Cazacu

[2011]
Album :CsGf – Nero

2013
R_Evoluzione
feat Picchio ‘Banda Bassotti’, Alina, Florina, Violeta Cazacu

Per la storia di Ion si veda Canzone per Ion e Ion
Notti e giorni come neve
(continua)
inviata da DoNQuijote82 9/2/2012 - 19:22
Downloadable! Video!

A Nation Rocked to Sleep

‎[2004]‎
Canzone scritta dalla sorella di Casey Sheehan (1979–2004), soldato statunitense morto in Iraq, la ‎cui madre, Cindy Sheehan, divenne subito dopo ‎una delle figure più in vista del nuovo movimento contro la guerra (vedi Song for Cindy Sheehan e Ballad of Cindy Sheehan).‎



In questa testimonianza di Cindy Sheehan, la canzone scritta ‎dalla figlia in morte del fratello viene messa in relazione con la poesia A Dead Statesman di Rudyard Kipling ‎ed entrambe vengono dedicate all’ex presidente George W. Bush che nel 2004 inaugurava il suo ‎secondo mandato all’insegna della guerra…‎
Have you ever heard the sound of a mother screaming for her son?
(continua)
inviata da Bartleby 9/2/2012 - 13:44

My Boy Jack

‎[1915]‎
Musica per voce e pianoforte della compositrice inglese ‎‎Betty Roe, 1993.‎



Con Gethsemane e A Dead Statesman, un’altra poesia di Kipling dedicata alla prima guerra mondiale e, in ‎particolare, al figlio John, ucciso a diciott’anni nel 1915 nel corso delle prime fasi della battaglia di ‎Loos, nel Nord-Pas-de-Calais francese.‎
Il corpo di John Kipling fu ritrovato solo nel 1992 in una sepoltura comune e la definitiva certezza ‎che quei resti fossero proprio del figlio del grande scrittore inglese si è avuto solo nel 2010, quasi ‎cento anni dopo l’orribile morte che, come tanti, trovò in quella terribile battaglia…‎
‎“Have you news of my boy Jack?”
(continua)
inviata da Bartleby 9/2/2012 - 11:45
Video!

A Dead Statesman

‎[1918]‎
Da “Epitaphs of the War”, raccolta di epitaffi in memoria di coloro che caddero nel primo conflitto ‎mondiale.‎
Prima pubblicazione nel 1919 nella raccolta intitolata “The Years Between”.‎
Musica del compositore americano Ned Rorem da ‎‎“Evidence of Things Not Seen” (1997), trentasei canzoni per soprano, alto, tenore, baritono e ‎pianoforte.‎
Trovata su The Lied, Art Song and Choral Texts Archive.‎

Canzone del vecchio uomo politico che, una volta trapassato, è costretto ad incontrare nell’aldilà ‎tutti i giovani che, grazie alle sue menzogne, hanno tovato una morte orrenda nelle trincee ‎d’Europa… E si chiede quale balla raccontare ancora a quei ragazzi incazzati ed ingannati…‎


Non dimentichiamoci che Kipling perse un figlio nel corso della prima guerra mondiale: John era ‎giovanissimo, voleva arruolarsi ma non era idoneo per via di una forte miopia. Così suo padre si ‎rivolse... (continua)
I could not dig: I dared not rob:‎
(continua)
inviata da Bartleby 9/2/2012 - 11:19
Video!

Tutti hanno un cuore

Chanson italienne – Tutti anno un cuore – Francesco De Gregori – 1996

« Tous ont un cœur » fait surgir de sinistres éclairs d'inquiétude juvénile... « Dans la première partie, on parle de gêne sociale. La seconde par contre est inspirée d'un voyage au Chili avec des amis chiliens qui pour la première fois rentraient au pays après la chute de la dictature de Pinochet. J'arrivai à Santiago aux premières heures de l'aube. De l'avion s'écoula un flot de personnes qui se dirigeait avec des charrettes et des caisses vers une décharge de détritus pour chercher quelque chose à vendre ou à manger. C'est le thème de la démocratie manquée. En somme, les Chiliens libres d'aller leur chemin, de dire ce qu'ils ont envie, mais pas encore libres ? La démocratie en fait peu manquer soit de la faute de colonels, soit car on empêche les jeunes de grandir et d'étudier. Et alors, ce n'est pas seulement un problème du tiers-Monde. »

Interview au Corriere della Sera, 1996
TOUS ONT UN COEUR
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 9/2/2012 - 10:07
Video!

Alabama Earth (at Booker T. Washington’s Grave)‎

‎[1928]‎
Nella raccolta “The Dream Keeper and Other Poems”, 1932.‎
Nel disco “An Anthology of African American Poetry for Young People” edito dallo Smithsonian ‎Folkways Institute nl 1990.‎
Musica del compositore americano Harold W. Stilson, 1956.‎
Trovata su The Lied, Art Song and Choral Texts Archive.‎


Nel 1927 Langston Hughes visitò la Tuskegee University dell’Alabama diretta dal 1881 da un ‎personaggio straordinario, Booker Taliaferro Washington (1856-1915), un ex schiavo ‎afroamericano che si laureò alla Hampton University e poi divenne educatore, scrittore, oratore e ‎uomo d’affari, il più prestigioso afroamericano della sua epoca. I suoi buoni rapporti con il ‎presidente Roosevelt e con molti magnati bianchi, filantropi di orientamento liberal come Carnegie, ‎Taft e Rockefeller, valsero a Booker T. Washington fondi ingenti che egli destinò integralmente alla ‎costituzione di... (continua)
Deep in Alabama earth
(continua)
inviata da Bartleby 9/2/2012 - 08:51
Video!

God to a Hungry Child

In “Good Morning Revolution: Uncollected Social Protest Writings by Langston Hughes”, ‎Lawrence Hill, 1973.‎
Musica del compositore e pianista americano Frederic Rzewski (1938-) per la sua "Lullaby: God to ‎a hungry child" [per baritono, vibrafono e clarinetto] nella composizione intitolata “Three songs”.‎
Trovata su The Lied, Art Song and Choral Texts Archive.‎
Hungry child— ‎
(continua)
inviata da Bartleby 8/2/2012 - 14:09
Video!

He Had a Long Chain On

EGLI TRASCINAVA UNA LUNGA CATENA
(continua)
inviata da Bartleby 8/2/2012 - 13:04
Video!

Highwayman

In realtà questa canzone è originariamente di Jimmy Webb (del 1977), solo nel 1984 ne è stata incisa la versione più famosa degli Highwaymen (Johnny Cash, Willie Nelson, Kris Kristofferson e Waylon Jennings).
Alberto 7/2/2012 - 15:54
Video!

Tredici milioni di uomini

Chanson italienne - Tredici milioni di uomini - Emilio Jona

Le texte est repris du Deposito, un site jumeau. Emilio Jona, avocat, est un écrivain, poète et spécialiste de la culture populaire. Parmi ses œuvres : Le canzonette che fecero l'Italia [Les chansonnettes qui firent l'Italie](1962) e le recueil de poésies : La cattura dello splendore [La capture de la splendeur] (1998). Pour la Metelmi, il a écrit l'essai Esperienze di teatro per un territorio [Expériences de théâtre pour un territoire], publié dans La piazza del popolo [La place du peuple](1998)... Collaborateur des Cantacronache, cette chanson fut écrite par lui dans la période des années 1950. la musique est de Fausto Amodei
TREIZE MILLIONS D'HOMMES
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 7/2/2012 - 12:28
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

grazie a voi ragazzi,sono tornato per un po'bambino..quando la mia povera mamma me la cantava sottovoce come ninna nanna...be'l'ho anche sentita trasmettere-non ci crederete-ma con tanta malinconia dalla rai(eiar)anche dopo la guerra..penso anch'io che sia la piu' bella canzone del mondo,e dovrebbe essere un inno alla pace............
bruno 7/2/2012 - 00:16
Downloadable!

La ballata delle rivolte

Chanson italienne - La ballata delle rivolte – Resto Mancha – 2005
Texte et musique de Germano Bonaveri

Quand Lada s'échappa de la guerre, à Sarajevo, c'était une enfant. Lada est ma soeur, elle l'est devenue. Lada a de toute façon été chanceuse; pendant que nous regardons la télévision et nous horrifions pour la férocité de l'homme, des enfants meurent en épaulant le fusil, quand ils devraient sourire en s'enlaçant dans une ronde. Il y a à avoir honte du genre humain, parfois.

Je crois bien que Germano Bonaveri a raison... Il y a de quoi avoir honte de ce genre de gens...
Rappelle-toi ce que disait Jacques Brel :

« Pauvre monde, insupportable monde
C'en est trop, tu es tombé trop bas
Tu es trop gris, tu es trop laid ;
Abominable monde. »

Il le disait dans une chanson intitulée L'HOMME DE LA MANCHE , ce qui devrait bien se dire en italien : L'Uomo della Mancha.... Je dis cela en... (continua)
LA BALLADE DES RÉVOLTES
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 6/2/2012 - 12:22
Downloadable! Video!

Seek and Destroy

CERCA E DISTRUGGI
(continua)
inviata da Andrea - andrea_aslan86@hotmail.it 5/2/2012 - 18:23
Video!

The Day That Never Comes

IL GIORNO CHE NON ARRIVA MAI
(continua)
inviata da Andrea - andrea_aslan86@hotmail.it 5/2/2012 - 18:19
Downloadable!

Everything's Fine

[2002]
Lyrics & Music by Ethan Miller and Kate Boverman
Album: In Times of War

"We wrote this song in first days of Afghanistan war.."
Turn on the television
(continua)
inviata da giorgio 5/2/2012 - 13:30
Video!

Old Jim Crow

Ricordiamo che Jim Crow ("Jim Cornacchia") era il soprannome dispregiativo collettivo che i bianchi razzisti del sud davano a ogni persona di colore. [CCG/AWS Staff]
Old Jim Crow
(continua)
inviata da DonQuijote82 5/2/2012 - 10:43
Video!

Partisan

[2010]
Album:Super 8
Non ne pense pas à hier
(continua)
inviata da adriana 5/2/2012 - 09:22

Prisonniers

[2006]
Album:La lanterne magique
Les mots des prisonniers s'enfuient
(continua)
inviata da adriana 5/2/2012 - 09:18
Video!

Frontière

[2006]
Album:La lanterne magique
Du lieu, ne me souviens plus
(continua)
inviata da adriana 5/2/2012 - 09:02

Liberté

[2006]
Album:La lanterne magique
D'Afrique, de Chine ou d'ailleurs
(continua)
inviata da adriana 5/2/2012 - 08:55
Downloadable!

La ballata delle rivolte

Prima di scrivere 'ste cose... rilassati con un po' di trash metal!
CCG/AWS Staff 5/2/2012 - 00:57
Video!

Bring Them Home

[1974]
Scritta da Paddy McGuigan e da lui interpretata insieme al suo gruppo de The Barleycorn nell’album intitolato “The Winds Are Singing Freedom”.
Ripresa dai Dublin City Ramblers nel loro “Irish Republican Jail Songs” del 1978.

Il MacSwiney (talora Mc Sweeney) citato nella prima strofa è Terence MacSwiney (1879-1920), drammaturgo, scrittore e militante repubblicano irlandese, morto il 25 ottobre 1920 nella prigione di Brixton, Londra, dopo 74 giorni di sciopero della fame.

Nella prigione di Brixton furono rinchiuse anche parecchie militanti repubblicane e combattenti dell’IRA, come le famose irriducibili “Price Sisters”, Dolours (scomparsa nel 2013) e Marian, anche loro protagoniste di un lungo sciopero della fame per ottenere di essere trasferite in carceri sul territorio dell’Ulster.

(introduzione a cura di Bernart Bartleby)
In the jail that held Mc Swiney
(continua)
inviata da DonQuijote82 4/2/2012 - 23:39
Downloadable! Video!

C'è un mondo che si muove

[2011]
Testo di Luca Bassanese
Album: C'è un mondo che si muove!

"C'è un mondo che si muove per ridare vita alla parola pace,
denunciando ogni pensiero di guerra che si radica nella nostra vita e nel nostro territorio.." (Luca BAssanese “...a tutti gli abitanti del pianeta terra)
C'è un mondo che si muove,
(continua)
inviata da giorgio 4/2/2012 - 19:13




hosted by inventati.org