Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2010-12-13

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

Few Are the Proud and the Many Are Dead

[2004]
Lyrics & Music by Paul Ethix

Techy, metally, assrapingly punk..
"This one's about how military expenditure is a waste of money that could be used to help those in serious need.."
Superiority – of power and wealth and control.
(continua)
inviata da giorgio 13/12/2010 - 21:09
Video!

Quel fischio sopra la pianura

Chanson italienne - Quel fischio sopra la pianura - Fabrizio Moro
LE SIFFLEMENT SUR LA PLAINE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 13/12/2010 - 20:59
Video!

Oltre

Chanson italienne – Oltre – Gang

Une stupéfiante chanson des Gang qui parle de l'importance de reprendre notre liberté, même si quelqu'un, au pouvoir, nous la dénie.
PAR DELÀ
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 13/12/2010 - 17:46
Downloadable! Video!

Io te cerco scusa

Complimenti......poesia bellissima.
piena di pensieri intensi rivolti ad una realtà dura.
Un'altra volta complimenti
Ciao
da tre studentesse *******,****** e *******
Di una scuola media
M.V,G.M E D.C 13/12/2010 - 15:56
Video!

I Say a Little Prayer

[1967]
Album “The Windows Of The World”
Parole di Hal David
Musica di Burt Bacharach

Una bellissima canzone d’amore (famosa anche nella versione di Aretha Franklin, di un anno successiva) che, nelle intenzioni del suo autore, Hal David, voleva essere la preghiera di una donna per il ritorno dell’amato dalla guerra in Vietnam (fonte: en.wikipedia). David, come dimostra pure un’altra canzone dell’album, The Windows of the World, era molto preoccupato per la guerra, anche perché all’epoca aveva due figli in età da soldato.
Ooh...ooh...ooh...
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 14:38

Prejudice

[1990]
Lyrics & Music by Adrian J. Pratt
Album: Passions, Pains and Protestations

"FIGHT AGAINST IT... It's a cancer in the world, breeding fear and exploitation, trampling justice into frustration... we don't need this blind, cold, calculated prejudice.
'We all can be so prejudice' We all have our 'us and them' moments. We hide names we seldom speak out loud to describe those we consider 'different'.

Maybe it's fear. Maybe it's ignorance. It's not helpful. Its like a cancer that prevents us from discovering the riches that those who are 'not the same' as us can enrich our lives with.

The song itself doesn't need much explanation. It was written not long after the Berlin Wall came down (1989)... when there was a spirit of optimism still in the air.

The sound sample is of South African Methodist Bishop Stanley Mogoba, who was imprisoned along Nelson Mandela at Robben Island,... (continua)
Prejudice.. prejudice..
(continua)
inviata da giorgio 13/12/2010 - 13:22
Video!

The Windows of the World

[1967]
Album “The Windows Of The World”
Parole di Hal David
Musica di Burt Bacharach

Hal David scrisse questa canzone ispirato da Where Have all the Flowers Gone e Blowin' in the Wind oltre che dal fatto di avere due figli maschi di età giusta per essere chiamati alle armi in piena guerra in Vietnam…
Un brano che fa senz’altro il paio con What the World Needs Now Is Love.
The windows of the world are covered with rain,
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 13:18
Video!

What’s Next

[2008]
Album “Anthems for the Damned”

cover

“… Prendi dei soldati e sbattili nella sabbia, strappa via il bambino dall’uomo, non è difficile rimanere inghiottiti, George Bush ci ha fottuti, guarda le menzogne che ha seminato…”
They just keep swallowing us
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 12:50
Video!

Rouge

(1993)
Parole e musica di Jean-Jacques Goldman
Y aura des jardins, de l'amour et du pain
(continua)
inviata da Monia 13/12/2010 - 12:24
Video!

Soldiers of Misfortune

[2008]
Album “Anthems for the Damned”

Una canzone che pare sia stata ispirata a Richard Patrick da una lettera ricevuta da un fan, un ragazzo arruolatosi nell’esercito per potersi pagare il college e poi, proprio prima di completare il suo ciclo di studi, spedito in Iraq e là ucciso pochi giorni prima di terminare il suo periodo di servizio attivo….
I’d like to break free from here
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 11:54
Video!

Shame on You (to Keep My Love From Me)

[2007]
Album “Ten Feet High”

Per il suo debut album da solista la bella Aindréa Sinéad Ó Corra scrisse una canzone d’amore che si trasformò in canzone contro la guerra (e soprattutto contro il coinvolgimento britannico in Iraq e Afghanistan) dopo la lettura di “Birdsong”, racconto di vite travolte dal primo conflitto mondiale scritto nel 1993 dal giornalista britannico Sebastian Faulks.
You left me thinking what a bore
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 11:28
Video!

Le pouvoir des fleurs

IL POTERE DEI FIORI
(continua)
inviata da Monia 13/12/2010 - 11:10
Video!

Harrowdown Hill

[2006]
Album “Eraser”

Una canzone scritta dal frontman dei Radiohead per il suo debutto in solitario.
Harrowdown Hill, vicino al villaggio di Longworth nell’ Oxfordshire inglese, è il luogo in cui nel luglio del 2003 fu trovato il corpo senza vita di David Kelly, un noto scienziato britannico esperto in biotecnologie, consulente del Ministero della Difesa ed ex-ispettore dell'ONU in Iraq.

Un paio di mesi prima il giornalista della BBC Andrew Gilligan aveva pubblicato un articolo relativo ad una sua intervista allo scienziato in cui Kelly sosteneva la totale falsità del dossier del governo Blair sulle presunte armi di distruzione di massa in possesso di Saddam Hussein, dossier che du determinante per l’avvio della seconda guerra del Golfo e la definitiva distruzione dell’Iraq.
Lo scandalo suscitato dall’intervista determinò l’istituzione di una commissione d’inchiesta parlamentare, presieduta... (continua)
Don't walk the plank like I did
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 10:50
Video!

(Don't) Give Hate a Chance

[2005]
Album “Dynamite”.
Scritta da Jason Kay, Rob Harris e Matt Johnston.
Il singolo fu lanciato attraverso un video, realizzato in computer grafica, che rende omaggio alla famosa “La linea” del cartoonist italiano Osvaldo Cavandoli.
Why can't we be (together)?
(continua)
inviata da Bartleby 13/12/2010 - 09:51
Downloadable!

Rich People in an Age of Hunger

[1982]
Lyrics & Music by Adrian J. Pratt
Album: Passions, Pains and Protestations

"Poverty breeds frustration. Frustration breeds violence. We reap what we sow.
This one recorded using Zelda and Frank... my Hofner Everything vintage guitar and Bass.... with a little help from the drum machine!"
When I was hungry, you never fed me
(continua)
inviata da giorgio 13/12/2010 - 08:25
Downloadable! Video!

Non ho scordato

da L'esploratore (2010)

Grazie a Pierangelo che ha trascritto il testo.
I nostri anni migliori imbottiste di odio
(continua)
12/12/2010 - 23:42
Video!

Easter Parade

(1985)
Album: The Country Of The Blind

The jaw-dropping cynicism of Thatcher's victory parade still angers me today. It was to be an overtly jingoistic celebration. Troops who had fought were to march along with their bayonets fixed and buttons gleaming. Except the ones who'd come home with unsightly injuries. They - the ones who'd given the most for the cause - weren't invited in case they spoilt the jubilation with the horror of truth. After a media furore, some were belatedly asked along.
(Dust On The Stylus)

L'incredibile cinismo della parata della vittoria della Thatcher mi fa ancora oggi arrabbiare. Fu una celebrazione apertamente sciovinista. Le truppe che avevano combattuto dovevano marciare armate di baionette e con i bottoni scintillanti. Eccetto quelli che erano tornati a casa con ferite inguardabili. Loro - quelli che avevano dato di più per la causa - non furono invitati... (continua)
Dressed to kill one cool spring morning
(continua)
12/12/2010 - 18:56
Downloadable! Video!

You Have a Theory, I Have a Gun

What is "You Have a Theory, I Have a Gun" about?

Well, had we wanted to compose an essay or a dissertation, I am sure that we would have, but instead we composed a song, so I am going to have to let that work stand on its own. Although not as complex or intriguing as a Joyce piece, I believe the lyrics speak for themselves, and your fine readers will be able to embrace the nuance of the work below:
Sid Jagger
We're looking for a few good men willing to sacrifice the things they don't value
(continua)
12/12/2010 - 17:53
Video!

Send Them Kids to War

I hear the whisper on the television
(continua)
12/12/2010 - 17:45
Downloadable! Video!

Shiloh Town

La Battaglia di Shiloh, conosciuta anche come Battaglia di Pittsburg Landing, fu uno dei maggiori fatti d'arme del fronte occidentale della Guerra di secessione americana, avvenuto tra il 6–7 aprile 1862, nel SO del Tennessee. Le forze confederate sotto i Gen. Albert Sidney Johnston e Pierre Gustave Toutant Beauregard lanciarono un attacco a sorpresa contro l'esercito unionista di Ulysses S. Grant e furono a un passo dal vanificare la sua invasione del Tennessee. Una fiera resistenza unionista e l'arrivo di rinforzi dal Gen. Don Carlos Buell il 7 aprile fecero mutare la sorte del combattimento e le forze confederate furono costrette a ritirarsi da uno dei più cruenti campi di battaglia fino a quel momento dell'intera storia degli Stati Uniti d'America.

Interpretata anche da Mark Lanegan
It is so cold in Shiloh Town
(continua)
12/12/2010 - 17:23
Downloadable! Video!

Kingdom Coming (the Year of the Jubilo)

[1865]
Lyrics & Music by Henry Clay Work

"Let me refer you to the song, "KINGDOM COMING, The year of the Jubilo", written by Henry Clay Work whose father spent some time in prison for helping thousands, YES THOUSANDS of slaves to freedom on the underground railway. Mr. Clay was a "fire-breathing dragon" of an abolitionist. As far as I can remember them, the words to "Kingdom Coming", which he deliberately wrote in "Darky dialect".
By the way, he was from Hartford, born in Middletown, Connecticut.."

Parole e musica di Henry Clay Work (1832–1884), compositore e songwriter americano che scrisse le sue canzoni più famose durante la Guerra civile.

Non ci si lasci ingannare dall’uso da parte dell’autore di un ridicolo inglese “da negri”: Henry Clay Work era – come tutta la sua famiglia – un fervente abolizionista. La sua casa nel Connecticut divenne una tappa sull’Underground Railroad,... (continua)
Say, darkies, hab you seen de massa, wid de muffstash (1) on his face,
(continua)
inviata da giorgio 12/12/2010 - 15:14
Downloadable! Video!

Addio mia bella addio

anonimo
bellissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!! noi a scuola la cantiamo per la nostra recita!!!!! vai anto venditti sei superfantastico !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
alice the best 12/12/2010 - 15:10
Downloadable! Video!

'Ηταν ο τόπος μου [1944]

Versione italiana di Gian Piero Testa
ERA IL LUOGO MIO
(continua)
inviata da Gian Piero Testa 12/12/2010 - 09:54
Downloadable!

Father Abraham

[2000]
Lyrics & Music by Rob Lincoln

"The recent bicentennial of Lincoln's birth is over, but here's a song written in 2000 that celebrates his life and legacy. It also addresses the historical revisionism with a very common sense approach. It's a simple song but has one of the best build-ups as far as an arrangements I've done thus far".

...Between ourselves: did 'Honest Abe' really want to set the slaves free ?
He maybe did it strictly for politics.. He never freed any slaves.
The Emancipation Proclamation applied only to Confederate States, which did not recognize Lincoln's authority at the time because they considered themselves to be a separate country...
The year was 1858
(continua)
inviata da giorgio 12/12/2010 - 09:48
Video!

Two Brothers

DUE FRATELLI (UNO VESTIVA DI BLU E UNO VESTIVA DI GRIGIO)
(continua)
inviata da giorgio 12/12/2010 - 09:38
Downloadable! Video!

Charleston Town

[1984]
Lyrics & Music by Rob Lincoln

A Civil War ballad and love story. For Civil War buffs and those who want to hear a real weeper.

"Charleston Town is my first true historical ballad, in that although it is historical fiction, it is not an allegory but a straight story. I had been inspired by reading The Red Badge of Courage and my Civil War history class at Temple as the backdrop of this tale of lost love. This version is quite a bit different than the version L&L used to perform. It also contains an additional verse. Some background – Charleston was reduced to rubble by the end of the war. This union soldier was originally stationed there prior to the war".
The daffodils were in bloom
(continua)
inviata da giorgio 12/12/2010 - 09:30
Video!

Το λιονταρόπουλο

Versione italiana di Gian Piero Testa
LA LEONCELLA
(continua)
inviata da Gian Piero Testa 12/12/2010 - 09:28
Downloadable!

Who Will Care for Mother Now?

Charles C. Sawyer
CHI AVRÀ CURA DELLA MAMMA ORA ?
(continua)
inviata da giorgio 12/12/2010 - 09:20

Πώς να τραγουδήσω [Τελευταίο μέρος]

Versione italiana di Gian Piero Testa
COME CANTARE (Ultima canzone)
(continua)
inviata da Gian Piero Testa 12/12/2010 - 01:02
Video!

Wake Me Up When September Ends

Se interessa, nella pagina di Wikipedia relativa alla canzone viene confermato il commento di chi diceva che la canzone è ispirata alla morte del padre del cantante dei Green Day. Eccola:

http://it.wikipedia.org/wiki/Wake_Me_U...
Luca 'The River' 12/12/2010 - 00:37
Video!

Nobody's Fault

Signore, forse sto sognando, che altro potrebbe essere?
(continua)
inviata da Mirko 12/12/2010 - 00:17
Video!

San Francisco (Be Sure to Wear Some Flowers in Your Hair)

Una Super Cover! Interpretata dalla magnifica voce di Bobby Solo!!! Sempre grande Bobby!
Elvis 11/12/2010 - 11:29
Downloadable!

Teddy

[1982]
Lyrics & Music by Rob Lincoln

"My first of many many historical songs, and one of a number about presidents:
"Teddy" represents one of the subjects I would return to again and again – American History. Theodore_Roosevelt
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/...
This is the first of more than half a dozen songs I've written about presidents. It's about Teddy Roosevelt, of course.
Incidentally, recently a book came out specifically about Teddy's expedition to the River of Doubt. It's called River of Doubt and it's a great read. I highly recommend it.
http://en.wikipedia.org/wiki/Roosevelt...
The photo is of Teddy during his almost fatal expedition to the River of Doubt.
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/...
Moustachioed man with wire eyeglasses
(continua)
inviata da giorgio 11/12/2010 - 09:14
Video!

Anymore

"Anymore" is a song recorded by country music artist Travis Tritt. It is the second single released from his 1991 album It's All About To Change. It peaked at #1 in both the United States and Canada, becoming his second number-one hit in the United States, and his fourth number-one in Canada.

The music video was directed by Jack Cole, and was the first of three Travis Tritt music videos that tell the story of a crippled veteran named Mac Singleton. Travis Tritt plays Mac, who's struggling through his time at a rehabilitation clinic after being injured in a war, and has nightmares about it every night. He meets a friend named Al (played by Barry Scott) after waking up from one of his nightmares. Mac is also struggling from being away from his wife Annie. It was featured in CMT's 100 Greatest Music Videos in 2004, where it ranked at #64

From Wikipedia
I can't hide the way I feel about you anymore
(continua)
inviata da Jason Voorhes 11/12/2010 - 05:46
Video!

Le vent nous portera

Sulla traduzione di le vent nous portera....

Un instantané de velours..... nella traduzione italiana viene tradotto come un caffè solubile....ma cazzo.... io che sono profano e non so nulla di francese l'ho capito.... e il traduttore no? un'istantanea è parola che esiste anche in italiano e vuol dire fotografia.... quindi è corretto tradurre un'istantanea di velluto.... la precisione questa sconosciuta eh...???
(Omar)

Questo sito si rivela sempre più pieno di gran "traduttori" che desiderano un istante di attenzione; come disattenderli? La cosa curiosa è che, in parecchi casi si dichiarano "profani", e, addirittura incazzati, si espongono a autentiche figure di merda, come il nostro Omar. Il quale, non sapendo nulla di francese (cosa ammessa da lui stesso), ignora evidentemente che, in tale lingua "un istantané" (al maschile, abbreviazione di "café instantané") è quella roba tipo il Nescafé;... (continua)
11/12/2010 - 01:27
Downloadable!

Στο παζάρι του φονιά

Versione italiana di Gian Piero Testa
AL MERCATO DEL BRIGANTE
(continua)
inviata da Gian Piero Testa 11/12/2010 - 00:46
Video!

Blackbird

"Durante i concerti, alle spalle della band, venivano proiettate immagini di Martin Luther King, Rosa Parks..."
Penso che questa frase si riferisca ai concerti di Paul McCartney perché i Beatles non hanno fatto concerti dal vivo dopo la pubblicazione di "Revolver"
Lorenzo 11/12/2010 - 00:32
Downloadable! Video!

Easily

da "Californication" (1999)
Easily let's get carried away
(continua)
11/12/2010 - 00:22

Chamaroot

Chamaroot non lo tradurrei AMICO che si traduce FREUND. Piuttosto tradurrei Camerata Kamarade che nei dialetti Bavaro-tirolesi si pronuncia Kamarot. Non voglio fare il professore ma, avendo vissuto tanti lustri in provincia di Bolzano conosco bene il dialetto sud-tirolese, meglio dell' Hochdeutsch. Viderschaun, sou isch.
Lucio Ronco - Friulano Doc 10/12/2010 - 23:42
Video!

Storia mia e di due come me

Chanson italienne – Storia mia e di due come me – La Tresca
MON HISTOIRE ET CELLE DE DEUX COMME MOI
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/12/2010 - 22:26
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
BELLA CIAO cantata da GINO PAOLI e DON GALLO l'8 dicembre 2010 a Genova

gianfranco ginestri --- ex del 10/12/2010 - 15:07
Downloadable! Video!

Siamo gli operai

Chanson italienne – Siamo gli operai – Fabrizio Varchetta – 2008

Le 6 décembre 2007 à Turin à la fabrique Thyssen Krupp éclata un incendie à cause de la rupture d'une vanne. Une chose simple, un incident qui aurait produire en Allemagne seulement un peu de peur mais qui, là, fit sept victimes : Rocco Marzo, Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Rosario Rodinò, Bruno Santino, Giuseppe Demasi.
À cette tragédie due à l'incurie et à la non-observance des règles les plus élémentaires de sécurité au travail, à ce massacre, l'instinct le plus fort commande de répondre avec un hurlement d'indignation, et c'eût été la manière la plus simple.
Du dedans, de mon travail quotidien d'ouvrier, je sentis naître quelque chose de plus fort que la rage; je sentis le devoir d'élever la voix et de dire : « Nous sommes ». Je regardais mes camarades de travail et je voyais d'inconscients et obéissants... (continua)
NOUS SOMMES LES OUVRIERS
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/12/2010 - 15:01
Downloadable!

Soviet Reunion

[2004]
Lyrics & Music by James Earthenware

This song is partly about the tragic life of Léon Theremin, inventor of one of the of the first electronic instruments in the 1930's. He ended up owing too much money to banks to continue developing his futuristic devices. So he returned to Russia, only to be thrown into a concentration camp until he was released and forced to invent things of Military significance (such as the world's first bugging device).
I brought Albert Glinsky's biography of Theremin but I couldn't read it because it was too depressing. It is a great injustice that of the smartest people of the last 100 years could not find the freedom to pursue his dreams in either "Democratic" or "Socialist" states due to the respective economic and ideological restrictions that each culture imposed to discourage individuals them from pursuing anything idealistic or radical.
Even... (continua)
Dangerous ideals, I fear this state
(continua)
inviata da giorgio 10/12/2010 - 14:01
Downloadable!

Protest Song

[2003]
Lyrics & Music by James Earthenware
Album: Prototype Jive

"If you ever see a compilation LP (Vinyl) called "Songs Of The Protest Era" it is absolutely one of the best records ever made. Every song features incredibly weird guitar sounds/timing changes, genius lyrics that cut to bone and most importantly the most naive and defiant melodies and harmonies ever written.
In my homage to the genre I think I got the lyrics right but my guitar playing is too post-punk and I don't have the angelic voice required to deliver the lyrical venom in a deceptively sweet voice.
People dug it when we performed this live with an ad lib harmonica solo in the middle. Don't like playing it anymore however because it doesn't fit in with the rest of the songs and it's too depressing..
and my political contention is....
The population of "democratic" countries are living under the illusion that... (continua)
No one can hear a word that we say
(continua)
inviata da giorgio 10/12/2010 - 10:06
Downloadable!

Real People

[2002]
Lyrics, music, performance and recording by Doc Jazz
Album: The Musical Intifadah

Up-tempo groove calling on people to realize that Palestinians are people like everyone else, and therefore have a right to enjoy fundamental human rights.
(People.. Real People..)
(continua)
inviata da giorgio 10/12/2010 - 08:28
Downloadable! Video!

Contessa

Stavamo ascoltando la canzone degli MCR in macchina con persone che non conoscevano la versione di Pietrangeli. Quando siamo arrivati a casa abbiamo fatto delle ricerche sul web e siamo arrivati qui. Bel posto.
Mi piace il fatto che Pietrangeli parli di assenza del copyright, mi piacciono le due versioni.
Se qualcuno ne facesse una terza mi piacerebbe anche quella.
La varietà non fa mai male, la sterile contrapposizione sì.
Molte cose sembrano un controsenso:
a me piace la pace e mi piace la rivoluzione e se proprio devo esagerare mi piace una rivoluzione pacifica.
La guerra mai. Le guerre le fanno i potenti.
Ho 52 anni e mi piace ascoltare la versione di Pietrangeli, le mie amiche 26 e gradiscono ascoltare quella dei Modena.
Che male c'è?
Sergio Fabio Massimo
Sergio 10/12/2010 - 03:22
Video!

War War War

Yo! This King Yellowman.
(continua)
inviata da Anonymous 10/12/2010 - 00:34
Downloadable! Video!

Quaranta giorni di libertà

Carissimi, ho letto soltanto adesso - e me ne dispiace - il commento lasciato dal registra Leandro Catellani che ha fatto una giusta precisazione sulla canzone (ho verificato anche nel 45 giri in mio possesso) e mi ha lasciato dei gentili saluti che io e mia moglie Rita Barberis intendiamo ricambiare con affetto. Sono tanti infatti i ricordi di quelle straordinarie giornate, ma il pensiero più vivo è la stima e la simpatia che ha saputo infondere in tutti noi una persona e un registra - oltretutto molto bravo - come lui. Mi piacerebbe al proposito conoscere i suoi ultimi lavori e avere un recapito più diretto (anche per inviargli alcuni miei libri). Per quanto riguarda il film "Quaranta giorni di libertà", ho provveduto a mandarlo a chi me lo aveva richiesto e adesso ne sto predisponendo altre copie in DVD. Un abbraccio a tutti (e un saluto molto affettuoso a Leandro e alla sua Famiglia).
P.s.... (continua)
Giorgio Quaglia 9/12/2010 - 17:37
Video!

Candida l'ottimista

Version française – CANDIDE L'OPTIMISTE – Marco valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Candida l'ottimista - Tre Allegri Ragazzi Morti – 1994
CANDIDE L'OPTIMISTE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 9/12/2010 - 15:50
Video!

Feel Like a Number

[1978]
Album “Stranger in Town”

Una canzone che – mi pare – possa fare il paio con Working Class Hero.
Celebre anche la scena del film “Body Heat” (“Brivido caldo”) di Lawrence Kasdan (1981) dove “Feel Like a Number” viene cantata da uno splendido Mickey Rourke quasi esordiente.
I take my card and I stand in line
(continua)
inviata da Bartleby 9/12/2010 - 13:49
Downloadable! Video!

Chains of Gold

[2001]
Lyrics by David Kilpatrick

"Nope, it ain't traditional: I wrote this one. But one day you'll hear someone sing it and you'll think it's been around 150 years!
Sometimes you just pull a line out of the air, and for this one, I just sang the first verse out of nowhere. After that, it was easy to get the rest together. It's not like my usual singing but this is the way I thought it should sound. The tune is either traditional or so obvious and simple it should be"
I once met a man who was happy to be
(continua)
inviata da giorgio 9/12/2010 - 13:31
Downloadable! Video!

Tammurriata nera

'E vvote basta sulo 'na 'uardata,
e 'a femmena è rimasta sott''a botta 'mpressiunata.

anni fa mia nonna mi raccontava che all'epoca dell'occupazione alleata era incinta e quando camminava per strada aveva sempre il capo chino per non guardare in faccia i soldati di colore... le avevano infatti raccontato che bastava solo guardarli per partorire un bimbo nero... e lei se l'era bevuta....
Angelo 9/12/2010 - 12:55




hosted by inventati.org