Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2008-1-18

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Electric Funeral

FUNERALE ELETTRICO
(continua)
inviata da Adriano 18/1/2008 - 20:14
Video!

Sono nata il ventuno a Primavera

[2005]
Poesia di Alda Merini
A poem by Alda Merini
Musica e orchestrazione di Giovanni Nuti
Music and Orchestration by Giovanni Nuti


Con una dedyca a noi folly
di Ahmed il Lavavetri

Noi siamo nati il ventuno a Primavera, oppure il venticinque in autunno, il sette in estate o il quindici in inverno. Siamo nati sempre, perché siamo completamente pazzi, matti, folli, straniti, esagitati, cupi, infuocati, mesmerici, lattiginosi, verdi, levitanti, e non ci accontentiamo di realtà precostituite. Zolle? Noi apriamo qualsiasi cosa. Tempesta? Scateniamo anche la calma, la bonaccia, la pacificità che dichiarano più vento, quando ci sta, quando ci va, di un ciclone tropicale. Noi folly, che sovvertiamo le vocali, che innalziamo persino beffardi canti agli dèi quando il buio della mente sembra inghiottire ogni cosa, quando l'oscuro si fa vincente. Non ci resta che fabbricarcela, una luce tutta... (continua)
Sono nata il ventuno a primavera
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/1/2008 - 18:34
Video!

Le beatitudini

RINO VIVE
FEDE78 18/1/2008 - 17:37

Year Of Change

In a brilliant spring of 1968,
(continua)
inviata da C.Viadel 18/1/2008 - 13:22
Video!

Dogs Of War

[1995]
Album: "Dogs of War"
Lyrics/Testi: Byford/Glockler
Music/Musica: Saxon
Come to the reaper sing the song
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 17/1/2008 - 21:32
Video!

Walk On

Una canzone che ha assunto nel tempo un doppio significato: nata come omaggio ad Aung San Suu Kyi, la leader del movimento per il ritorno della democrazia nel Myanmar, nel 2001 è diventata una canzone simbolo della reazione del popolo statunitense agli attentati dell'11 settembre.

Altre canzoni su Aung San Suu Kyi:
Operation Visit Myanmar - Walk On - Aung San Suu Kyi - Guns and Bombs - Aung San Suu Kyi - Per San Suu Kyi - Lady, Lady - Suddenly - Peacock


Dall'album "All That You Can't Leave Behind" del 2000.

"The song was written about and dedicated to Aung San Suu Kyi. It is written in the form of a supporting, uplifting anthem, praising her for her activism and fighting for freedom in Myanmar. She has been intermittently under house arrest since 1989 for her efforts. Due to the political tribute of this album, those in Myanmar caught with possession of either the single for this song... (continua)
And love is not the easy thing
(continua)
inviata da Alessandro 17/1/2008 - 09:40
Video!

Sergio Endrigo: Mille lire

[1980]
Testo di Sergio Endrigo
Musica di Sergio Bardotti
Album: "...e noi amiamoci"

Mille lire, mille lire, che bellezza, ma si doveva cantare "Giovinezza"...
Ragazzina che mi salti addosso
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/1/2008 - 22:24
Video!

Chissà se è vero

Il brano "Chissà se è vero" è solo da poco reperibile su supporto CD nella sua versione originale anni Sessanta; per la precisione è contenuto in una peculiare compilation della Warner, uscita nel 2005 ed intitolata "Le più belle canzoni di Enzo Jannacci", contenente solo brani dello Jannacci antecedente al grande successo popolare ottenuto nel 1968 con "Vengo anch'io, no tu no":
Alberta Beccaro - Venezia 16/1/2008 - 13:09
Video!

Peaceable Kingdom

Un brano che fa riferimento agli attentati dell'11 settembre 2001. Dall'album "Vapor Trails", registrato nel corso del 2001 e uscito nel maggio 2002.
Away toward the clearing the sky
(continua)
inviata da Alessandro 16/1/2008 - 09:38
Downloadable!

Misteri paradisiaci



Il testo è ripreso dal Deposito - Canti di lotta, sito gemello.
In Paradiso ci succedon fatti strani
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/1/2008 - 01:50
Video!

Hawa Bairut

Link Pagina

Il brano è invece intitolato diversamente:
"Sakkarou el chaware’e” - “They barricaded the streets”

L'attribuzione ai fratelli Rahbani invece non deve stupire, perchè sono gli autori di quasi tutte le canzoni di Fairuz.
[Alessandro]
AIR OF BEIRUT
(continua)
inviata da Alessandro 15/1/2008 - 21:16

Our Digger's Song

The Greenham Common Women's Peace Camp Songbook

Greenham Common Women's Peace Camp was a peace camp established to protest at nuclear weapon being sited at RAF Greenham Common in Berkshire, England. The camp began in September 1981 after a Welsh group called "Women for Life on Earth" arrived at Greenham to protest against the decision of the Government to allow cruise missiles to be based there.

On 1 April 1983, tens of thousands of protestors formed a 14 mile human chain from Greenham to the Aldermaston nuclear power station and the ordnance factory at Burghfield.

On 4 April 1984, the women were evicted from the Common by Newbury District Council. However by nightfall the women all returned to reform the camp.

The last missiles left the camp in 1991 but the camp remained in place until 2000 after protestors won the right to house a memorial on the site.

en.wikipedia

Il Campo della... (continua)
In 1981 to Greenham
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 15/1/2008 - 20:37

You Say Our Earth is Out of Bounds (A Song For Molesworth)

The Greenham Common Women's Peace Camp Songbook

Greenham Common Women's Peace Camp was a peace camp established to protest at nuclear weapon being sited at RAF Greenham Common in Berkshire, England. The camp began in September 1981 after a Welsh group called "Women for Life on Earth" arrived at Greenham to protest against the decision of the Government to allow cruise missiles to be based there.

On 1 April 1983, tens of thousands of protestors formed a 14 mile human chain from Greenham to the Aldermaston nuclear power station and the ordnance factory at Burghfield.

On 4 April 1984, the women were evicted from the Common by Newbury District Council. However by nightfall the women all returned to reform the camp.

The last missiles left the camp in 1991 but the camp remained in place until 2000 after protestors won the right to house a memorial on the site.

en.wikipedia

Il Campo della... (continua)
You say our earth is out of bounds
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 15/1/2008 - 20:32
Downloadable!

Four Minutes to Midnight

The Greenham Common Women's Peace Camp Songbook

Greenham Common Women's Peace Camp was a peace camp established to protest at nuclear weapon being sited at RAF Greenham Common in Berkshire, England. The camp began in September 1981 after a Welsh group called "Women for Life on Earth" arrived at Greenham to protest against the decision of the Government to allow cruise missiles to be based there.

On 1 April 1983, tens of thousands of protestors formed a 14 mile human chain from Greenham to the Aldermaston nuclear power station and the ordnance factory at Burghfield.

On 4 April 1984, the women were evicted from the Common by Newbury District Council. However by nightfall the women all returned to reform the camp.

The last missiles left the camp in 1991 but the camp remained in place until 2000 after protestors won the right to house a memorial on the site.

en.wikipedia

Il Campo della... (continua)
Four minutes to midnight
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 15/1/2008 - 20:17
Downloadable! Video!

Aung San Suu Kyi

Throughout the 2003 tour, Wayne Shorter had constantly played his tribute to the pro-democracy Burmese leader, Aung San Suu Kyi.
Bigozine

Wayne Shorter Quartet
Live at Usher Hall, Edinburgh, Scotland, March 8, 2003

Lineup:
Wayne Shorter (ts, ss)
Danilo Perez (p)
John Patitucci (b)
Brian Blade (d)

[no words]
inviata da Alessandro 15/1/2008 - 17:25
Video!

Il diario di Anna Frank

c'è qualcuno che mi può inviare gli accordi??
15/1/2008 - 00:55
Video!

Illumination

2005
Gypsy punks: underdog world strike

Basically, it's an anti-war song- "that war/it never stops!" But it's more than that. He manages to dissect not only the roots of where war exists in our culture but also the helplessness of such understanding (nobody listens, nobody cares) while maintaining an advisory stature. Are we the only light there is? For ourselves we are. Hopeless? Not if you take care of your own.
from Pacifist War Games
Don't believe them for a moment
(continua)
14/1/2008 - 17:31
Downloadable! Video!

Baby I'm A Soldier

The son of Egyptian immigrants, Kareem was born and raised in Ponca City, Oklahoma. He spent his childhood immersed in Western United States culture, attending Rodeos and Pow Wows, while simultaneously learning his family's roots in Islam and Arabic culture. With a degree in Chemical Engineering and recenlty finishing Law School, he's on the road promoting his new album, "Generous Peace".

His voice is robust, sexy, and All-American Country soundin'. I love him! His musical sound is open-chord guitar with a lot of grounded piano sound supporting it. His lyrics are not officially "muslim" or "nasheeds" (Islamic gospel songs), but the subject matter is definitely "Halal" (ie for you non-muslims reading this, Halal means religiously permissible, as in the subject matter is about living a good life, it's not about forbidden things and isn't leading the listener to sin - not about adultery, greed, alcohol, or other illicit/amoral activities).
(from Rockin' Hejabi blog)
He was a soldier who’d only been married two or three years ago
(continua)
14/1/2008 - 15:39
Video!

La letania de los poderosos

Tú tienes la culpa tú,
(continua)
inviata da Alessandro 14/1/2008 - 14:24

La Paix

Je crois qu’on verra toujours
(continua)
inviata da Carles Viadel 14/1/2008 - 12:35

Les promenades de Paris

Les Promenades de Paris
(continua)
inviata da C.Viadel 14/1/2008 - 12:27

Larmes lointaines

Une chanson pour tous les enfants qui vivent entre la guerre.
Rassure toi, Rassure toi,
(continua)
inviata da C. Viadel 14/1/2008 - 12:16
Video!

Mein Berlin

Album: Farben
(1990)
Ich weiß, daß auf der Straße hier kein einz'ger Baum mehr stand.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 14/1/2008 - 07:32
Video!

Tieniamente

Un'altra versione dal vivo di Tieniamente fa parte del singolare concerto tenuto da Baglioni nell'emiciclo del Parlamento Europeo in data 13.9.2006.
La si trova - preceduta da un'introduzione parlata di Baglioni circa la genesi ed il significato del brano - a partire dal minuto 29'50''.
Ecco il link per scaricare il video del concerto in questione, che fu trasmesso televisivamente agli inizi del 2007:

http://www.reginella.net/download/euro...

Scaletta del concerto:

00’ 01’ Introduzioni parlate dei relatori
07’40’’ Intervista
09’05’’ Inno europeo (incipit)/Avrai – solo piano
15’20’’ Poster – solo piano
21’15’’ Un mondo a forma di te – solo chitarra
23’45’’ Io dal mare – solo chitarra
29’50’’ Tieniamente - solo piano
33’18’’ Nel sole nel sale nel sud – solo piano
38’50’’ Le mani e l’anima (ritornello) – solo chitarra
40’47’’ Ninna nanna nanna ninna - solo chitarra
43’30’’... (continua)
Alberta Beccaro - Venezia 13/1/2008 - 17:09
Video!

Ninna nanna nanna ninna

Una versione dal vivo - stavolta quasi completa: manca giusto il finale - di Ninna nanna nanna ninna fa parte del singolare concerto tenuto da Baglioni nell'emiciclo del Parlamento Europeo in data 13.9.2006.
La si trova a partire dal minuto 40'47''.
Ecco il link per scaricare il video del concerto in questione, che fu trasmesso televisivamente agli inizi del 2007:

http://www.reginella.net/download/euro...

Scaletta del concerto:

00’ 01’ Introduzioni parlate dei relatori
07’40’’ Intervista
09’05’’ Inno europeo (incipit)/Avrai – solo piano
15’20’’ Poster – solo piano
21’15’’ Un mondo a forma di te – solo chitarra
23’45’’ Io dal mare – solo chitarra
29’50’’ Tieniamente - solo piano
33’18’’ Nel sole nel sale nel sud – solo piano
38’50’’ Le mani e l’anima (ritornello) – solo chitarra
40’47’’ Ninna nanna nanna ninna - solo chitarra
43’30’’ Pace - solo piano
49’35’’ Go/Va’ - solo... (continua)
Alberta Beccaro - Venezia 13/1/2008 - 17:05
Downloadable! Video!

Naso di falco

HAWK NOSE
(continua)
inviata da Alberta Beccaro - Venezia 13/1/2008 - 11:52
Downloadable! Video!

Otto Settembre

Nizza 13.01.2008 00.31
"Vado a nanna fra poco"
De l'album "Un ticket de tram"
8 SEPTEMBRE
(continua)
inviata da Daniel Bellucci Nizza 13.01.2008 00.31 vado a nanna fra poco 13/1/2008 - 00:31
Video!

1943

(già il 2008!)

dédié à Else Lasker-Schuler
1943
(continua)
inviata da Daniel Bellucci 13.01.2008 00.07 (già il 2008!) 13/1/2008 - 00:07
Video!

Avrai

Questa invece è la versione ufficiale spagnola - abbastanza aderente all'originale italiano come senso globale del brano, ma non certo fedelissima su tutte le strofe - contenuta in un CD antologico di vari brani famosi di Baglioni in castigliano, intitolato "Siempre Aquì" (2006, Sony BMG)

Link Pagina

L'autrice della traduzione è Mila Ortiz.

Può sembrare curioso che nella traduzione ufficiale il titolo sia stato cambiato da "Avrai" (che si dice "tendràs") a "Vedrai" (che si dice appunto "veràs") ...
Se però solo si prova a sostituire l'uno all'altro vocabolo, ed a cantare la versione spagnola con il "tendràs", ci si renderà conto che così il ritornello, effettivamente, diventa un vero e proprio scioglilingua!:-)
VERÁS
(continua)
inviata da Alberta Beccaro - Venezia 12/1/2008 - 22:33
Video!

Uomini persi

LOST MEN
(continua)
inviata da Alberta Beccaro - Venezia 12/1/2008 - 22:21
Video!

Requiem

REQUIEM
(continua)
inviata da Alberta Beccaro - Venezia 12/1/2008 - 22:15
Video!

Cesare

[2001]

Tragicomica storia d'amore del partigiano Cesare che commette delitto passionale perchè, proprio mentre è in missione, scopre che la sua bella lo tradisce ... e per di più con un fascista :-)

Lo scenario della vicenda - tratteggiato da Jannacci con pochi ed essenziali tocchi - è ad ogni modo precisamente quello della lotta partigiana, sicchè credo che anche questa surreale figura di "fidanzato deluso" rappresenti, a suo modo, una voce capace di unirsi al grande coro di CCG.

La canzone (composta da Enzo Jannacci e Paolo Jannacci) è stata incisa per la prima volta dal cantautore milanese nell'album "Come gli aeroplani" (2001, Ala Bianca):

La medesima incisione è stata da Jannacci inserita anche nel doppio CD antologico "The Best" (2006, Ala Bianca):

- testo tratto dal booklet del CD "Come gli aeroplani" (nelle parti parlate compaiono peraltro, nel disco, alcune modeste variazioni rispetto ad esso) -
"Allora ... 'Cesare' era un nome di battaglia di un partigiano, chiamato 'Garibaldi'
(continua)
inviata da Alberta Beccaro - Venezia 12/1/2008 - 21:05
Downloadable! Video!

L'uomo a metà

Non ne avevo idea fino ad oggi, ma fortunatamente anche "L'uomo a metà" esiste online in video ... e per giunta in una versione live molto suggestiva, eseguita al piano elettrico da Enzo Jannacci nel febbraio 2003 presso gli studi di Mauro Pagani (co-arrangiatore e co-produttore, assieme a Paolo Jannacci, dell'omonimo album dal quale il brano è tratto, uscito proprio quell'anno: ), ossia le Officine Meccaniche di Milano.

La trovate - dopo una delle sue tipiche lunghissime introduzioni surreali ... che però a mio avviso vale la pena di guardare! :-) - a partire dal minuto 8'17'' del primo dei due video contenuti in questa pagina (il secondo video è una bella e lunga intervista, fattagli lo stesso giorno, nella quale fra l'altro Jannacci parla diffusamente dell'amico Giorgio Gaber):

http://www.kwmusica.kataweb.it/kwmusica

Nello stesso video segue poi, immediatamente, l'esecuzione dal vivo... (continua)
Alberta Beccaro - Venezia 12/1/2008 - 19:23




hosted by inventati.org