Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2006-4-28

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Nudo

(musica: V. Nocenzi / testo: F. Di Giacomo, 1997)
Hai mai visto un uomo di spalle?
(continua)
inviata da Alessandro 28/4/2006 - 23:16

Common Ground

Eccoci qui, vivi e liberi
(continua)
inviata da Alessandro 28/4/2006 - 22:09
Video!

Every Bloody Emperor

[2005]
Entirely written (lyrics and music) by Peter Hammill
Scritta interamente (testo e musica) da Peter Hammill
Album: Present

Il brano è tratto dall'album "Present" che, nel 2005, sancì il ritorno di uno dei gruppi più grandi ed amati del rock progressivo britannico. L'autore è sempre l'ispiratissimo Peter Hammill
By this we are all sustained: a belief in human nature
(continua)
inviata da Alessandro 28/4/2006 - 21:36
Video!

The Restless Consumer

dall'album "Living With War" (2006)

Per un'introduzione all'album vedi la title track

The people have heard the news
(continua)
28/4/2006 - 17:10
Downloadable! Video!

After The Garden

dall'album "Living With War" (2006)
Per un'introduzione all'album vedi la title track

Won't need no shadow man
(continua)
28/4/2006 - 17:08
Video!

Living With War

(2006)

Con la title track inizia l'inserimento dei testi del nuovo album di Neil Young. Dieci canzoni che prendono una fortissima posizione contro la guerra in Iraq. Un messaggio politico esplicito che arriva 36 anni dopo Ohio, ritrattando anche alcune dichiarazioni non propriamente pacifiste di Young all'indomani dell'11 settembre 2001.

I'm living with war everyday
(continua)
28/4/2006 - 17:06
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.. Abbiamo urgente bisogno di traduttrici/traduttori dal ceco, o comunque di persone che conoscano a sufficienza la lingua ceca da poter tradurre delle canzoni in italiano o in inglese. Contattateci! Vi promettiamo rigorosamente nessun soldo e nessuna gloria, ma solo fare qualcosa. Lo staff delle CCG.
Riccardo Venturi 28/4/2006 - 17:04
Video!

Hellequin Song

dall'album omonimo (2006)

Secondo una leggenda medievale di origine francese, Hellequin era il capo di una masnada di demoni reclutati tra i soldati morti in battaglia che venivano così costretti a continuare a combattere.
Di Hellequin parla ad esempio il trovatore Adam de la Halle in "Le jeu de la Feuillee" (ca. 1262), ma il personaggio è presente anche in Dante con il nome di "Alichino".
Hellequin è stato poi tramutato nel più innocuo "Arlecchino".


E hai scelto la figura di Hellequin proprio perché era uno spirito? Tra l'altro uno dei più forti perché era a capo dei Cortei dei Morti nel Medioevo

Sì, in qualche modo sì. Credo che purtroppo Hellequin sia difficile da calmare perché l'idiozia umana continua a generare guerre e fino a quando ci sarà guerra ci sarà Hellequin.

In un certo senso Hellequin è stato calmato, perché è stato tramutato in Arlecchino, anche col contributo... (continua)
Il carro di Arlecchino
(continua)
28/4/2006 - 16:34
Video!

Jak začala válka o korunu

Testo ripreso da questa pagina di testi.
Na prvního máje
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 28/4/2006 - 12:06

Občanka


Dalla pagina di Canzoni contro la guerra Proti válce ("Contro la guerra")di Martin Adámek

From the Antiwar Songs Page Proti válce ("Against War") by Martin Adámek


Album: 20 let písniček Honzy Nedvěda, 1993
Do kapsy občanku a k tomu korun pár,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 28/4/2006 - 11:52
Video!

Na kameni kámen


Dalla pagina di Canzoni contro la guerra Proti válce ("Contro la guerra")di Martin Adámek

From the Antiwar Songs Page Proti válce ("Against War") by Martin Adámek


Album: 20 let písniček Honzy Nedvěda, 1993
Jako suchej,starej strom,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 28/4/2006 - 11:47
Video!

V hospodě na rynku

[1990]
Musica di Jaromír (Jarek) Nohavica
Music by Jaromír (Jarek) Nohavica
Album: V tom roce pitomém


Dalla pagina di Canzoni contro la guerra Proti válce ("Contro la guerra")di Martin Adámek

From the Antiwar Songs Page Proti válce ("Against War") by Martin Adámek


Visita il SITO ITALIANO DI JAROMÍR NOHAVICA!: Discografia- Biografia- Testi – Traduzioni – Novità. A cura di Alessandro. Consigliato da CCG! Recommended by AWS!

V hospodě na rynku
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 27/4/2006 - 22:39
Video!

V tom roce pitomém [Žoldnéři]

[1990]
Testo e musica di Jaromír (Jarek) Nohavica
Lyrics and music by Jaromír (Jarek) Nohavica
Album: V tom roce pitomém


Dalla pagina di Canzoni contro la guerra Proti válce ("Contro la guerra")di Martin Adámek

From the Antiwar Songs Page Proti válce ("Against War") by Martin Adámek


Visita il SITO ITALIANO DI JAROMÍR NOHAVICA!: Discografia- Biografia- Testi – Traduzioni – Novità. A cura di Alessandro. Consigliato da CCG! Recommended by AWS!

V tom roce pitomém
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 27/4/2006 - 22:36
Downloadable! Video!

Festa d'aprile

[1948]
Di Sergio Liberovici e Franco Antonicelli
Interpretata originariamente da Giovanna Daffini poi anche dagli Yo Yo Mundi, dai Gang e dalle De' Soda Sisters
...con un grande saluto da parte nostra a Paolo Archetti Maestri

"Divertente" canzone composta da Sergio Liberovici e Franco Antonicelli, elaborando i testi degli stornelli che venivano mandati in onda dall'emittente partigiana Radio Libertà (che trasmetteva da Sala Biellese). Gli Yo Yo Mundi trasformano l'epica atmosfera della canzone in una ballata combat folk piena di contagiosa energia.

dal sito degli Yo Yo Mundi
È già da qualche tempo che i nostri fascisti
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 27/4/2006 - 21:19
Video!

Symphony no.3 (The Symphony of Sorrowful Songs)

La Sinfonia n°3 per orchestra e soprano, opus 36 - detta "The Symphony of Sorrowful Songs" (dei Canti Lamentosi) - è stata composta da Gorecki nel 1976 ed ha avuto molta notorietà nell'esecuzione della London Symphonietta diretta da David Zinman, con la voce della soprano Dawn Upshaw.

Tutti e tre i movimenti della Sinfonia parlano di figli strappati alla vita e alle loro madri da un nemico brutale: Maria di fronte alla croce, nel primo movimento (lo spunto è un poema polacco del XV secolo conosciuto come "Il lamento della Croce Santa"); una donna che piange il figlio ucciso forse in una ribellione e ne cerca il corpo insepolto, nel terzo movimento (ispirato ad una canzone popolare). Il secondo e centrale movimento è invece basato su una preghiera scritta nel 1944 sul muro di una cella di un carcere nazista a Zakopane, in Polonia, da una prigioniera di 18 anni, Helena Wanda Blazusiakówna,... (continua)
I Lento - sostenuto tranquillo ma cantabile
(continua)
inviata da Alessandro 27/4/2006 - 11:40

No More

A song expressing the anger and disgust of a person opposing the war in Iraq, making the arguements that the war is hurting us all, and that we, the people, must stand up and fight against the war if we truely want a better world.
I won't build your bombs for another Vietnam, and I don't care what you think about me.
(continua)
inviata da Colin 27/4/2006 - 02:39
Downloadable! Video!

Poco di buono

[2006]
Scritta per Claudio, e interpretata assieme a lui, da Lino Ricco e Fabrizio Zanotti, ovvero dai Foce Carmosina
e messa nell'ultimo album, La scoperta dell'America

Il brano è dedicato al sabotaggio del ponte ferroviario di Ivrea, compiuto la notte del 24 Dicembre '44 da tredici ragazzi partigiani che salvarono la città dal bombardamento degli alleati.

Grazie a Gualdo per avere inviato il testo di questa canzone. Non è che trovi parole più complicate, non ci riesco quasi mai. Sono fatto così.
Lui è un Poco di Buono
(continua)
26/4/2006 - 22:47
Video!

Rwanda

Dall'album "Tra I Fuochi In Mezzo Al Cielo" del 2005.

“Ero ammutolita, non riuscivo a pensare neanche al futuro più immediato. Questo per una serie di ragioni: non solo perché avevo visto scene agghiaccianti, ma per l’indifferenza, denunciata nel film, dell’Occidente e di tutto il mondo rispetto a quel che accadeva”. Paola Turci la spiega così l’ispirazione che l’ha portata “nel giro di mezz’ora” a comporre Rwanda, pezzo di punta dell'album Tra i fuochi in mezzo al cielo (2005).

Con questa canzone, la cantautrice romana ha vinto la 4^ edizione del "Premio Amnesty Italia", il riconoscimento indetto dalla sezione italiana di Amnesty International e da Voci per la Libertà assegnato ogni anno al brano che meglio affronta il tema dei diritti umani.
Un rock istintivo e spigoloso.
Un brano nel quale l’immediatezza della composizione si mostra quasi chiara nell’armonia appuntita e nella voce... (continua)
Volevo vivere la mia esistenza
(continua)
inviata da Alessandro 26/4/2006 - 22:06
Chernobyl, Чернобыль in Russo, Чopнобиль in Ucraino. 26 aprile 1986. Cinquecento volte Hiroshima. Nel 1996 Pippo Pollina scrisse Chernobyl dieci anni dopo. Oggi sono vent'anni da quel giorno. Nucleare: guerra e distruzione. Fermiamolo. Per sempre.
Riccardo Venturi 26/4/2006 - 21:04
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
Una scatenata versione balcanica di "Bella Ciao" cantata dai Modena City Ramblers insieme a Goran Bregović può essere scaricata gratuitamente e legalmente da Vitaminic.
Dallo stesso sito si può scaricare anche la versione de "La guerra di Piero" con Piero Pelù.
Buon 25 aprile (in ritardo) a tutti!
Lorenzo Masetti 26/4/2006 - 17:41
Downloadable! Video!

4 maggio 1944 - In memoria

[2006]
Dal nuovo album dei Gang, Il seme e la speranza

Album uscito e presentato il 1° giugno 2006; i testi sono già disponibili sul sito ufficiale.
Progetto realizzato grazie alla collaborazione della Regione Marche. Canzoni nuove, qualche rifacimento e collaborazioni con artisti incontrati durante gli ultimi anni. Lo spirito dell'album è quello della testimonianza storica delle radici contadine del nostro Paese.

Il 4 Maggio 1944 le orde nazifasciste (più di duemila aguzzini) assediarono la località di Sant’Angelo di Arcevia, o Monte Sant'Angelo, nella provincia di Ancona.
Uccisero barbaramente 63 persone, partigiani e civili. Fra questi i componenti della famiglia Mazzarini, una famiglia contadina che aveva offerto rifugio e riparo ai partigiani che operavano in quella località.


Gang
La rossa primavera
2011

All'alba del 4 di Maggio
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 26/4/2006 - 12:00
Downloadable! Video!

Stranizza d'amuri

Che dire... l'ho ascoltata solo qualche tempo fa. l'ha inviata un ragazzo che ho conosciuto qui in chat.... e devo dire che è l'unica cosa carina che ha fatto nei miei confronti, visto che,è da quel giorno che non smetto più di ascoltarla.
26/4/2006 - 11:27
Video!

Tu (domani)

1978
Tu
Tu domani dacci un po’ di sole in più
(continua)
inviata da Lorenzo 25/4/2006 - 15:24
Video!

No bandiere

Dall'album "Il grido" del 1997.
No bandiere, vivi ancora
(continua)
inviata da Lorenzo 25/4/2006 - 15:07
Video!

1967

[1977]
Testo e musica di Pierangelo Bertoli
Da "Il centro del fiume"

[P.A. Bertoli - M. Dieci]

"Tante volte uno cerca le parole per esprimere qualcosa. Amore, odio, paura, rabbia. A volte ci si riesce a volte no, credo sia normale. Per fortuna ci sono i libri, i racconti, le canzoni. Già, le canzoni, senza quelle sarebbe tutto più difficile! Ed allora vorresti descrivere un qualcosa ma ti accorgi che qualcuno c’è riuscito, meglio di te, molti anni prima!

Dedicata a chi ancora non ha smesso di resistere. Nonostante tutto!
E un ricordo di Pierangelo, troppo poco poeta e troppo esplicito per essere, come molti altri, “patrimonio di tutti”.

Redshadow, dal suo blog Minimi Termini
Ho detto con mio padre: "Forse rincaso tardi, ma tu non preoccuparti!",
(continua)
inviata da Michele 25/4/2006 - 11:25
Ringhera e Quaranta giorni di libertà: due canzoni da leggere e ascoltare, oggi 25 aprile, festa della liberazione dal fascismo assassino e dalla sua guerra. Nessun revisionismo. Nessuno sconto.
Riccardo Venturi 25/4/2006 - 11:18

R.I.P.

[1998]


Abbiamo trovato questo testo su questa pagina:
http://www.geocities.com/coolfrog2113/.... Lasciamo il link completo, dove compare la parola Lieder: si tratta inequivocabilmente di una canzone. Ma niente abbiamo reperito sull'autore (da alcune tracce in rete sembra che si tratti di un'autrice, quasi sicuramente di una giovanissima liceale). Il testo ci è piaciuto troppo per attendere ad inserirlo dopo ricerche più approfondite; ve lo presentiamo così com'è e con...il nome dell'autore in nero (senza biografia, cioè; una delle condizioni più "temute" delle CCG), con la speranza che qualche collaboratore e lettore sappia dirci qualcosa di più preciso.

Wir haben diesen Text in dieser Seite gefunden:
http://www.geocities.com/coolfrog2113/.... Wir lassen den kompletten Link mit dem Wort Lieder bleiben : zweifellos handelt es sich um ein Lied. Leider haben wir nichts über den Verfasser... (continua)
Wir trauern um Lady Diana,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/4/2006 - 22:47
Video!

Maria no

Domani vado al fronte Maria
(continua)
inviata da Lorenzo 24/4/2006 - 17:02
Video!

99 Luftballons

23 aprile 2006
99 PALLONCINI
(continua)
inviata da Daniele Nicola 23/4/2006 - 20:29
Downloadable! Video!

Pratobello

Canzone ricca di orgoglio e fierezza per la Barbagia.
(simone maoddi)

Giustamente, Simone. E sono felice di averla reperita da scaricare in formato .OGG, e di poterla mettere a disposizione.[RV]
23/4/2006 - 15:28
Video!

Les enfants de la guerre

Tutti i figli di guerra assomigliano a te,
(continua)
inviata da jil 23/4/2006 - 12:32
Downloadable! Video!

Der Graben

23 aprile 2006
LA TRINCEA
(continua)
23/4/2006 - 11:36
Video!

I tempi stanno cambiando

Ho visto donne e uomini mendicare sulle strade
(continua)
inviata da Spirit Music 22/4/2006 - 22:21

ヒロシマの有る国で [From A Country Called Hiroshima]

Satoshi Yamamoto / 山本さとし
Il testo e un commento illustrato alla canzone da due immagini riprese da questa pagina in giapponese
inviata da Riccardo Venturi 22/4/2006 - 13:58
Video!

Aquel país

[1988]
Letra y música de Alejandro Filio
Testo e musica di Alejandro Filio
Cancioneros de Trovadores
Del álbum / Dall'album Hay luz debajo
Se congregaban en la plaza para ver
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/4/2006 - 13:44
Video!

Cara maestra

..i bambini fanno caso a tutto..soprattutto alle contraddizioni (soprattutto è con quattro t?)..
Luca 22/4/2006 - 11:41

Dirimpetto al mio quartiere

[1912]
Versi di Armando, musica di Gill, cantati da Armando Gill
(secondo la precisa dicitura di presentazione dell'autore)


[...]Ed ecco invece un esempio di negazione spontanea della cultura "militarista". E’ una canzone del 1912: in pieno clima di sacralità militaresca determinato dalla guerra di Libia e dalle prime avvisaglie della Grande Guerra, clima che l’autore, Armando Gill, uno dei primi "cantautori" italiani, riesce a smitizzare. Il rifiuto del militarismo vien fuori qui dall’uso e dal gioco divertente del linguaggio. Si tratta di un naturale rifiuto mentale da parte di questo soldato attento solo alla Beatrice che vede dirimpetto mentre fa la sentinella: una ignoranza ingenua delle cose di guerra come cose assolutamente estranee, una specie di pacifismo naif. La troviamo per esempio nel repertorio del bravissimo Roberto Murolo."

Enrico De Angelis, da Nonviolenti.org


Su Armando Gill si veda anche questo breve ma divertente articolo da Wikipedia in napoletano.
Dirimpetto al mio quartiere
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/4/2006 - 01:52
Downloadable! Video!

Re Federico

[1964]
Testo di Gianni Rodari
da Le filastrocche del cavallo parlante
Musica e interpretazione di Virgilio Savona


[...]Ed è ancora un testo per bambini di Gianni Rodari, stavolta musicato e cantato da Virgilio Savona: "Re Federico", il quale abbandona la guerra e va in pensione per rinuncia da parte dell’avversario e quindi per mancanza di nemici. Quelli in cui si è imbattuto, infatti, sembrano essere impegnati più a fare la pace che la guerra. Una lezione politica di disarmo unilaterale e neutralità, meno infantile di quel che potrebbe sembrare."

Enrico De Angelis, da Nonviolenti.org






Un testo cercato a lungo e reperito dal blog Casa Maricò
C'era un re di nome Federico
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/4/2006 - 01:20
Video!

Στὸν Νικηφόρο Μανδηλαρᾶ

Versio en esperanto de Nicola Ruggiero

(1971)
Teksto de Alekos Panagoulis
Muziko de Mikis Theodorakis


Ateno, la 21an aprilan 1967a: la "koloneloj" gvidataj de la klerikaj faŝistoj Papadopoulos kaj Ioannidis, subtenataj de CIA kaj de la usona registaro, eksigis la grekan registaron libere elektitan per sanga ŝtatrenverso, kiun sekvos poste terura subpremado. Ege trafita estis la intelektula elito greka, inter kiuj la poetoj Yannis Ritsos, Yorgos Seferis kaj Nikiforos Vrettakos, estas enkarcerigitaj, aŭ izoligitaj en malproksimegaj insuloj, aŭ ekziligitaj.
La 13an de Aŭgusto de la sama jaro, anarĥista studento, Alexandros (Alekos) Panagoulis (naskita en 1939a), plenumas sensukcesan murdatencon kontraŭ Papadopoulos. Enkarcerigita, torturita kaj mortkondamnita en Novembro 1968a, li iĝos la simbolo mem de la rezistado kontraŭ la greka diktaturo. Lia proceso transformiĝas en akuza ago kontraŭ... (continua)
AL NIKIFOROS MANDILARAS
(continua)
inviata da Nicola Ruggiero 21/4/2006 - 01:15
Downloadable! Video!

原爆許すまじ [No More Atomic Bombs]

Complimenti a tutti, davvero un grande e prezioso lavoro!
Credo che qui si stia contribuendo in modo importante e serio alla memoria e al presente del movimento (inteso letteralmente, come "tutto ciò che si muove", che non è fermo) antimilitarista e pacifista mondiale.
(Alessandro)

Tu fai pienamente parte di questo prezioso lavoro, Alessandro, e direi proprio che ne sei una parte non indifferente con tutto quel che hai fatto in questi ultimi tempi. Quanto al movimento, sono ovviamente d'accordo in modo totale con quel che hai detto. Mai fermarsi. Siempre adelante. E, nel nostro piccolo, non ci fermeremo. E' un impegno e una promessa. [RV]
21/4/2006 - 00:25




hosted by inventati.org