Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Nomadi

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Asia

La canzone è stata interpretata anche dai Nomadi.
Compare per la prima volta nella discografia dei Nomadi in I Nomadi Interpretano Guccini (1974)



Poi in alcuni album dal vivo:
Like a Sea never dies (1987)



Nomadi & Omnia Symphony Orchestra Live (2007)

Dq82 7/6/2020 - 11:08
Video!

Francesco Guccini: Ophelia

La canzone fu pubblicata però la prima volta dai Nomadi nell'album "I Nomadi" del 1968



Rimarrà fissa nel repertorio dei Nomadi tanto da comparire anche in diversi album dal vivo:
"Nomadi in Concerto - Like a sea never dies" - 1987


"Le Strade , Gli Amici , Il Concerto" 1997


"Nomadi & Omnia Symphony Orchestra" 2007
Dq82 12/5/2020 - 07:45
Downloadable! Video!

Bianchi e neri

BLACK AND WHITES
(continua)
inviata da Dq82 19/10/2019 - 18:55
Downloadable! Video!

L'orizzonte di Damasco

(2019)
Milleanni
Ho visto pietre
(continua)
inviata da Dq82 2/6/2019 - 17:59
Downloadable! Video!

Ma Noi No!

Reincisa nell'album Milleanni (2019)

MA NOI NO
(continua)
inviata da Dq82 1/6/2019 - 15:30
Downloadable! Video!

Io ci credo ancora

(2017)
"Nomadi Dentro"
Provo a immaginare di essere in quei posti,
(continua)
inviata da Dq82 23/7/2018 - 10:50
Downloadable! Video!

Decadanza

(2017)
Testo di Marco Rettani, Marco Petrucci e Massimo Vecchi,
Musica di Beppe Carletti e Francesco Ferrandi.
Primo singolo dal nuovo album "Nomadi Dentro"



La formazione attuale

Beppe Carletti - tastiere, fisarmonica cori (dal 1963)
Cico Falzone - chitarre, cori (dal 1990)
Daniele Campani - batteria (dal 1990)
Massimo Vecchi - basso, voce (dal 1998)
Sergio Reggioli - violino, voce (dal 1998)
Yuri Cilloni - voce principale (dal 2017)


DECADANZA è un forte attacco alla società moderna dove non mancano le tematiche sull’immigrazione, la difesa degli uomini ed il rifiuto di ogni singola guerra… il tutto però si chiude con l’ironia del ritornello perché, in mezzo a tutto questo degrado, quel che conta in fondo, è che il prossimo anno tornerà l’estate e che potremo tornare al mare…
Siamo tutti responsabili di quello che sta accadendo, nessuno escluso perché tutti “ogni sera ci laviamo queste mani insanguinate per andare a dormire più sereni”.
Adesso è utile parlare, contare tutti i mali
(continua)
inviata da Andrea86 17/10/2017 - 19:37
Downloadable! Video!

Fiorella Mannoia: Il cielo d'Irlanda

1992
Nell'album di Fiorella Mannoia: I treni a vapore

Testo e musica di Massimo Bubola
che lo pubblicherà successivamente in "Dopo il lungo addio" (1994)

Questa è una di quelle canzoni che ti rimangono dentro.... forse la prima canzone irlandese che abbia sentito, o più correttamente di sapore "irish", una di quelle canzoni che mi ha fatto scoprire e innamorare dell'Irlanda e della musica irlandese quando avevo 14 anni. Si aggiunga che è stata interpretata da praticamente tutti i gruppi che ho seguito da ragazzo, e che talvolta seguo ancora, quelli per cui ho macinato e macino chilometri.
L'hanno interpretata negli anni Nomadi, Danilo Sacco, Stefano "Cisco" Bellotti, Meneguinnes, Servi Disobbedienti, Francesco Moneti con Marco Sonaglia
Il cielo d'Irlanda è un oceano di nuvole e luce
(continua)
inviata da Dq82 13/10/2017 - 17:14
Downloadable! Video!

Il serpente piumato

Il Cartello di Medellìn fu l'organizzazione di narcotrafficanti di Pablo Escobar, originariamente colombiana, ma con influenza in tutta America ed Europa.

"Il flauto di Medellin" intona, come quello del pifferaio magico, una nenia che incanta e raduna per poi uccidere in massa.

Il serpente piumato col suo flauto magico è la metafora della droga, che hanno mietuto un'infinita di vittime specialmente negli anni del Riflusso.
Salvo Lo Galbo 24/5/2017 - 18:17
Downloadable! Video!

Io come te

2015
Lascia il segno

Io come te è cantata da Massimo Vecchi, contro le violenze e l’avidità
E se a guidare la mia mano non fosse più l'amore
(continua)
inviata da dq82 16/10/2016 - 17:31
Downloadable! Video!

Tutti quanti a credere

2015
Lascia il segno

Tutti quanti a credere: Massimo Vecchi invita a diffidare da coloro che vogliono avere ragione e di “non essere ostaggio di una vita senza dignità”. E di non credere a tutto quello che ti viene raccontato
Quel giorno aveva la sua voce un po’ insicura
(continua)
inviata da dq82 16/10/2016 - 17:29
Downloadable! Video!

L'unica superstite

Ricostruzione della strage



trailer de "La rugiada di San Giovanni" film sulla strage. Musiche di Beppe Carletti dei Nomadi
dq82 10/3/2016 - 12:58
Downloadable! Video!

Freedom

"Freedom" con Richie Havens, Joe Cocker, Billy Preston, Edoardo Bennato, Fabio Concato, Angelo Branduardi, Nomadi, settembre del 1990 partecipano al Concerto della Libertà in Piazza San Venceslao a Praga.

dq82 10/3/2016 - 11:54
Downloadable! Video!

L'isola che non c'è

2010
Racconti Raccolti
Nomadi

dq82 10/11/2015 - 12:41
Downloadable! Video!

Il Libero

Chanson italienne – Il Libero – Nomadi – 1993
LIBRE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 27/10/2015 - 23:05
Downloadable! Video!

C'è un re

Cover dei Folkstone da "Il confine" 2012

dq82 14/5/2015 - 18:01
Downloadable! Video!

Ma Noi No!

Accostamenti particolari
27/2/2015 - 18:52
Downloadable! Video!

Salvador

11 de septiembre de 2014
SALVADOR
(continua)
11/9/2014 - 23:35
Downloadable! Video!

Francesco Guccini: Canzone per un'amica (In morte di S.F.)

[1967]
Testo e musica di Francesco Guccini
da "Folk Beat n°1"

Canzone per un'amica (nota anche come In morte di S.F.) è una canzone di Francesco Guccini, scritta nel 1967 e pubblicata nello stesso anno all'interno del suo primo album, Folk beat n. 1. È famosa per essere stata da sempre la canzone di apertura di ogni suo concerto, tranne che nel tour del 2002 in cui venne eseguita dopo Libera nos Domine (erano gli anni del G8 di Genova e dll'attentato alle torri gemelle, ma questa è un'altra storia).

La genesi della canzone deriva dalla morte di una cara amica di Guccini nel 1966 (Silvana Fontana). Così racconta Franco Ceccarelli componente della band Equipe 84, di cui Francesco era collaboratore:
« Eravamo al Festival Nazionale dell'Unità a Ferrara. Pochi minuti prima di salire sul palco, qualcuno ci venne a dire che Silvana, una della compagnia del bar Grande Italia era appena morta,... (continua)
Lunga e diritta correva la strada,
(continua)
inviata da DonQuijote82 20/5/2014 - 17:55




hosted by inventati.org