Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Joe Strummer & The Mescaleros

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Bankrobber

[1980]
Parole e musica di Mick Jones e Joe Strummer
Singolo poi incluso nella raccolta “Black Market Clash” del 1980



Mi viene bene di proporre questa canzone dopo aver ascoltato alcune allegre notiziole, tipo quella che c’è il 16% degli italiani sotto la soglia di povertà e invece un altro 10% che da solo detiene il 50% della richezza nazionale… La fonte dei dati è Bankitalia, già, quel famoso istituto pubblico in mano alle banche private – in testa San Paolo e Unicredit - cui nei giorni scorsi il Governo (zitto zitto, mentre tanti italiani esausti facevano l’ennesima coda per pagare l’ennesimo balzello) ha regalato 7,5 miliardi di euro prelevandoli dai fondi d’emergenza nazionali…
C’è poi anche che alla Electrolux, negli stabilimenti che non verranno chiusi, i padroni vogliono pagare agli operai – a quelli che non verranno licenziati - 900 euro al mese al posto dei 1.400 che prendono... (continua)
My daddy was a bankrobber
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 28/1/2014 - 08:31
Downloadable! Video!

El Cristo De Palacagüina

[1977]
Parole e musica di Carlos Mejía Godoy, che la incise insieme al suo gruppo, «Los de Palacagüina», nel disco «El son nuestro de cada dia»
Interpretata anche da Amparo Ochoa («Cancionero Popular Volumen 2», sempre del 1977) e dalla grande Chavela Vargas, cui ho preferito attribuirla perchè da poco ci ha lasciati.



Palacagüina, nel dipartimento di Madriz, è un paese dove è passata molta della storia del Nicaragua.
E’ proprio lì che nel 1855 ebbe inizio il primo tentativo nordamericano di soggiogare il Centro America, con la spedizione dell’avventuriero e filibustiere William Walker (un personaggio che abbiamo già incontrato su queste pagine: Abolisson) spalleggiato da statunitensi ed inglesi e finanziato dal miliardario Cornelius Vanderbilt. Dovettero mettersi insieme gli eserciti di Nicaragua, Honduras, Costa Rica, Guatemala ed El Salvador per buttarlo fuori a calci e rispedirlo... (continua)
Por el cerro de la Iguana,
(continua)
inviata da Dead End 24/2/2013 - 22:37
Dieci anni fa ci lasciava troppo presto il grande Joe Strummer. Lo vogliamo ricordare con Johnny Appleseed, una bellissima canzone del suo ultimo gruppo, i Mescaleros.
Lorenzo Masetti 22/12/2012 - 22:36
Video!

Johnny Appleseed

Album: "Global a Go-Go" (2001)

Sono dieci anni Joe Strummer che ci ha lasciato. Lo vogliamo ricordare oggi con questa bella canzone dall'album che lo riportò, con il suo nuovo gruppo - i Mescaleros - a calcare i palchi di tutto il mondo con nuove canzoni degne dei migliori Clash.

E' una canzone sulla libertà, un tributo alla gente comune, alla classe operaia. Johnny Appleseed (Giovanni Semedimela) fu un pionere e religioso protoambientalista statunitense, famoso per aver piantato migliaia di meli, visto come simbolo dell'altruismo.

"Se hai bisogno del miele, ehi, allora non ammazzi tutte le api". Le api sono il simbolo della classe operaia, quella che produce la ricchezza e che troppo spesso non solo non ne può godere i frutti, ma viene sistematicamente repressa e ammazzata.

Una grande canzone. Ciao Joe.
Lord, there goes Johnny Appleseed
(continua)
22/12/2012 - 22:10
Downloadable! Video!

Gaza City

[2008]
Lyrics by Johnny Punish
Album: A Daring Escape from the Empire [2010]

Dedicated to the People, Gaza City was written the 2nd day of the Gaza War in late December 2008.. The melodic basis for the song was taken from Trash City by Joe Strummer.
In Gaza City on Party Avenue
(continua)
inviata da giorgio 12/5/2012 - 10:01
Downloadable! Video!

The Minstrel Boy

[1798]
Sull'aria della ballata tradizionale irlandese "The Moreen", risalente al XVI secolo.

Celebri le interpretazioni del tenore John McCormack e del basso Paul Robeson. Bella anche la versione del compianto Joe Strummer con i suoi Mescaleros, dall'album "Global a Go-Go".

The Minstrel Boy is an Irish patriotic song written by Thomas Moore (1779-1852) who set it to the melody of The Moreen, an old Irish air. It is widely believed that Moore composed the song in remembrance of a number of his friends, whom he met while studying at Trinity College, Dublin and who had participated in (and were killed during) the Irish Rebellion of 1798.
However, the song gained widespread popularity and became a favourite of many Irishmen who fought during the United States Civil War and gained even more popularity after World War I.
The minstrel boy to the war is gone,
(continua)
inviata da Alessandro 23/9/2009 - 11:09
Downloadable! Video!

Redemption Song

(1979)
Words and music by Bob Marley
Album: "Uprising"

Una canzone quasi dilanyana, voce e chitarra senza quasi nessuna traccia di reggae, Redemption Song è il testamento spirituale di Bob Marley.

"There was a feeling of a whole era coming to a climax. Everyone felt that he knew something was going to happen"
(Rita Marley)

La prima strofa fa riferimento a una storia dell'Antico Testamento, quella di Giuseppe (Genesi, 37), che venne prima gettato in una cisterna dai fratelli e poi venne venduto come schiavo, ma fu fortificato da Dio, e dopo alcune peripezie divento viceré d'Egitto (Genesi, 41).

Inoltre, come nota Alberto Truffi in Musica e Memoria, i primi versi «si riferiscono ovviamente alla tratta degli schiavi in Africa. Come noto, mercanti locali, in genere arabi, dal '600 fino all''800 catturavano uomini e donne neri in tutto il continente africano, ed in particolare nel Golfo... (continua)
Old pirates yes they rob I
(continua)
inviata da Alessandra




hosted by inventati.org