Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Piero Ciampi

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Piero Ciampi: Bambino mio

Bambino mio (Ciampi-Pavone-Marchetti)
in: Io e te abbiamo perso la bussola
Amico – 1973

Oggi sono 40 anni che se n’è andato! Voglio ricordare Piero Ciampi con questo capolavoro. Ha vissuto poco tempo, alzando continuamente la posta e non si può ogni giorno ricominciare da zero. Ha passato gli ultimi anni della propria vita nella sua Livorno, “la città più difficile per tutti”. L’ultima volta che venne visto era il 6 marzo 1979, all’Enoteca Mannari (che si chiamava Osteria dei Terrazzini, fino al 1974). Così, per molto tempo, il 6 Marzo di tutti gli anni, per qualcuno, divenne abitudine ritrovarsi proprio in quella osteria nel suo ricordo. Dopo tanto tempo e tanta storia purtroppo ancora molti non sanno neppure delle sue canzoni. Dal 2008 se n'è andata anche l'enoteca Mannari. Per ora resta Livorno, ma non basta rilastricare le strade, un paese è fatto di persone!
Sono da poco passate... (continua)
Piano piano, per la strada,
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 19/1/2020 - 09:09
Video!

Il denaro

2008
E continuo a cantare. Omaggio a Piero Ciampi.
Interpretata da Morgan, Registrazioni live effettuate al Teatro Regio di Parma, 21 Giugno 2008.

Affermare che “Il denaro” fosse una canzone è un’esagerazione: diciamo che era un provino. Anche parlare di incisione, poi, è sovradimensionante. Piuttosto possiamo definirla una prova. Un registratorino da pochi soldi. Fruscii continui. Una voce ruvida e spigolosa. Echi di fastidi sonori in sottofondo. Nemmeno il testo era completo. Accenni ai diversi colori del denaro. Immaginifici accostamenti a improperi da indirizzare ai suoi possessori. Poeticità abbacinante di un uomo che, dopotutto, era tanto meravigliosamente incompiuto quanto la sua ultima “canzone”. Di cui, appunto, ci resta un ritornello torcibudella. Due assiomi di una saggezza violenta: «il denaro è un porco, e chi lo tiene stretto è un disgraziato».
discountordie.org
Il denaro è un porco
(continua)
inviata da dq82 2/9/2017 - 18:12
Video!

Piero Ciampi: Don Chisciotte

Piero Ciampi
1975
Dentro e fuori

(Ciampi - Pavone - Marchetti)
Quando prendo la chitarra,
(continua)
inviata da dq82 28/5/2017 - 15:49

Piero dei Fossi

Antiwar Songs Blog
È forse la prima volta in questo sito che la vera introduzione a una canzone viene affidata piuttosto al blog che alla pagina che la contiene e, in fondo, non ve n’è nessuna precisa ragione. Del resto, di fronte a Piero Ciampi, alla sua vita e alle sue canzoni è sempre bene non invocare troppe […]
Antiwar Songs Staff 2015-05-18 23:29:00
Downloadable! Video!

Dodi Moscati: Stai attento

[1997]
Da una poesia di Piero Ciampi
Musica di Dodi Moscati

Album: "Bacio di cane Bacio di gatto"

Poesia di Piero Ciampi musicata e cantata da Dodi Moscati, presente in "Bacio Di Cane Bacio Di Gatto" - Dodi Moscati e Mazapegul, 1997 e in "Inciampando" - tributo di più artisti a Piero Ciampi, registrato dal vivo al Teatro Brancaccio di Roma il 18 dicembre 1995, interpretata assieme a Marco Ongaro.

Sacrosanto è il tuo diritto
(continua)
inviata da Lela Mee 20/4/2015 - 22:15
Video!

Suona Rosamunda

‎[2000]‎
Album “Canzoni a manovella”‎

Canzone ispirata a “Se questo è un uomo”, la poesia di Primo Levi preludio ed esergo all’omonimo ‎libro scritto con furia febbrile già nel 1947, pochissimo tempo dopo la fine dell’incubo.‎
Nel 2010, durante le celebrazioni per il Giorno della Memoria, Capossela presentò questa canzone ‎in concerto a Cracovia, Polonia, accompagnato dall'artista visivo Gian Maria Tosatti.‎
L’anno prima a Parma, in occasione del concerto per il 25 Aprile, Capossela aveva introdotto il ‎brano con queste parole del grande cantautore livornese Piero Ciampi:‎

‎“Non riesco a dimenticare i seicentomila ragazzetti che trent’anni fa hanno ‎dato la loro cultura e la loro vita per salvare me e la mia cultura. Non dimentico un ragazzetto di ‎diciotto anni che allora si fece sgozzare da un soldato straniero per garantirmi un pezzo di terra su ‎cui essere poeta. Io questo non posso... (continua)
Suona la banda prigioniera
(continua)
inviata da Dead End 31/7/2012 - 10:46
Video!

Piero Ciampi: Il Natale è il 24

[1970]
Testo di Piero Ciampi
Musica di Ciampi-Pavone-Marchetti
Lyrics by Piero Ciampi
Music by Ciampi-Pavone-Marchetti


NOVEMILANOVECENTONOVANTANOVE CANZONI DOPO

L'ultima canzone a quattro cifre di questo sito.

Novemilanovecentonovantanove canzoni dopo Le Déserteur, ancora una volta si tratta, e nel senso più vero, di un Disertore e di una Diserzione. Una Diserzione totale: Ho una folle tentazione di fermarmi a una stazione, senza amici e senza amore...

Sì, Piero. Ho voluto fartelo quest'omaggio, questa specie di seconda Resurrezione. Mettendo finalmente questa canzone, e tu lo sai cosa vuol dire per me. Sai anche che un annetto e mezzo fa l'avevo già messa. Una notte. C'è stata, per nemmeno mezz'ora, su questo sito; poi la ho cancellata. Non era il momento.

Sai anche quante volte l'ho cantata, e in quali occasioni. Sai che dovunque mi son trovato a mettere i piedi, c'era questa... (continua)
È Natale il 24.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/12/2009 - 22:25
Video!

Ferdinand

[1998]
Paroles et musique: Pierre Perret
Testo e musica: Pierre Perret
Album "La bête est revenue"

Canzone dedicata a Céline, uno dei grandi della letteratura francese ma tristemente noto per il suo furioso antisemitismo e razzismo, nonchè per la vicinanza al regime collaborazionista di Vichy.

Sicuramente un personaggio assai controverso, Céline. Di lui c'è già stato modo di parlare in questo sito, esattamente qui. Questo sito, per farla breve, ospita anche la Beresinalied di Thomas Legler, la cui strofa iniziale (in un'inesatta traduzione francese) è l'exergo del Voyage au bout de la nuit di Céline. Il quale, certo, oltre a quell'opera capitale ha scritto anche le Bagattelle per un massacro ed altre "cosucce" ben messe in luce da Pierre Perret nella sua canzone. Scrisse di lui Carlo Bo: "Negli anni Trenta, Céline vantava (forse più di ogni altro) un bel curriculum di antisemita, ma... (continua)
J'ai crû découvrir un grand écrivain.
(continua)
inviata da Alessandro 14/5/2009 - 12:59
Downloadable! Video!

Cannoni del Sagro

Dall'album "Apuamater"
[2005]

Testo e musica di Davide Giromini
Voci: Mattia Bovenzi, Tania Sabinos
Voce e fisarmonica: Davide Giromini
Violino: Elia Martellini
Voce e chitarra: Andrea Landi

Su Davide Giromini e sul suo album ha scritto anche Franco Senia (ma si veda anche la recensione su Bielle).
Quella che segue è un po’ un’integrazione, un po’ un’altra cosa.
Lo ringrazio anche qui per avermi spedito i testi esatti delle sue canzoni, che erano stati trascritti all'ascolto con qualche ovvia imprecisione che viene adesso corretta. Grazie, Davide. (RV)


Il mio primo incontro con Davide Giromini è stato tra quelli che non si dimenticano. In una serata a Cantù, e se ci ripenso sarà ormai un anno e mezzo fa, assieme ai Delsangre (che accompagnava) e ai Caravane de Ville. Davide aveva un mal di denti terrificante, con quella sua aria che mi viene da definire irta; stava male. Sarà... (continua)
Sole e vento dell’altura
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 3/8/2005 - 09:55
Video!

Confesso

[1962]
Testo di Piero Ciampi
Musica di Giampiero Reverberi
dall'album "Piero Litaliano"
(CGD 33, 1963; Ristampa Cgd/musicA anche in CD, 1990, con lo stesso titolo ma attribuito a Piero Ciampi come esecutore titolare)
(Cgd 45, 1962)
Io confesso
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2005 - 19:15




hosted by inventati.org