Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Vasco Rossi

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Vasco Rossi: La nostra relazione

[1978]
Vasco Rossi - Gaetano Curreri
Album / Albumi: ...Ma cosa vuoi che sia una canzone...



Stasera ci ho un autentico concerto del Blasco davanti a casa, praticamente. D'accordo, fra casa mia e il Visarno c'è un Arno di mezzo, la passerella che dovevano intitolare a Alexander Langer sarà chiusa (anche per non farla crollare, presumo), sessanta, settantamila persone distribuite su tre ingressi, mezza città chiusa e, al bar, gente che proveniva da piazza dell'Isolotto dicendo che era già una bolgia. Il bello è che in piazza dell'Isolotto ci saremo anche io e la Daniela -k.d.- pronti alla battaglia per seguire il concerto sfacciatamente a gratis, visto che praticamente è lì dirimpetto. Così ecco questo clamoroso “Extra Occasionale”, che poi è anche una delle canzoni più famose (e, a mio parere, anche delle più belle) di Vasco Rossi e anche, si noti, la prima canzone del suo primo album... (continua)
La nostra relazione
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 3/6/2022 - 17:56
Video!

Ambarabaciccicoccò

Patetico, forse impietoso, ma veritiero ritratto di un qualunque attempato «piccista», sullo scorcio degli anni Settanta; lavoratore, padre di famiglia, uomo d'ordine; fedele al Partito e al Sindacato: a Lama, a Berlinguer. Ne ho conosciuti tanti. Parlavano proprio così. Alla lettera.

Dall'album … ma cosa vuoi che sia una canzone… (Lotus, 1978)
– Ecco ci vuole un po' di batteria adesso però, culturalizzata magari. Perché cosi è nuda.
(continua)
inviata da L.L. 24/9/2020 - 13:45
Video!

Mi si escludeva

1996

Quando l'odio per il diverso comincia da piccoli episodi di esclusione a scuola e finisce con i campi di concentramento.
E mi ricordo che mi si escludeva
(continua)
inviata da Alberto Scotti 12/8/2020 - 17:27
Downloadable! Video!

No che no che no

[1992]
Album "Spiriti"
Parole di Elio Aldrighetti
Musica di Clara Moroni e Guido Elmi

Cavoli! Un pezzaccio hard rock italiano anticlericale bello spesso da un gruppo pressochè dimenticato la cui front-woman è la mitica "Ferrari del Rock", così Vasco Rossi chiamava Clara Moroni, colei che fu sua vocalist tra il 1993 ed il 1997.
Prima di cassarla, o perfidissimi Admins (che sarete pure stanchi di quanto vi facciamo girare le balle tra tutti quanti, il sottoscritto e DonQuijote82 in particolare), leggetevi bene il testo di questa canzone, la seconda strofa in particolare...
C’era un prete che da bambina mi insegnava le preghiere
(continua)
inviata da Bartleby 4/1/2012 - 23:08
Downloadable! Video!

Walzer di gomma

(1993)

In questa canzone che chiude l'album "Gli spari sopra", a mio parere l'ultimo vero album di Vasco che merita, troviamo questo valzer dalla musica quasi paranoica e psicologicamente disturbante. Sulla scia di un album che già dal titolo era pienamente "contro la guerra", troviamo quest'ultima traccia, che ci ricorda, ancora, che "questa guerra non passa più", accanto a persone che sembrano non avere più cervello, ma solo una gomma malleabile da chi detiene il potere.
Corre la gioventù,corre e non torna più.
(continua)
inviata da Luca 'The River' 23/2/2010 - 22:10
Downloadable! Video!

Dans la jungle

Salut,
Je m'excuse de m'exprimer en Français mais je ne connais que ma langue natale
J'ai decouvert votre lien sur Renaud et Bétancourt et sa nouvelle chanson Dans la Jungle.
J'ai toutefois quelques erreurs à vous signaler.
1) la version espagnole s'appelle "en la selva" et pas "en la jungla
2) la version italienne a été traduite tout d'abord, adaptée ET enregistrée par Alessio Lega. C'est aussi lui qui la chantera dans un premier temps avant d' essayer de brancher Guccini ou Rossi, deux "voix" énormes....
Voilà, en espèrant que vous ferz rapidement les mises au points
Amities
SVPat
patachoumarti@yahoo.fr 31/10/2005 - 16:45
Downloadable! Video!

Generale

[1978]
Testo e musica di Francesco De Gregori
Lyrics and Music by Francesco De Gregori
Dall'album / From the album "De Gregori", 1978

Interpretata anche da Vasco Rossi



"Perché questo è Generale , di là del suo lampante antimilitarismo: una gran canzone di pace. E gran canzone è già nella fusione inscindibile di musica e testo, con quell'incalzare battuto che non lascia un attimo di respiro, con quell'accavallarsi d'immagini che sfumano una nell altra, con il riff, il solito riff trascinante in cui è come se scoppiasse, parlasse, si facesse sentire tutta la gioia di chi torna a casa, alla vita vera, dopo mesi di finta guerra.

In mezzo a tutto questo c'è un mare di immagini di altissimo linguaggio poetico in canzone, violente, esplosive, immediate, da non starci a pensare su, proprio il contrario di certa concelebrata poesia scritta. E allora vedi. Vedi il treno e chi ci sta... (continua)
Generale dietro alla collina,
(continua)




hosted by inventati.org