Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Nirvana

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Omaggio a Letizia Battaglia

Giovanni Sollima. compose “La luna” per Letizia Battaglia nel 1986. Ha voluto renderle l’ultimo saluto suonando nella camera ardente la sua composizione e l’arrangiamento di “ About a girl” dei Nirvana.

Seguono alcune foto di Letizia Battaglia


Letizia Battaglia

Letizia Battaglia (Palermo, 5 marzo 1935 – Palermo, 13 aprile 2022) è stata una fotografa, fotoreporter e politica italiana.
Inizia a fotografare nel 1969, a 34 anni, collaborando con il giornale palermitano L'Ora. Letizia si trova ad essere l’unica donna tra colleghi uomini. Nel 1970 si trasferisce a Milano, dove incomincia a fotografare collaborando con varie testate. Nel 1974 ritorna a Palermo e crea, con Franco Zecchin, l'agenzia "Informazione fotografica", frequentata da Josef Koudelka e Ferdinando Scianna. Nel 1974 si trova a documentare l'inizio degli anni di piombo della sua città, scattando foto dei delitti di mafia per... (continua)
strum
inviata da Riccardo Gullotta 15/4/2022 - 23:12
Percorsi: Mafia e mafie
Video!

Territorial Pissings

(1991)
naturalmente da Nevermind, lo storico secondo album dei Nirvana

Nel regno animale spesso i maschi segnano il territorio pisciando e mi sembra che molti "uomini forti" maschilisti abbiano lo stesso atteggiamento nei confronti del sesso e del potere.

Kurt Cobain


La canzone si apre con una citazione di Let's Get Together, famosa canzone hippie pacifista, in un'interpretazione improvvisata e alquanto alticcia di Krist Novoselic.
Come on, people, now
(continua)
3/12/2021 - 23:25
Video!

Blurred Lines + Rape Me Mashup

(2021)
Un incredibile mash-up ottenuto mescolando due canzoni diversissime: la controversa Blurred Lines di Robin Thicke (featuring un re del pop come Pharrell Williams) e la storica Rape Me dei Nirvana.

Dai tempi di Douce France interpretata dai Carte de séjour non ricordo un détournément di una canzone così riuscito e soprattutto ottenuto senza cambiare una parola. In questo caso solo accostandola ad un'altra canzone.

Blurred Lines è una canzone pop, grande successo del 2013 del canadese Robin Thicke. Sin dalla sua pubblicazione la canzone è stata fortemente criticata, accusata di essere una esaltazione della cultura dello stupro. I "confini sfumati" del titolo sono infatti quelli tra il consenso e il non consenso, e l'intera canzone è un tentativo di convincere la ragazza a lasciarsi andare a quelli che secondo il cantante sono i suoi veri "istinti animali", piantando il suo attuale... (continua)
(Everybody get up)
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 9/10/2021 - 18:35
Video!

Call to Arms

[2016]
Parole e musica di Sturgill Simpson, classe 1978, sicuramente uno dei principali innovatori e rifondatori dei generi Country e Americana.
La canzone che chiude il suo ultimo album, “A Sailor's Guide to Earth” (dove c'è anche una splendida cover di “In Bloom” di Kurt Cobain)

Stai lontano dall'esercito, figliolo, non devi pensare che uno debba essere un pupazzo per essere un uomo... E stai lontano anche dai media e dai social, sono solo cave di stronzate...
I done Syria, Afganistan, Iraq, and Iran
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 19/12/2016 - 22:58
Video!

My God's Bigger Than Your God

(2010)
Album: "Sex with an X"

Dall'album del ritorno dell'irriverente duo scozzese che aveva pubblicato un solo album negli anni 80 e che aveva fatto innamorare Kurt Cobain. I Nirvana portarono al successo la loro "Jesus want me for a sunbeam", la parodia di un classico inno religioso.

Anche questa nuova canzone prende di mira le religioni che sanno solo fare "a chi ce l'ha più grosso" (si parla di dio, naturalmente) scatenando troppe inutili guerre.


Songs such as ‘My God Is Bigger Than Your God’ deal with serious topics.

That’s true. I mean, we don’t want to take a big stand on things but there are certain things that we have to take seriously. We’re written songs about religion before, and ‘My God Is Bigger Than Your God’ is just another song about religion. It’s just too big a subject to deal with in a humorous way, but I think as a lyricist you need to put across your opinions in a certain way.

Eugene Kelly interview
Thou shalt have no other gods before me
(continua)
10/11/2016 - 23:57
Downloadable! Video!

An' He Never Said a Mumberlin’ Word

anonimo
Uno spiritual afroamericano noto anche con i titoli “And He Never Said a Mumblin' Word”, "They Hung Him on a Cross", “Mumblin' Word”, "Crucifixion" ed "Easter".
La varietà dei titoli è direttamente proporzionale alle differenti versioni esistenti.
Io ho scelto – sulla base delle informazioni fornite su Bluegrass Messengers – quella risalente agli anni 20 e attribuita ai Fisk Jubilee Singers, il famoso gruppo vocale nero di fine 800.

Negli anni 30 e 40 furono i Lomax a raccogliere varie esecuzioni del brano in giro per i penitenziari e le prison farms di Mississippi e Louisiana. Ed è in una di queste che i mitici etnomusicologi nel 1933 scoprirono un bluesman straordinario, tal Huddie William Ledbetter, detto “Leadbelly”, che in seguito, negli anni 40, incise più volte “Ed Egli non emise mai un lamento”.

La versione di Leadbelly era una delle canzoni preferite da Kurt Cobain dei Nirvana,... (continua)
Wasn’t it a pity an’ a shame!
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 5/2/2016 - 14:15
Downloadable! Video!

Les corbeaux

Gribouille è l’ennesima vittima (e misconosciuta, infatti non compare in nessun elenco) della cosiddetta “maledizione del 27”, che colpì artisti come Robert Johnson, Jim Morrison dei Doors, Jimi Hendrix, Brian Jones dei Rolling Stones, Janis Joplin, Alan Wilson dei Canned Heat, il nostro Ringo De Palma, batterista di Litfiba e CCCP, Kurt Cobain dei Nirvana, Kristen Pfaff delle Hole, Richey Edwards, il leader dei Manic Street Preachers (misteriosamente scomparso nel 1995 e mai ritrovato) e, da ultima, Amy Winehouse (solo per citarne alcuni… E a vedere ‘sta sfilza di nomi ci sarebbe pure da crederci alla maledizione…)
Bernart Bartleby 19/12/2013 - 13:40
Downloadable! Video!

Full Metal Jackoff

Un brano che Jello Biafra (ex-Dead Kennedys), Kim Thayil (ex-Soundgarden), Krist Novoselic (ex-Nirvana etc.) e Gina Mainwal (ex-Sweet 75) eseguirono a Seattle il 1° dicembre 1999, nella formazione costituita ad hoc e chiamata "NO WTO Combo", durante la grande manifestazione contro la World Trade Organisation.

Trovato qui
Around our nation's capital
(continua)
inviata da Alessandro 11/6/2008 - 10:25




hosted by inventati.org