Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2020-12-6

Remove all filters
Video!

Che vita meravigliosa

(2020)
Testo e musica di Antonio Diodato
Title track del suo nuovo album uscito il 14 febbraio 2020.

Come dice Marco Valdo M.I. le più belle canzoni contro la guerra sono quelle che non parlano di guerra, ma parlano di pace e di vita. Questa canzone di amore per la vita - secondo me una delle più belle canzoni italiane uscite quest'anno - si iscrive nel solco di brani già presenti sul nostro sito come Gracias a la vida, What A Wonderful World, o A la vida dove la meraviglia e lo stupore per quello che la vita ci offre non escludono le avversità, il dolore e la rabbia per le ingiustizie di questo mondo, anzi sono sono proprio questi ostacoli a rendere ancora più forte l'amore per la vita.

Diodato ha scritto un testo del tutto classico, utilizzando la metafora della vita come viaggio per raggiungere un'Itaca che dia senso al nostro vagare, al nostro cercare, un traguardo che non si deve... (Continues)
Sai, questa vita mi confonde
(Continues)
Contributed by Lorenzo Masetti 2020/12/6 - 15:47
Video!

Paint It Black

45 giri del 1966. Composto da Mick Jagger e Keith Richards.

Nello stesso anno comparirà come brano di apertura nella versione americana dell’LP Aftermath, pubblicato per la Decca Records e la London Records. Aftermath è fondamentale nella loro discografia per le sperimentazioni dell'epoca, davvero innovative. Moltissimo merito delle quali andrebbe riconosciuto a Brian Jones, che qui, ad esempio, utilizza il sitar in modo semplice ma molto efficace (ispirato dalla frequentazione con George Harrison che l'aveva suonato in Norwegian Wood su Rubber Soul pochi mesi prima).

Su Paint it Black sono valide molteplici interpretazioni. Potrebbe essere una riflessione sugli orrori della contemporanea Guerra in Vietnam, un tema che influenzava in quei tempi buona parte della musica rock. Ma è stato sostenuto sia la storia di un uomo che vede morire all'improvviso la propria amata o che c'entri la lettura... (Continues)
I see a red door and I want it painted black
(Continues)
Contributed by Flavio Poltronieri 2020/12/6 - 12:01
Downloadable! Video!

Rue de la Grange-Aux-Belles

PROCESSO DI BURGOS DEL 1970: UN BREVE AMARCORD
di Gianni Sartori

Tanto vale farsene una ragione. Ormai – di anniversario in anniversario – si procede, come minimo, da un cinquantesimo all’altro.

Solo “ieri” si celebrava il 50° del 19 aprile a Valdagno e dell’intero “68”. Poi quello di Piazza Fontana (12 dicembre 1969)…

Quasi-quasi stavo per dimenticarmi del processo di Burgos a carico degli etarras baschi, alcuni dei quali rischiavano la pena di morte.

Perfino a Vicenza vi furono iniziative di protesta. Ricordo in particolare, per la presenza di tanti compagni poi “andati”, “scomparsi” (alcuni solo politicamente, altri letteralmente), una manifestazione (dicembre 1970) nella piazzetta su cui troneggia la statua di Garibaldi (dove ora c’è la libreria Galla, all’epoca ancora in Corso Palladio). C’erano un po’ tutti gli antifascisti vicentini. Dagli anarchici (Tiziano Zanella – poi in PotOp-... (Continues)
Gianni Sartori 2020/12/6 - 09:59
Video!

Pierre

Brano tratto dall'album Poohlover del 1976, con testi di Valerio Negrini e musica di Roby Facchinetti; riesce a trattare, con delicatezza ed in un periodo molto distante dal nostro, un tema di questo calibro, tramite la storia di due compagni di scuola che si riconoscono dopo anni.



Perdonate la descrizione telegrafica la formattazione approssimativa, questa è la mia prima entry su questo sito, sentitevi liberi di modificarla.

C'è molto poco online su questa canzone, riporto questa breve intervista al gruppo: Spettakolo.it

Dovrebbe esserci inoltre una cover/traduzione in inglese da qualche parte?

Oltre alla videoclip ufficiale, girato a 40 anni di distanza nel nel 2016, degna di nota l'esibizione del 1977 a Discoring:
Penso a te
(Continues)
Contributed by xSofi&Matt 2020/12/6 - 01:34
Video!

The Gloaming

2003
Album: Hail to the Thief
Testo da Genius
remixata da DJ Shadow con la voce campionata di George W. Bush e in copertina Dick Cheney in veste di diavolo con scritto "Would you buy a war from this man?"

The next song we’re gonna do is a song about the rise of fascism and the right wing. The only way to stop them is to do something. If you do nothing, they’ll win. And these people are fucking crazy.

La prossima è una canzone sull'ascesa del fascismo e della destra. L'unica maniera di fermarli è fare qualcosa. Se non fate nulla, vinceranno. E questi sono dei pazzi, cazzo!

Thom Yorke

I really think the song itself is the most explicit, not political song on the record, but the most explicit protest song on the record. And when I did it, I didn’t really realize what it was. But every time we play it live now, I feel really strongly that it’s about the rise of fascism, and the rise of... (Continues)
Genie let out of the bottle
(Continues)
2020/12/6 - 00:37
Video!

We All Said Stop the War

2005
I keep seeing us everywhere, as far as the eye can see,
(Continues)
2020/12/6 - 00:25
Video!

Support the Troops

(2006)

Canzone contro Bush e la guerra in Iraq, pubblicata per la prima volta nel live At The Borderline 18th April 2006
Beat the drum, wave the flag,
(Continues)
2020/12/6 - 00:17
Song Itineraries: George Walker Bush II
Downloadable! Video!

Better Things

2008
In This Earthly Spell e poi in Threshold

I wrote this for the "Bin The Bomb" campaign in protest at the UK Government's decision to re-commission the Trident generation of nuclear weapons. I just think maybe there are a few imaginative and constructive ways to spend £30 billion or so that don't involve weapons of mass destruction.

Karine Polwart
Ten thousand years of big ideas
(Continues)
2020/12/5 - 23:57
Video!

Unnatural Selection

[2009]
Parole e musica di Matthew Bellamy
Nell'album "The Resistance
Testo ripreso da Genius
They'll laugh as they watch us fall
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2020/12/5 - 22:01
Video!

Убиj ме

d’après la version italienne – Ammazzami – de Riccardo Venturi
d’une
Chanson macédonienne – Убиj ме (Ubij me) – Bernays Propaganda – 2009

New Wave / Post Punk de la Macédoine post-yougoslave. Un groupe vraiment remarquable. Nous promettons de chercher d’autres paroles. Tuez-moi / Je ne suis pas comme vous ! La haine de la différence comme base de toutes les guerres.

Note : Les paroles de la chanson anglaise translittérée avec « x2 » peuvent être trouvées sur l’un des habituels « sites de paroles ». Ici, nous avons soigneusement restauré les paroles dans leur écriture cyrillique (au moins jusqu’à ce soir, la langue macédonienne était encore écrite en cyrillique), en fournissant une translittération légèrement moins anglicisante et également une traduction anglaise complète (en plus de la traduction italienne).

Le groupe Bernays Propaganda s’est formé à Skopje, en Macédoine, en 2007, une... (Continues)
TUEZ-MOI
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2020/12/5 - 21:53
Downloadable! Video!

Apesar de você

Grazie per la traduzione. Conoscevo la canzone e non avrei mai pensato che il testo avesse un significato storico e socie così importante. La apprezzo ancora di più.
Stefania 2020/12/5 - 20:19
Video!

W S.Eusebio

W S.Eusebio
[ 1971 ]

Testo / Lyrics / Paroles / Sanat:
Nino Manfredi

Film / Movie / Elokuva:
Nino Manfredi
Per grazia ricevuta

Musica / Music / Musique / Sävel:
Guido & Maurizio De Angelis

Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
1. Coro di Nora Orlandi

2. Nino Manfredi e Coro di Nora Orlandi

Album: W S. Eusebio

Explicit content warning

This page can contain explicit content
(offensive language, violence or propaganda message, etc)

Nel riquadro è riportato l’avviso che un noto sito propone all’apertura della pagina che contiene il testo della canzone, con un invito a cliccare su uno dei due pulsanti sottostanti : No problem / Leave page.
Ai futuri lettori del XXII secolo: l’avviso è rivolto alla audience del villaggio globale del XXI secolo, non risale ai tempi dell’Esercito della Santa Fede del cardinale Fabrizio Ruffo.

La libertà di non credere,... (Continues)
Quando il sole se n’è andato
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/12/5 - 19:47
Song Itineraries: Antiwar Anticlerical
Video!

Compagno Orso

(2020)
Assalti Frontali featuring Er Tempesta & Nummiriun

Canzone scritta per la raccolta “Her dem amade me – Siamo sempre pronti” un disco per Orso
[Ritornello: Militant A]
(Continues)
2020/12/5 - 17:49
Song Itineraries: From Kurdistan
Downloadable! Video!

Arrivaru i Cammisi

Bella... complimenti!
2020/12/5 - 15:36
Video!

Canción sin miedo

E' una canzone ricca di pathos e cantata in modo sublime. Come Centro Studi America Latina di Firenze la apprezziamo in modo particolare, anche per il fatto che diversi nostri partecipanti sono latinoamericani. Cercheremo di riprodurla con un coro di Firenze e, spero, anche altrove.
BRUNO D'AVANZO 2020/12/5 - 12:30
Video!

Ring la prossima guerra santa

1986
Effetto Eisenhower

Testo incompleto trascritto all'ascolto
Israele no non smette mai di vincere le guerre sante
(Continues)
Contributed by Dq82 + Lorenzo 2020/12/5 - 10:52
Video!

Drones

Riccardo Gullotta
DRUNA
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/12/4 - 22:49
Video!

Eravamo noi

(2020)
Dall'album Venti, venti canzoni scritte durante il lockdown in questo 2020.

In Eravamo noi racconti 50 anni d’Italia in pochi versi. Cosa rappresentano gli eventi storici che citi?

Sono i miei 60 anni, quello sono io. Quegli episodi sono le cose che mi vengono in mente per prime quando parlo degli anni che furono. Un po’ come adesso che si parla solo di Covid. C’è un unico riferimento che non era sulla bocca di tutti, cioè la citazione di 1984.
Giorgio Canali, la catastrofe siamo noi
Eravamo noi con i pantaloni lunghi per la prima volta
(Continues)
Contributed by Dq82 2020/12/4 - 22:23
Downloadable! Video!

Run Soldier Run

Riccardo Gullotta
CORRI SOLDATO CORRI
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/12/4 - 18:39
Downloadable! Video!

Wann sind wir bereit

Helmut Dahlhaus
Riccardo Gullotta
QUAND’E’ CHE SAREMO PRONTI
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/12/4 - 18:36
Video!

No Man's Land

2003
Scritta da Alan Simon
dalla compilation di artisti vari "Gaia"
No love, no dreams, oh my lady
(Continues)
2020/12/4 - 17:20
Downloadable! Video!

Felona e Sorona

Magnifico Documento! Grazie
Gino Monzecchi 2020/12/4 - 16:16
Video!

Nell'aria

(2020)
Dall'album Venti, venti canzoni scritte durante il lockdown in questo 2020.

Allora… Il fatto è che se ti dicono di camminare su un piede solo e di fare benzina solo con la mano sinistra e senti dire che sì, è giusto obbedire perché è per la nostra salute, e se poi vedi che se cammini con due piedi e fai benzina con la mano destra ti vengono a urlare contro, perché sono stati indottrinati in quella maniera, la situazione diventa pesante. E io inizio ad avere paura, ma molta di più di quanta ne avessi quando si parlava di colpi di stato negli anni ’70, perché qua il colpo di stato ce lo stiamo facendo da soli. Cioè, il coprifuoco alle 22, a che serve? A me evoca cose di tipo cileno, non posso farci niente. Mi fanno notare che abbiamo cambiato secolo, mi accusano di essere rimasto indietro perché sono un vecchio di merda, ma posso dire che sono preoccupato? L’assoluta mancanza di critica... (Continues)
Sapevamo già che sarebbe andata così
(Continues)
2020/12/4 - 15:22
Video!

Circondati

(2020)
Dall'album Venti, venti canzoni scritte durante il lockdown in questo 2020.
{{upl/giorgio-canali-rossofuoco-venti.jpg n0 Venti}
Con il consueto tono pacato e pettinato
(Continues)
2020/12/4 - 15:17
Downloadable! Video!

Wem gehört die Welt

Riccardo Gullotta
DI CHI È IL MONDO
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/12/4 - 13:26
Video!

Αθήνα 1943

d’après la version italienne de Riccardo Venturi
d’une chanson grecque – Αθήνα 1943 – Nikos Kavvadias / Νίκος Καββαδίας – 1943

Le texte a été publié dans la revue clandestine Πρωτοποροι [Protoporoi] / Pionniers en décembre 1943 sous le pseudonyme de A. Tapinos.
Lorsque Kavvadias l’a écrit, il était trop tôt pour prédire la libération ; il restait encore dix mois dramatiques. Pourtant, dans ces vers, il respirait plus que l’espoir malgré les pendaisons, l’air lourd, l’écoute clandestine de Radio Londres et de Radio Moscou, les Allemands à chaque carrefour sous un drapeau noir. Néanmoins, la victoire est pressentie par Kavvadias dans le cadre d’un ποίησις, de ce processus créatif qui rend les artistes clairvoyants et actifs. Et, dans ce cas, elle se poursuivra jusqu’à la μουσική που κάθε στόμα θα λαλήσει / musique que chaque bouche chantera.
On ne peut pas en dire plus, il n’y a pas de traductions... (Continues)
ATHÈNES 1943
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2020/12/4 - 10:07
Video!

Arabic love

2016
Ci serve un posto dove stare
(Continues)
Contributed by Alberto Scotti 2020/12/4 - 01:56
Video!

Wardogs

2007
album: Labyrinth

Il testo in latino è una parte del requiem (messa per i defunti).

Il brano si chiude con estratti del famoso discorso di Eisenhower sul complesso militare-industriale: Avalon Project - Military-Industrial Complex Speech, Dwight D. Eisenhower, 1961
In paradisum deducant te Angeli
(Continues)
2020/12/3 - 22:33
Video!

Change

(2002)
Scritta da Blondie Makhene, Hugh Masekela e Mbongeni Ngema
dall'album Time

Bellissimo pezzo contro i vari presidenti/dittatori africani e contro i paesi ricchi che finanziano le guerre in Africa.
Everything must change
(Continues)
2020/12/3 - 21:42
Video!

C'era una volta un re

1996
C’era una volta un re
(Continues)
Contributed by Alberto Scotti 2020/12/3 - 18:02
Downloadable! Video!

Il general Cadorna

Anonymous
Lo general Cadorna l'ha fatto pe davero
(Continues)
Contributed by Dq82 2020/12/3 - 16:47
Downloadable! Video!

Circulus terroris

@ Riccardo Gullotta

Sono io che devo scusarmi, credimi. Stamani sarei rimasto volentieri a tradurre anche l'opera omnia di Kavvadias (scherzo; in realtà, quella che ho fatto è la prima traduzione in assoluto da Kavvadias che faccio, se si esclude Ο πιλότος Νάγκελ delle isole Lofoten, ma perché ce la avevo nel millennio scorso come esercizio di traduzione in uno dei corsi su cui imparavo il greco). Invece visite, burocrazia, CUP, mascherine, dottori, glicemie e quant'altro. Non mi sentivo molto leggero. Ora invece me ne vado un po' a dormire coadiuvato da un gattino bianco e nero che dorme sul divano; poiché è bianconero, si chiama "Omar" in onore di Omar Sivori. Un abbraccio e un ronf, poi si tornerà a Kavvadias da Harbin!
Riccardo Venturi 2020/12/3 - 14:50




hosted by inventati.org