Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2007-1-11

Remove all filters
Video!

Casualties Of War

Il racconto di un soldato, durante la prima guerra del Golfo
Casualties of war; as I approach the barricade
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/11 - 15:02
Video!

Black Gold

Two boys on a playground
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/11 - 14:51
Video!

L'anno che verrà

[Deutsche Fassung von, oder gesendet von, Srdjan Vukovic]

Dies ist die deutsche Lyrics von "L'anno che verrà", ich wünsche euch viel Spass damit! ;-)
DAS NEUE JAHR
(Continues)
Contributed by Srdjan Vukovic 2007/1/10 - 23:35

Ustica

USTICA, FINE.

La notizia, per chi non la sapesse, è di poche ore fa: una qualche cazzo di sezione della corte di cassazione ha mandato definitivamente assolti i generali dell'aeronautica Ferri e Bartolucci dall'accusa di avere depistato le indagini sulla strage di Ustica, per coprire i reali eventi che avevano portato all'abbattimento del DC9 dell'Itavia il 27 giugno 1980. Con l'assoluzione definitiva dei due generali cade anche ogni ipotesi di risarcimento per le vittime; è già forse qualcosa che non debbano pagare le spese processuali, come accadde per i familiari della strage di stato di Piazza Fontana. Esultano i generaloni per il "restaurato onore dell'aeronautica italiana". Stop. Cancellato tutto. Anche qui, nessun colpevole. Anzi sì, a bordo dell'aereo si deve essere verificata una serie impressionante di malori attivi. C'è chi vola da un quarto piano in una questura, e chi da 10.000... (Continues)
Riccardo Venturi 2007/1/10 - 20:37

Bagdad Chaos

Jean-Pierre Manel
Voila enfin un texte qui dit les choses avec force, lucidité et beaucoup de talent. Pourquoi ne l'entend-t-on pas chanter en rap par exemple?
Merci de transmettre.
Fabienne
2007/1/10 - 20:16
Downloadable!

Bandiere di Pace

La storica Canzone/Inno alle 'Bandiere di PACE', composta da Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace (www.agneseginocchio.it ), che ha fatto da sfondo a molte iniziative e marce pacifiste in Italia. Scritta l' 8/01/2003, la canzone-inno è stata citata nel libro omonimo
(Ritornello)
(Continues)
2007/1/10 - 19:22
Video!

Traffic In The Sky

La canzone parla dell'11 settembre. Jack si immagina di essere ancora un bambino mentre gioca per strada con i suoi amici, quando a un tratto vedono le ombre degli aerei passare sull'asfalto. E' estratta dal secondo album, On and on.
There's traffic in the sky
(Continues)
Contributed by Riccardo 2007/1/10 - 17:13
Downloadable! Video!

Addio mia bella addio

Veramente disgustoso.
(Carlotta)

A cosa ti riferisci, Carlotta? Cerca di spiegarcelo, per favore. [RV]
2007/1/10 - 14:29
Eight years ago, on January 11, Fabrizio de André evaporated in a red cloud. AWS remember him with a lesser-known song, a "modified version" of Via della Povertà (a cover of Bob Dylan's Desolation Row).
Riccardo Venturi 2007/1/10 - 11:35
Video!

Via della Povertà [versioni modificate e versione da album], incl. Desolation Row by Bob Dylan

[1974 / 1982]
Testi di Fabrizio de André
Lyrics by Fabrizio de André
Musica di Bob Dylan ("Desolation Row")
Music by Bob Dylan ("Desolation Row")
Arrangiamento/Arrangement: De André/De Gregori



Il manoscritto della "seconda versione modificata" di Via della Povertà (riprodotto da Stella Nera).

L'11 gennaio [2007] Fabrizio ci ha lasciati da otto anni. Da otto anni non possiamo più ascoltare la sua voce, e senza tanti giri di parole diciamo che ci manca sempre di più. Questo e basta. Vogliamo ricordarlo con queste particolari versioni di "Via della povertà" che pensiamo possano avere il suo preciso posto nella nostra raccolta, particolarmente per quanto riguarda la memoria di certi anni.[RV]

Alla fine del 1974, in preparazione della sua primissima tournée di concerti (che lo avrebbe poi visto esordire alla "Bussola" di Viareggio), Fabrizio de André si divertì, ad Asti, a cantare... (Continues)
Il salone di bellezza in fondo al vicolo
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/10 - 11:15
Video!

The Big Parade

1999
Detroit to d.C., night train, capitol, parts east
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/10 - 10:45
Video!

Save The Day

Album: The Living End - 1998
So here I come to save the day
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/10 - 10:36
Video!

Bitter Peace

Initiate blood purge
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/10 - 10:32
Video!

Radio Manisco/0516490872

1993
0516490872

Ora che Abu Ghraib, Guantánamo e detenzioni arbitrarie “giustificate” dalla guerra al terrorismo (vedi il caso nostrano del sequestro Abu Omar) sono diventate la normalità nella coscienza collettiva, ho ripescato questa che è una delle più belle canzoni della stagione italiana delle Posse... Figli dell'Onda Rossa Posse e fratelli degli Assalti Frontali, gli AK47 scrissero questo brano dedicato a Silvia Baraldini nel 1994, facendolo precedere da un'introduzione del giornalista RAI, corrispondente dagli USA, Lucio Manisco (poi eletto come parlamentare per Rifondazione Comunista e per il Partito dei Comunisti Italiani). Il testo della canzone era ispirato non solo alla vicenda della Baraldini (condannata ad una pena sproporzionata rispetto ai capi di imputazione, solo perchè “irredenta”, e liberata poi nel settembre del 2006 dopo essere stata trasferita, non senza polemiche, nelle patrie galere), ma anche al racconto “Gli invisibili” di Nanni Balestrini.
Silvia Baraldini, detenuta n.0516490872, carcere femminile di massima sicurezza, Marianna, Florida, Stati Uniti d'America...
(Continues)
Contributed by Alessandro 2007/1/9 - 23:00
Video!

El pianista del gueto de Varsovia

Letra y música: Jorge Drexler
Testo e musica: Jorge Drexler


Basado en el relato autobiográfico "El Pianista del Gueto de Varsovia" de Władysław Szpilman

Basato sul racconto autobiografico "Il pianista del ghetto di Varsavia" di Władysław Szpilman. Dal libro è stato, come noto, tratto un pluripremiato film di Roman Polański.

Il pianista
di Roman Polański

Durata: 148'
Wladyslaw Szpilman: Adrien Brody
Capitano Wilm Hosenfeld: Thomas Kretschman
Padre: Frank Finlay
Madre: Maureen Lipman
Dorota: Emilia Fox

E’ facile capire cosa deve aver convinto Polański, nell’opera autobiografica di Szpilman (1911-2000), ad affrontare il lutto inevitabile per ogni ebreo polacco, l’olocausto nella Varsavia bellica. Sicuramente la lettura ha conquistato il regista mostrandogli la possibilità di raccontare la tragedia personale di un artista ebreo (il più grande pianista polacco dell’epoca), inserendola... (Continues)
Dos generaciones menos
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/9 - 21:46
Song Itineraries: Ghettos

Tror du den gamle jord kan holde

9 gennaio 2007

Per la traduzione dal danese (estremamente popolaresco) mi sono servito dello English-Danish-English Dictionary Online Fake/Pope.
PENSI CHE LA VECCHIA TERRA POSSA RESISTERE?
(Continues)
2007/1/9 - 17:22
Video!

Bombs

2006
feat. Harry Collier
If I don't get out of this I I wish, I just want you to know that I really really love you.
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/9 - 16:40
Video!

War Party

I hear your piteous shrieking
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/9 - 15:52
Video!

Movil Oil Special

Canzone che chiude l'album del 1968 intitolato "Te Recuerdo Amanda"
Testo tratto da cancioneros.com
Los estudiantes chilenos
(Continues)
Contributed by Alessandro 2007/1/9 - 13:01
Video!

Somos pájaros libres

Una canzone del 1966 che riecheggia la dylaniana "Blowin' in the wind". Testo tratto da cancioneros.com; riproposta recentemente dai Quilapayún nell'album "La Fuerza de la Historia" (2006)
Somos pájaros libres.
(Continues)
Contributed by Alessandro 2007/1/9 - 12:52
Song Itineraries: Free Birds
Downloadable! Video!

En tu silencio

Muy estimado Riccardo Venturi:

Por este medio te agradezco profunda e infinitamente la labor que has hecho con las traducciones de mi canción, de verdad, muchas gracias por tu tiempo y por apoyar esto que vamos escribiendo y cantando.

He tratado de comunicarme contigo a la dirección electrónica que has puesto en esta página, sin embargo no ha sido posible ya que se me han regresado los correos, parece que tienes lleno el buzón.

Ojalá te puedas comunicar conmigo y así poder seguir en contacto y platicar algunos otros proyectos.

Un abrazo muy grande, y un agradecimiento a nombre de todos los que de un modo u otro llevamos la bandera de la libertad, de la justicia y del arte en el corazón.

Tu amigo,
Miguel Sevilla.

Muy estimado amigo Miguel,

Desdichadamente, mi buzón está constantemente lleno por causa de spam, otra cosita inventada por los genios estadounidenses que quieren venderme... (Continues)
2007/1/9 - 02:36
Video!

Il sole di Austerlitz

[1981]
Scritta da Alberto Radius e Franco Battiato
Incisa da Giuni Russo per la prima volta in Energie (1981) poi nel live Morirò d'amore (2003)

[...] Il sole di Austerlitz è la documentazione sonora del bis di uno dei numerosi concerti attraverso i quali Giuni Russo ha testardamente, tenacemente, fieramente continuato ad offrire il dono della propria voce al proprio pubblico: si tratta di una composizione di Franco Battiato e Alberto Radius originariamente pubblicata nel 1981 su uno strepitoso, raffinatissimo album intitolato Energie. - battiato.it
Si udiva appena un suono di campane
(Continues)
Contributed by YakkoSan 2007/1/9 - 00:45
Song Itineraries: Napoleon's Wars
A most beautiful and important song of our collection: Milonga del moro judío. An English translation is now available, other translations will follow.
Riccardo Venturi 2007/1/8 - 23:37
Video!

Fragile

grazie.. bel sito
Mari 2007/1/8 - 23:27
Video!

Mourir pour des idées

MORIR POR LAS IDEAS
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/1/8 - 22:14
Video!

Lavoro studio sviluppo

Il brano è tratto dal disco "LO SCATTO TATTILE" di Ennio Rega
E' una canzone che parla del conflitto in medioriente visto attraverso gli occhi di una bambina libanese e sottolinea l'indifferenza della società civile occidentale
(nel disco ospiti una bambina e una signora libanese)
Lavoro studio sviluppo
(Continues)
Contributed by Lucrezia Venturiello 2007/1/8 - 21:47

I dittatori

"Cuore" cosa è? Il titolo di una rivista?

Sì. [RV]
Willy 2007/1/8 - 18:03
Video!

Mio fratello è figlio unico

quando mi trovo a parlare di questa canzone, non so perchè, ma nn riesco a trovare le parole per definire l'oceano di emozioni che mi trasmette.
E' una canzone piena di significati, dove nessuno di essi è messo in secondo piano...
concludo dicendo che Rino è stato e sarà sempre tra di noi...
gaetano (xXx dj ) 2007/1/8 - 16:01
Video!

È morto Pinochet

Mi riferivo al personaggio di Jorge da Burgos ed al fatto che non esitò a bruciare un monumento all'umanità (e alla cristianità), quale era la biblioteca del monastero, purchè non fosse rivelato al mondo il libro perduto della Poetica di Aristotele, il "De Risu"... Mi riferivo quindi all'oscurantismo di una parte, credo minoritaria, dei credenti cattolici, come appunto quelli impallinati di occultismo, satanismo, complottismo e altre varie e avariate amenità, tra cui spesso spicca, con vaie giustificazioni, che l'arte e la musica in particolare siano figlie del demonio

La musica e l'arte, come tutte le manifestazioni umane, sono state spesso al servizio dei potenti ma sono anche state un potente strumento in mano agli oppressi contro i potenti di turno... e questa funzione si è andata accentuando sicuramente dal "Ça Ira" della Rivoluzione Francese

Credo poi che questo sito sia una chiara testimonianza che le eccezioni a quanto sostieni, che la musica e l'arte siano asservite al potere, non sono affatto rare, anzi...
Alessandro 2007/1/8 - 10:27
Video!

Ninna nanna di la guerra

credo che dica "...e fa la vo..." e non "ed alavo`"!
ha piu` senso! che vuol dire poi alavo`?
floart@libero.it 2007/1/8 - 04:52

Lettera a Mio Padre

Questa canzone l'ho ascoltata per la prima volta da Evelin, in un incontro avuto per concordare le registrazioni di alcune canzoni sul tema dell'emigrazione, e in particolare Partono gli Emigranti, che io avevo già in lavorazione presso uno studio di registrazione di Lucca. Tra tanti discorsi e preamboli e accordi vari, dato che Evelin l'avevo conosciuta da poco tempo, ad un certo punto imbracciò la chitarra e timidamente ci pregò di ascoltare una canzone che lei aveva composto da un paio d'anni, appunto nel corso del suo trentesimo anno di vita. Io e Lele, ascoltammo prima incuriositi, poi sempre più coinvolti e attoniti ed a un certo momento della canzone ci ritrovammo immersi in una commozione unificata e ci ritrovammo con gli occhi lacrimevoli. Commenti sul momento: Stupenda! Sublime! Fantastica ed emozionante. Una canzone che nel panorama cantautorale mancava e che ha riempito un... (Continues)
Ricordo i tuoi occhi scuri
(Continues)
Contributed by Luciano Filippi Alias Gildo dei Fantardi 2007/1/7 - 20:33




hosted by inventati.org