Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author 'Zuf de Žur

Remove all filters
Downloadable! Video!

Naku

[2016]

Anni fa registrammo dei brani con l’intento di stampare un nuovo cd
Il progetto non vide mai la luce.
Oggi abbiamo pensato di pubblicare qualcuno dei brani registrati allora.
All’epoca della registrazione il gruppo degli Zuf de Zur era formato da:

Gabriella Gabrielli : voce
Mauro Punteri: chitarra e voce
Francesca Altran: violino
Federico Magris: violoncello
Roberto Nonini: clarinetto
Emanuele Diego Primosi: batteria e percussioni
Maurizio Veraldi: organetto

In questo brano composto da Mauro Punteri ed arrangiato da Valter Sivilotti ha anche suonato il nostro caro amico ed ex Zuf, Aleksandar Paunovic al contrabbasso.



Il testo della canzone è formato da un insieme di filastrocche e ninnananne di provenienza diversa (filastrocche italiane, slovene, ninnananne rumene, africane e dei paesi di lingua spagnola). Naku è il nome di un bimbo africano Be oko: in africano significa... (Continues)
Esse Dum la la la la
(Continues)
Contributed by adriana 2016/8/15 - 16:24

Gino Parin

[1972]
Versi di Carolus Luigi Cergoly, propr. Carlo Luigi Cergoly Serini (Zriny) (Trieste, 1908–1987), poeta e giornalista italiano di origine giuliana.
Nella raccolta "I canti clandestini. Nuove poesie in lessico triestino", pubblicata nel 1972 e interamente dedicata alla guerra partigiana e alla deportazione degli ebrei.
Testo trovato sul blog Buchi nella sabbia.

A differenza di Arone Pakitz, questa altrettanto bella e dolorosa poesia di Cergoly non credo sia stata messa in musica, ma la propongo lo stesso - a pieno titolo, e non come Extra - perchè l’autore la concepì fra i suoi “canti clandestini” e perchè gli Zuf de Žur l’hanno inclusa, insieme a tanti altri materiali poetici e musicali, nel loro spettacolo “Oświęcim Z 10803 - Shoah e Porrajmos”. Il titolo allude a Antoine Siegmeyer, detta Tonia, zingara rom tedesca, nata il 12 giugno 1932, che nel giorno del suo 12° compleanno,... (Continues)
Gino Parin
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/9/30 - 17:35

La lettera di Chaim

Antiwar Songs Blog
Chaim, un ragazzo un ragazzo di 14 anni rinchiuso nel campo di sterminio di Pustków scrive una lettera ai genitori. Chaim lancia la lettera, scritta in yiddish, oltre il filo spinato del campo;  fortunosamente viene raccolta e conservata fino alla liberazione. Chaim fu ucciso nel 1944. La lettera viene raccolta nel volume “Lettere dei condannati […]
Antiwar Songs Staff 2013-09-16 18:43:00
Downloadable! Video!

Prejera (Crist pietàt dal nustri pais)

[1944]
Parole di Pier Paolo Pasolini, dall’incipit dell’opera teatrale «I Turcs tal Friûl» («I Turchi in Friuli»)
Musica composta da Luigi Nono nel 1976, per coro femminile (3 soprani, 3 contralti) e coro maschile (tenori, bassi) con timpani e percussioni (campane, gran cassa, piatti sospesi)
La prima dell’opera andò in scena nel novembre del 1976 nella chiesa di San Lorenzo a Venezia con il coro del teatro la Fenice, un anno esatto dopo l’assassinio di Pasolini ad Ostia.
La partitura andò perduta nel 1996 nel corso del’incendio doloso che devastò il teatro la Fenice. Fu ricostruita nel 2000 a cura di Daniele Zanettovich

Interpretata anche da 'Zuf de Žur, Giovanna Marini e da Luigi Maieron

Nel settembre del 1943 Pasolini fu costretto ad arruolarsi ma, dopo l’8 settembre, rifiutò di consegnare le armi ai tedeschi e riuscì a fuggire, travestito da contadino, ritornando a Casarsa della... (Continues)
A Casarsa nell’anno 1499. Dentro il portico della casa dei Colus, con il carro ed altri altrezzi per terra. [La preghiera è intonata da Pauli Colus]
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/11/11 - 14:42
Downloadable!

Lidi ma čhaje

[1999]
"Dettata" a Roberto Dobran
E musicata da Mauro Punteri
Interpreti:
a) Kosovni Odpadki (In "Bye Bye Bombe", 1999) [*]
b) 'Zuf de Žur (in "Partigiani! ", 2004)

La canzone deve essere interamente attribuita a Roberto Dobran, al quale è stata "dettata" nell'ambito della Patacca Globale. Scomparsa la pagina della "Cantarana" dalla quale era stato tratto il testo, incompleto e scorretto, finora inserito in questa pagina [9.5.2016], abbiamo sopperito servendoci dell' audio della canzone nell'interpretazione dei Kosovni Odpadki presente sia nel sito di Roberto Dobran che sul suo account Soundcloud, trascrivendo all'ascolto la parte mancante e correggendo quella già presente. Secondo quanto riportato nella vecchia pagina della "Cantarana", la canzone, musicata da Mauro Punteri, è dedicata a due donne partigiane: Enrichetta Stefanin, conosciuta come "la partigiana zingara" morta nell'eccidio... (Continues)
Črne črne lase [1]
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 + RV 2011/5/29 - 11:46
Downloadable! Video!

Il prigioniero Ante

Si vede che qui nessuno prende atto delle parole dette oggi sulla "congiura del silenzio" dette dal Presidente Napolitano, un ex pezzo grosso del Partito Comunista, non certo un ex fascista.

(Willy)


Questione “foibe”
documentazione raccolta da Curzio Bettio

Un articolo del Prof. Angelo Floramo che comparirà domani sul settimanale friulano "Il Nuovo FVG" (Vai al link).
Contiene:
- commento introduttivo
- intervista a Claudia Cernigoi, autrice del libro: “Operazione foibe: tra storia e mito”
- intervista a Gabriella Gabrielli, del gruppo 'Zuf de Žur sull'ultimo album: “Partigiani!”

Il 10 febbraio si è celebrato il giorno del ricordo. No, non quello della memoria (anche se i due lemmi potrebbero sembrare, ai più sprovveduti tra i lettori, comuni sinonimi); quello c'era già. Ma è una memoria che appartiene agli altri. Tutti gli altri: gli ebrei, gli zingari, gli omosessuali, i comunisti,... (Continues)
2007/2/12 - 00:55
Video!

ניט קײן ראָזינקעס, ניט קײן מאַנדלען - לולינקע

Nit keyn rozinkes, nit keyn mandlen (Lulinke)
[1941]
Lyrics by Yeshayahu Spiegel
Music by David Beyglman

Testo di Yeshayahu Spiegel
Musica di David Beyglman

Con il titolo di Lulinka ("Ninna-nanna"), il testo originale yiddish è stato cantato dagli 'Zuf de Žur nell'album Lasciapassare.

Fu scritta nel ghetto di Łódź poco dopo la morte del piccolo figlio del poeta, Chava. Fu eseguita per prima dalla cantante Ella Diamant all'apertura del centro culturale del Ghetto, e cantata dagli Ebrei di Łódź, sebbene proibita dallo "Judenrat" (il "Consiglio Ebraico" di osservanza tedesca).

David Beyglman (1887-1945) fu violinista, compositore e critico teatrale. Era nato da una famiglia di Łódź composta in gran parte da musicisti; scrisse sinfonie e canzoni che descrivevano la vita nel ghetto di Łódź. Fu deportato a Auschwitz nel 1944, poi mandato in un campo di lavoro dove morì nel febbraio del... (Continues)
ניט קײן ראָזינקעס, ניט קײן מאַנדלען,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/2 - 13:54
Song Itineraries: Extermination camps
Downloadable! Video!

O Gorizia, tu sei maledetta

Anonymous



«Canto simbolo delle barbarie della guerra. Di autore anonimo è nato nelle trincee italiane durante le interminabili offensive dell’esercito italiano per la presa di Gorizia.
È stata inserita una parte in tedesco a condanna di una guerra voluta da pochi e subita da tutti.»

Testo di autore anonimo (in tedesco 'Zuf de Žur)
Musica: R: Amodei, M.Punteri ('Zuf de Žur)

È con grande piacere che inseriamo questa versione bilingue di "Oh Gorizia" inviataci direttamente da Gabriella dei 'Zuf de Žur che ringraziamo di cuore.
La vogliamo accostare idealmente a Sidùn cantata in arabo ed ebraico.(Lorenzo Masetti, 11 settembre 2005)

Gorizia fu l’unica città conquistata con le armi dall’esercito italiano. La conquista della città costò la vita, in una settimana, a 30.000 soldati, tra italiani e austroungarici. L’ 8 agosto 1916 i fanti italiani entrarono in una città ridotta in macerie, abbandonata... (Continues)
GORIZIA
(Continues)
2005/9/11 - 11:24
Downloadable! Video!

Madonuta

Il testo è una poesia di Pier Paolo Pasolini
[da I Turcs tal Friúl, 1976]
Musica di Giovanna Marini
dalla "Cantata per Pier Paolo Pasolini"

Recentemente reinterpretata da Giovanna Marini insieme al gruppo 'Zuf de Žur nel loro album "Partigiani!".

La canzone diventa, scrive Alessandro Portelli nella presentazione al disco, “simbolo e precedente dell’invasione tedesca contro cui si ribellarono i partigiani friulani mezzo millenio dopo”.
Madonuta, a mi a no mi impuarta di nuia romài.
(Continues)
2005/6/12 - 19:14
Downloadable! Video!

Fuoco e mitragliatrici

Anonymous
[1915-1916]
Musica: Ernesto De Curtis, per la canzone "Sona, Chitarra"

Canto di protesta risalente al primo conflitto mondiale, raccolto da Roberto Leydi ad Alfonsine, in provincia di Ravenna.
Canto di protesta contro le terribili condizioni della guerra in cui, per conquistare pochi metri di terra, si devono perdere tanti compagni.
Fu scritto probabilmente tra il 16/12/1915 (episodio della "Trincea dei raggi" o "dei razzi", che gli eroici fanti della Brigata Sassari riuscirono a conquistare con un assalto alla baionetta), ed il 29/3/1916 (quinta battaglia dell'Isonzo).

Questa canzone, dalla melodia assai suggestiva, tuttora è suonata a valzer nelle Quattro Province (Piacenza, Genova, Alessandria e Pavia) con strumenti tradizionali come piffero (oboe popolare ad ancia doppia) fisarmonica cromatica e cornamusa.

Canto della Grande Guerra composto sull’aria della canzonetta napoletana... (Continues)
Non ne parliamo di questa guerra
(Continues)




hosted by inventati.org