Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author David Crosby

Remove all filters
Video!

This Is My Country

Dall'album Thirteen Stories High del 2008, con la partecipazione vocale di David Crosby e Graham Nash.

Una canzone patriottica di contestazione della politica militare americana. "Vogliamo indietro il nostro paese"
This is my country, we are at war
(Continues)
Contributed by Piersante Sestini 2017/9/17 - 03:13
Video!

Look in Their Eyes

[2016]
Parole e musica di David Crosby
Nell'album “Lighthouse”

“I have a friend, Marsha Williams, who went repeatedly on her own dime to Greece and went to the beach where the boats come. And pulled people out of the water. And she told me about a day when she pulled hundreds and hundreds of people out of the water. Which is, wrap a blanket around them, give them some water, give them some hot coffee, give them some food, try to find them a place to sleep, see if they need medicine. She tries to help them. Now she does that and these people she doesn’t know. They’re a different color, different religion, different country, different everything, but she knows they’re human beings. I know they’re human beings, you know they’re human beings. And the people who deny that, what I’m tellin’ them is, if you look into their eyes, you will see another human being – in anguish, in desperate anguish,... (Continues)
Friend of the shadows
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2017/2/14 - 22:30
Song Itineraries: Exiles and exilees
Video!

Morning Falling

[2014]
Scritta da David Crosby e James Raymond, suo figlio.
Nell’album intitolato “Croz”

Una canzone sui droni americani, spesso autori di stragi degli innocenti…
His open eyes
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/9/8 - 11:54
Video!

E a Maronn’ accumparett’ in Africa

2012
Black tarantella

E a Maronn’ accumparett’ in Africa” vede la partecipazione di un vero mito vivente, David Crosby, a cantare la necessità del riscatto per il continente nero. bielle.org
E a maronn accumparett in afric e parlai
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2013/3/27 - 15:26
Video!

Almost Cut My Hair

Album: "Deja Vu" (1970)
Words and music by David Crosby

È uno dei più bei inni della hippie generation, velato da un inizio di incertezza/ansia sul successo della rivoluzione in atto. Il periodo, non a caso, è quello di "Long Time Gone" e di "Déjà vu".
Almost cut my hair
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/5/29 - 12:51
Video!

They Want It All

(David Crosby)

Una canzone di protesta dei nostri giorni, post scandalo ENRON e ben calzante con l'attuale Occupy Wall Street. E' in Crosby e Nash (2004)
They want it all, they want it now,
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/4/9 - 11:41
Video!

Mind Gardens

(David Crosby)

Secondo me David Crosby non può mancare nella sezione "Woodstock 1969", che fu considerato il "papa" (o il "guru") della Woodstock generation. Crosby fu "messo fuori" dai Byrds per i suoi atteggiamenti estremamente anticonformisti, fu al centro del più bel momento musicale della rivoluzione giovanile in USA, radunò nel suo più bel disco (If I could only remember my name)elementi dei Jefferson Airplane, Grateful Dead e Santana oltre che suo fratello, Joni Mitchell, G. Nash, N. Young e altri e, inaspettatamente "risorto" dopo un periodo buio di abuso di droghe pesanti, è al fianco dei contestatori di "Occupy Wall Street" e critico nei confronti di Obama in quanto gli USA non si sono ancora ritirati dall'Afghanistan. A mio avviso questo pezzo, del 1967, rappresenta bene il periodo sia per la musica, sia per il contenuto. Ce ne sono comunque anche altri che varrebbe la pena di inserire.
Once upon a time there was a garden on a high hill
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/4/8 - 09:07
Video!

Yours and Mine

Scritta da Craig Doerge, David Crosby e Graham Nash nel 1990. Compare nel "Live it up" di CS&N. E' un bel pezzo contro la guerra diretto allo stomaco dell'opinione pubblica che si focalizza sulla triste realtà dei bambini-soldato.
I see a boy of fourteen, he's got a rifle in his hand
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/3/21 - 09:02
Video!

Stand and Be Counted

(David Crosby)

E' in Looking Forward (CSN&Y), scritta col figlio James Raymond nel 1999. Con lo stesso titolo David Crosby ha realizzato con David Bender un documentario e un libro sulla musica di protesta dagli anni '60 in avanti, intervistando molti dei cantautori ancora viventi. Purtroppo non è mai uscita una traduzione in italiano (o almeno non mi risulta).
There was a piece of a song I heard the other day
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/3/16 - 00:35
Video!

Foolish Man

(David Crosby, 1976)

E' in Whistling Down the Wire i e nel Live!, a mio giudizio entrambi bellissimi dischi di C&N. Il brano segue Long Time Gone e Deja Vu, canzoni scritte sull'onda dell'entusiasmo del cambiamento che sembrava a un passo dall'accadere, con la miccia ancora accesa della guerra del Vietnam. Nel 1976, anno in cui fu scritto, il fallimento della rivoluzione hippie stava già palesandosi negli USA e Crosby scarica in questo blues la sua frustrazione: si sente solo e stupido per averci creduto e per voler continuare a crederci.
I feel like a child
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/3/13 - 23:10
Video!

Déjà vu

(David Crosby)

Scritta nel periodo della guerra in Vietnam, per risvegliare le coscienze, sulla necessità del cambiamento. E' il titolo del primo disco in studio di CSN&Y e, tanti anni dopo, è stata usata come titolo del tour di CSN&Y contro la guerra (e Bush Jr.) in USA e del documentario "stile M. Moore" realizzato da Neil Young al termine dello stesso tour. Per certi versi, come molte canzoni di D. Crosby, è sullo stesso filo conduttore di Long Time Gone.
If I had ever been here before I would pro'bly know just what to do. Hey, don't you?
(Continues)
Contributed by Enrico 2012/3/12 - 19:24
Video!

The Word Justice

[1989]

Da/From: "World In Motion"
Interpretata anche inseme a David Crosby
A man stands up before God and country
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2007/11/16 - 14:00
Video!

Wooden Ships

(1969)
dall'album "Volunteers"
anche in "Crosby, Stills & Nash", primo album di Crosby, Stills & Nash (senza Young)



Scritta dal leader dei Jefferson Airplane Paul Kantner assieme a David Crosby e Stephen Stills. Per questo è anche nel repertorio di Crosby, Stills & Nash. Sia CS&N che gli Airplane la eseguirono a Woodstock nel 1969.

In questa canzone il popolo degli oppositori si appresta ad abbandonare il mondo dell'establishment con "navi di legno", la stessa idea di fuga che sarà ripresa ed estesa (verso lo spazio) nel successivo album (firmato Jefferson Starship) Blows Against The Empire.
(adattato da Musica e Memoria)

Le navi di legno possono essere in realtà paragonate a tante Arche che portano via i sopravvissuti a una catastrofe atomica (o comunque a qualche guerra), come spiega bene Piero Scaruffi, per raggiungere un mondo utopico dove si possa vivere in... (Continues)
- If you smile at me
(Continues)
Contributed by Lorenzo Masetti 2006/1/6 - 16:22
Song Itineraries: Woodstock 1969
Video!

Mau Mau (Amerikon)

da "Blows Against The Empire" (1970)

Brano d'apertura del primo album dei Jefferson Starship, dopo il grande successo di Volunteers degli Airplane.

Così presenta l'album in un interessante articolo il critico Riccardo Bertoncelli (che stavolta non "spara cazzate"...):

da "Jefferson Starship - Blows Against The Empire" di Riccardo Bertoncelli

[Del nucleo originale dei Jefferson Airplane] nel '70 ritroviamo solo Paul Kantner e Grace Slick, all'inizio fra l'altro di una tenera (effimera) storia d'amore. Mentre gli altri si tirano indietro o vanno in tour o fanno vacanza (Jorma e Jack passano settimane in Scandinavia dedicandosi al pattinaggio), i due entrano ai Pacific High Studios e cominciano a stendere bozze per quello che potrebbe essere il nuovo disco dei Jefferson o forse no. Non è ben chiaro se il gruppo sopravviverà e, nel dubbio, Kantner decide di trasformare le idee in un progetto... (Continues)
Put your old ladies back into bed
(Continues)
Contributed by Lorenzo Masetti 2006/1/6 - 15:54
Video!

Draft Morning

by D. Crosby, C.Hillman and R.McGuinn

Album: The Notorious Byrd Brothers (1968)

Then there were the songs about the events happening on the home front during the Vietnam War. The scariest time for many teens during the war was the draft, which was captured by The Byrds in "Draft Morning." This song starts out slow and peaceful talking of the warmth morning sun then all of a sudden it changes to talk about killing and war. Between the verses there is a section of gun fire which is quite a juxtaposition from the serene background music. In the second verse the question is asked "why should it happen?" which was a question that probably was on the minds of many sons, mothers, fathers, sisters, and girlfriends that morning.

Dead link

*

"Draft Morning" is a song about the horrors of the Vietnam War as well as a protest against the conscription of men into the military during the conflict.[2][41]... (Continues)
Sun warmth on my face
(Continues)
2004/11/21 - 14:13




hosted by inventati.org