Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Lingua Swahili

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
83. Bella ciao (Swahili translation)



Ancora da un video contenente immagini della Casa de papel, una doppia traduzione in inglese e swahili; riprendiamo qui ovviamente solo quella in swahili, con una certa difficoltà dati i sottotitoli bianchi in alcuni punti su sfondo bianco. La traduzione non comprende l'ultima strofa, che è stata integrata autonomamente.

From the umpteenth video including images from La casa de papel and a double translation in English and Swahili; here we take only the Swahili one, with a certain amount of difficulties due to white subtitles on white background in some points. The translation does not include the last verse, that has been translated on our own. [RV]
Asubuhi moja niliamka
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 29/11/2020 - 10:26
Downloadable! Video!

Angalia Saa

[2008?]
Parole di Kamah (Kalamashaka), feat. Kitu Sewer, entrambi rapper di Dandora, un sobborgo o, meglio, uno slum alla periferia di Nairobi
Prodotto da un altro gruppo hip hop kenyano, Ukoo Flani Mau Mau
Testo trovato sul blog Hip Hop Kambi

Un rap in “Sheng” - da Swahili + English, lo slang parlato dal sottoproletariato urbano a Nairobi - che confronta la resistenza dei Mau Mau (movimento armato dei Kikuyu, l’etnia maggioritaria in Kenya) contro il colonialismo inglese negli anni 50 a quella di militanti politici e intellettuali del Kenya di oggi, alcuni dei quali, come lo scrittore Ngũgĩ wa Thiong'o, hanno pagato un prezzo molto alto nella loro pacifica lotta contro i regimi e per la libertà.

Ne esce invece molto male il “Padre della Patria” Jomo Kenyatta, presidente del paese dall’indipendenza (1963) e fino alla sua morte (1978): qui viene descritto come un moderato, un uomo di... (continua)
na-dedicate-ia hii
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/6/2016 - 22:28
Downloadable! Video!

Lampedusa andata

2016
Soundcity

“Sono partito dalle registrazioni che in questi anni ho fatto in giro nelle tante città di frontiera del Mediterraneo: Tangeri, Istanbul, Lisbona, Lampedusa, Sarajevo, Ventotene, Jaffa... Suoni, rumori, radio, voci, spazi sonori, cantanti di strada che mi hanno ispirato melodie, testi, ritmi. Come sempre nelle mie composizioni uso il Sabir, la lingua del mare, insieme al turco, all'arabo, al francese, allo spagnolo, al napoletano, allo swahili africano, al rumeno, al macedone per raccontare la ricchezza, le speranze, il dolore che attraversano le “strade” del Mediterraneo.
Infine, essendo cresciuta non è più una Piccola Banda Ikona ma la Banda Ikona, un insieme di splendidi amici e musicisti con i quali condivo questo viaggio in musica”.
Stefano Saletti

Una preghiera sul mare di Lampedusa cantata in Swahili, una lingua dell'Africa Orientale. La speranza di una nuova vita affidata al mare: "Padre nostro che sei nei cieli, amen, sia santificato il tuo nome"
Baba yetu, yetu uliye
(continua)
inviata da dq82 23/4/2016 - 12:19
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

SWAHILI
Oğuz Tarihmen

Thank you for your wonderful page about "Where Have All the Flowers Gone?" I am the Turkish translator on your page. my name is Oğuz Tarihmen.

Now I would like to contribute to your page with another translation: into Swahili. This language is very common in East Africa and a lingua franca in broad parts of Africa. You can say, it is the most common African language on earth.

I used to live in Uganda for 14 months and learned Swahili there. Now I am doing professional translations from Swahili into Turkish for the first time in my country.

Even though, Swahili is not my mother tongue, I suppose I have got a good work at the end of the day.

Again, like the Turkish version, the Swahili version is singable...
Oğuz Tarihmen, 24/01/2007
WAPI MAUA YALIENDA?
(continua)
25/1/2007 - 09:27




hosted by inventati.org