Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Lingua Catalano

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Todesfuge

CATALANO / CATALAN / CATALAN / KATALAANI

Traduzione catalana / Traducció al català
Catalan translation
Traduction catalane
Katalaaninkielinen käännös

Lyricstranslate
FUGA DE MORT
(continua)
inviata da Dq82 4/9/2019 - 15:19
Video!

El cant dels ocells

El cant dels ocells o – nella forma antica – El cant dels aucells (= “Il canto degli uccelli”) è un tradizionale canto natalizio catalano, le cui origini risalgono al Medioevo.

Il canto è stato accompagnato da varie melodie, la più comune delle quali è stata resa popolare dal celebre violoncellista Pau Casals (1876 – 1973).

In Catalogna il brano è considerato una sorta di inno nazionale, alla stregua dell'inno ufficiale Els Segadors. A Barcellona viene anche suonato durante le funzioni funebri di personaggi celebri ed è cantato anche come ninna nanna.

Il testo, che si compone di 15 strofe (di 6 versi ciascuna), parla della Nascita di Gesù, annunciata da 32 tipi diversi di uccelli, vale a dire: l'aquila imperiale, il passero, il verdone, il lucherino, il fanello, il tordo bottaccio o tordo comune, l'usignolo, il codirosso, il saltimpalo, il regolo, il canarino, l'allodola dei prati, il... (continua)
En veure despuntar
(continua)
6/6/2019 - 21:20
Video!

Lily

LILY
(continua)
11/5/2019 - 13:50
Video!

Que tinguem sort

(1974)
Album: I si canto trist

Una delle più belle canzoni di Lluís Llach, ancora oggi famosissima, una canzone di amore e di militanza.

Il pezzo non racconta una storia né allude a nessun evento particolare ma è un canto allo stesso tempo romantico e idealista in prima persona. Il protagonista, convinto nel suo impegno sociale, si rivolge alla persona amata avvertendola del costo e del rischio personale della sua militanza. Anche se comincia fornendole una via di uscita ("Ti auguro di avere fortuna...") poco a poco la canzone si trasforma in un invito a accompagnarlo nelle sue battaglie, pur avvertendola delle difficoltà. "Se vieni con me / non mi domandare un cammino facile".

Llach fonde così due potenti sentimenti, amore e lotta, che si rafforzano in un testo che chiama all'impegno con metafore di taglio epico: "per questo, nonostante la nebbia bisogna andare avanti". Rispondendo... (continua)
Si em dius adéu,
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 7/5/2019 - 22:58
Video!

Mar obert

(2018)
Con la partecipazione di più di 200 bambini e giovani musicisti del progetto ConArte Internacional, in appoggio a Proactiva Open Arms
Quan el vent bufi les veles els estels les guiaran
(continua)
14/4/2019 - 23:48
Video!

Mare, me’n vaig a França

(2015)
Música i lletra: Rusó Sala
Album: Fil de Coure

Historiata

Omaggio ai catalani che hanno vissuto l'orrore dei campi di sterminio nazisti. Molti di loro non non sopravvissero all'esperienza e la maggior parte dei pochi che sono sopravvissuti sono ormai morti. Che questa canzone e questo video servano per dare un briciolo in più di luce a questo buco nero della nostra storia. Dedicata specialmente a Neus Català, Joaquim Amat i Piniella e a Montserrat Roig.

Homenatge als catalans que van viure l'horror dels camps d'extermini nazi. Molts d'ells no van sobreviure a l'experiència, i la major part dels que ho van fer, ja són morts. Que aquesta cançó i aquest video-muntatge serveixin per posar una mica més de llum a aquest forat negre de la nostra història. Dedicat especialment a Neus Català, Joaquim Amat i Piniella i a la Montserrat Roig
Deixo la mar enrere i al davant els camins de la muntanya,
(continua)
inviata da Lorenzo 14/4/2019 - 23:29
Video!

Alça Manolo

(1985)
Del disc/dall'album "Es que m'han dit que..."

Canzone dedicata a Manuel Fraga Iribarne, più volte ministro durante la dittatura franchista e poi riciclatosi come "democratico" fondatore di Reforma Democrática e Alianza Popular, embrione dell'attuale Partido Popular.

Fraga divenne famoso nel mondo quando come ministro del turismo del governo franchista si adoperò per dimostrare l'inesistenza della contaminazione nucleare in seguito all'incidente di Palomares che vide coinvolto un bombardiere strategico statunitense B-52 che trasportava quattro bombe termonucleari Mark 28 (modello B28RI) da 1,5 megatoni. In quell'occasione Fraga si esibì in un bagno nelle acque di una spiaggia vicina al luogo dell'incidente, insieme all'ambasciatore statunitense, bagno immortalato in una celebre foto.
Un dia de Sant Eugeni,
(continua)
6/3/2019 - 22:53
Video!

Dansa de l'odi sobre la tomba de Franco

Versi di Josep Palau i Fabre (1917-2008), poeta e scrittore catalano
Musica di Biel Majoral

Album: Cançons republicanes (2008)

Ora che finalmente il governo spagnolo di Pedro Sánchez ha deciso di sfrattare i resti del dittatore dalla Valle de los Caídos, ricordiamo i tanti che su quella tomba avrebbero volentieri ballato circondati dai fantasmi delle migliaia e migliaia di morti vittime della repressione fascista.

Ed è proprio di ieri la notizia che lo scultore Enrique Tenreiro è riuscito a dipingere sopra la tomba di Franco una colomba della pace con la scritta "Por la libertad" come azione di protesta per la "libertà rubata alla generazione dei suoi genitori e dei suoi nonni", prima di essere arrestato.
Dansaré sobre la teva tomba
(continua)
1/11/2018 - 22:23
Video!

Cançons republicanes

Lletra Pere Capellà
Música Biel Majoral

Album: Cançons republicanes (2008)
Deixau que deixi sentir
(continua)
1/11/2018 - 22:05
Downloadable! Video!

La vie s'écoule, la vie s'enfuit

Traducció al catalá del blog Prendre la Paraula (31 de desembre de 2016)

"Acabo l’any preparant la part que em toca del nou curs de Deixa de ser una Illa-CGT, això mentre no deixem de fer l’anterior dedicat als inicis de la pedagogia llibertària a Catalunya. El nou curs porta el títol genèric d'”Art i Anarquia” i el tros que a mi en toca serà “Música i Anarquia”. Entre les mil coses que he escoltat i trobat per fer-lo n’hi ha una que m’ha agradat especialment i per això la comparteixo aquí.
Es tracta d’un himne escrit pel situacionista Raoul Vaneigem que alguns treballadors belgues van utilitzar durant les vagues de 1961. L’he traduït per tal que gaudiu de la bellesa situacionista d’una lletra que no deixa indiferent. Que el 2017 esdevingui l’any de la revolució en què els dies no desfilin al pas de l’avorriment!"
LA VIDA PASSA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 2/7/2018 - 23:28
Video!

El pueblo unido jamás será vencido

Versió al catalá per l'Anònim Toscatalà (o Catalotoscà) del XXI Segle

Nota. Mi scrive il mio sodale Anonimo Toscatalano (o Catalotoscano) del XXI Secolo: “In mezzo a tutto questo profluvio di Puebli Unidi, mi sono curiosamente accorto che non ce n'era manco uno in catalano. O come...?!? Forse sarà perché anche in Catalunya lo cantano tutti (?) in castigliano, però non credete che una versione al català ci possa stà'...? D'accordo, lo ammetto, è scritto in un catalano che sa un po' di castigliano e un po' di collesalvettese, però io sono plurale come l'Universo e c'è pòodaffà...!”
El poble unit no serà mai vençut!
(continua)
2/7/2018 - 11:40
Video!

Si la merda fos or els pobres naixerien sense cul

[1995]
Parole e musica di Francesc Pi de la Serra
Nell’album “Amunt i avall”
Testo trovato su Cancioneros.com
Aquí un negre fins fa poc no passava de ser una cosa
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 25/6/2018 - 15:04
Video!

Temptar la sort

(2017)
Album: "Amb l'esperança entre les dents"

“És la història de dos joves a la batalla de l’Ebre que es perden durant la retirada i queden darrere la línia enemiga, i el que decideixen fer en aquell moment. La por pot amb ells però s’enfronten a la situació"

Enderrock
Et recorde
(continua)
10/6/2018 - 18:15
Video!

Quan cau el sol

(2017)
Album: "Amb l'esperança entre les dents"

“Està basada en el viatge que vaig fer amb Feliu Ventura al Kurdistan. Vam anar a denunciar les polítiques de Turquia i la situació del poble kurd. Intenta reflectir un poc les batalles tan bèsties que afronta el poble kurd en diferents fronts. Explica com vencen la foscor amb les armes que tenen i com creuen que la victòria són els somriures dels que vindran”.

Enderrock
Entre les runes
(continua)
10/6/2018 - 18:08
Percorsi: Dal Kurdistan
Video!

Viure

(2016)
dall'album: L'amor i la ferocitat (2016)

Forse non proprio una canzone CONTRO la guerra ma un invito a scendere nelle piazze, a lottare, che riprende la celebre citazione di Gramsci:

Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.
Guarda’t les excuses per a un altre moment,
(continua)
26/5/2018 - 20:39
Downloadable! Video!

Warszawianka 1905 roku [La Varsovienne; Варшавянка; ¡A las barricadas!]

1a3. Catalan translation of the Warszawianka 1905 roku*
LA VARSOVIANA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/4/2018 - 10:02
Video!

Yiğidim aslanım

Vorrei contribuire qui anche la versione catalana di Maria Del Mar Bonet, su testo di Albert García, dall'album "Salmaia" del 1995.



Mi pare importante sottolineare come una stessa intensa musica, quella di Zülfü Livaneli, abbia suscitato tanti testi diversi ma profondamente simili. Infatti ho la sensazione che l'originale non sia dedicato ad un eroe qualunque ma un eroe vero, Nâzım Hikmet, scomparso nel 1963 e grande amico di Bedri Rahmi Eyüboğlu; quello di Lefteris Papadopoulos è invece probabilmente dedicato a tutti i giovani martiri della dittatura in Grecia e recentemente Dalaras ne ha dedicato l'interpretazione a Vangelis Giakoumakis, un giovane cretese di vent'anni che dopo essere stato a lungo bullizzato e torturato da alcuni suoi compagni, all'inizio del 2015 fu ritrovato morto, non ho capito se suicidatosi o ucciso dai suoi stessi carnefici; “A les portes de l'oblit” è invece sicuramente dedicata ad Ovidi Montllor, prematuramente scomparso nel 1995.

Verificate se le mie intuizioni sono giuste o campate in aria (non mastico nè il turco, nè il greco, nè il catalano)...
A LES PORTES DE L'OBLIT
(continua)
inviata da B.B. 4/4/2018 - 23:33
Video!

La fera ferotge

[1968]
Parole e musica di Ovidi Montllor
Il brano che dà il titolo all’EP del 1968
Per ordre de l'Alcalde
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 4/4/2018 - 13:35
Downloadable! Video!

Campesino

2015
Foc!

A “Campesino” hi apareixen fragments de veu de José Mújica, Che Guevara, Rigoberta Menchu i Fidel Castro.

"Yo soy campesino puro
y no empecé la pelea,
pero si me buscan ruido
la bailan con la más fea"
Cançó popular dels guerrillers del sud de Tolima (Colòmbia)
Cau el sol, cau el món als cerros invisibles
(continua)
inviata da Dq82 28/2/2018 - 17:44
Video!

Fernande

ENRIQUETA
(continua)
9/2/2018 - 23:30
Downloadable! Video!

Stranizza d'amuri

ESTRANYESA D'AMOR
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 10/1/2018 - 18:41
Video!

No tingues por

(1996)

Dedicata a Guillem Agulló (1974-1993), giovanissimo militante di sinistra ucciso a 18 anni da un gruppo di fascisti.

Leggi anche In morte di Guillem Agulló
Ja no puc veure mes enllà,
(continua)
13/12/2017 - 23:15
Video!

The Band Played Waltzing Matilda

I LA BANDA TOCÀ EL VALS DE MATILDA
(continua)
13/12/2017 - 22:52
Video!

Mury

MURS
(continua)
11/12/2017 - 22:32
Downloadable! Video!

Cruel War

Catalan Version by Ramon Casajoana
Versió al català de Ramon Casajoana

Dall'album Clams per la pau del 1967, album contenente cover di canzoni pacifiste internazionali tradotte in lingua catalana e interpretate da Ramon Casajoana e dalla moglie Maria Consol. Risale al "periodo di allentamento" della dittatura franchista alla fine degli anni '60.

L'album contiene, oltre a questa, le versioni catalane di What Have They Done To The Rain? di Malvina Reynolds, di I Come and Stand at Every Door di Pete Seeger/Nâzim Hikmet e di Universal Soldier di Buffy Sainte-Marie (e Donovan). [RV]


L'intero album

LA CRUEL GUERRA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 30/11/2017 - 09:04
Downloadable! Video!

Universal Soldier

Catalan Version by Ramon Casajoana
Versió al català de Ramon Casajoana

Dall'album Clams per la pau del 1967, album contenente cover di canzoni pacifiste internazionali tradotte in lingua catalana e interpretate da Ramon Casajoana e dalla moglie Maria Consol. Risale al "periodo di allentamento" della dittatura franchista alla fine degli anni '60.

L'album contiene, oltre a questa, le versioni catalane di What Have They Done To The Rain? di Malvina Reynolds, di Cruel War di Peter, Paul and Mary e di I Come and Stand at Every Door di Pete Seeger/Nâzim Hikmet. [RV]


L'intero album.

EL SOLDAT UNIVERSAL
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 30/11/2017 - 08:56
Video!

La mala nova

anonimo
[?]
Canzone popolare catalana
A Catalan folksong
Chanson populaire catalane
Cançó popular catalana

Le 40 cançons populars catalanes fu un volumetto popolare (venduto al prezzo di 50 centesimi) pubblicato nel 1909 nella collana “Biblioteca Popular de l'Avenç” (“L'Avenç” era una libreria barcellonese, il cui nome significa “Il progresso”, situata al n° 24 della Rambla de Catalunya). Sebbene non indicato in copertina, il curatore e revisore (particolarmente delle melodie) era il giovane musicista Jaume Llobera, come si evince dalle ”Quatre paraules” che fanno da prefazione. La mala nova che qui si presenta, è un testo la cui datazione non è chiara; ma, per alcune sue caratteristiche e particolari, potrebbe risalire al XVI o XVII secolo, forse addirittura con un adstrato ben più antico (la dama che sale sulla torre per aspettare il ritorno dello sposo dalla guerra è un τόπος medievale).... (continua)
Ja s'han fetes les crides,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/10/2017 - 08:56
Downloadable! Video!

Carlos Puebla: Canción al Che, o Hasta siempre

Dal Bloc d'un de Reus di Jordi Pinyol Mercadé


"Ernesto 'Che' Guevara ha esdevingut un gran símbol revolucionari del segle XX i un dels mites més importants de la història contemporània recent. Encara avui la figura del Che és un referent per a molts dels qui somniem un món amb més justícia social, diferent de l'actual.

El somni d'una revolució continental el va portar el 1966 a Bolívia, on després d'onze mesos de combat es va rendir a l'Exèrcit el 8 d'octubre de 1967. Va ser assassinat un dia després a l'aldea de La Higuera, al sudest del país. Les seves restes van ser sepultades en secret al poble bolivià de Vallegrande i extretes per experts cubans i argentins el 1997, any en què foren tornades a Cuba, on reposen al Mausoleu de Santa Clara.

Avui s'acompleixen 40 anys de la seva mort.

Us transcric una molt bona traducció de la cançó Hasta siempre comandante que he trobat al web Exèrcit del Fènix." - Jordi Pinyol Mercadé, 9 d'octubre de 2007
FINS SEMPRE COMANDANT
(continua)
inviata da L'Anonimo Toscano del XXI secolo 11/10/2017 - 10:59
Video!

Pau

Dal disco "Agost" del 2004

Aquest noi, en Pau, podeu haver-lo vist en una manifestació en contra de la guerra, o potser és un més dels milers de joves que col·laboren amb alguna ONG. No és cap sant irreprotxable ni un heroi, sinó una persona normal que al matí s’aixeca amb són i se’n va a la feina o a la universitat, però que no en té prou amb això, i sap que pot aportar el seu gra de sorra, sap que és entre tots que hem de lluitar per aconseguir un món millor, més just i més humà.

Questo ragazzo, di nome Pau, potreste averlo visto ad una manifestazione contro la guerra, o forse è uno delle migliaia di giovani che collaborano con qualche ONG. Non è né un santo senza macchia né un eroe, ma una persona normale che la mattina si sveglia assonnato e va al lavoro o all'università, però questo non gli basta e sa che può portare il suo granello di sabbia, sa che tutti dobbiamo lottare per ottenere un mondo migliore, più giusto e più umano.

Non a caso il nome del protagonista della canzone, Pau cioè Paolo, vuol dire anche "pace" in catalano.
Pau treballa i estudia,
(continua)
10/10/2017 - 21:56
Downloadable! Video!

Esperança

(2014)
Album: Som Riu
Assaltarem la ciutat de les tristors.
(continua)
5/10/2017 - 21:23
Video!

Espera'm assegut

1992
Amb el rock en la faixa
Prou problemes tinc a casa,
(continua)
inviata da Dq82 5/10/2017 - 15:04
Percorsi: Disertori
Video!

Jo vull ser rei

[1994]
Album: Brut Natural



Ironica e allegra canzoncina sui sacri diritti dinastici, scritta nel 1994 (in tempi non sospetti) dalla band catalana “Els Pets”, letteralmente: “Le scoregge”. All'epoca, era ancora re di Spagna Giancarlo Primo di Borbone (non ho mai capito perché la regina o il re d'Inghilterra debbano essere “Elisabetta” o “Carlo” in italiano, e quello di Spagna non possa essere Giancarlo, tanto più che è nato a Roma, in viale dei Parioli 122 -pure un "pariolino" è!). Giancarlo Primo era stato messo sul trono da Francisco Franco; poi si dice che abbia “facilitato il trapasso alla democrazia”. Però, si chiedono Els Pets, come mai, perbacco, io non potrò mai essere re? Mai votato o eletto? C'è da chiederselo magari anche in questo frangente, con il successore di Giancarlo, tale Filippo, bel fiœu e amorevole papà di reucci che un giorno gli succederanno quando darà le dimissioni... (continua)
Jo vull ser rei
(continua)
inviata da L'Anonimo Toscano del XXI secolo 5/10/2017 - 11:38
Video!

Alacant 1938

(2017)

Album: Proposta

Una canzone in bilico tra passato e presente, sull'importanza della memoria. Tutti conoscono il bombardamento di Guernica, grazie soprattutto al quadro di Picasso. Praticamente dimenticato è invece il bombardamento di Alicante del 1938, quando aerei italiani Savoia S-79 decollano da Maiorca in appoggio alle forze franchiste per bombardare il mercato centrale di Alicante, facendo oltre 300 morti.
Sèiem damunt dels arbres de l'Esplanada,
(continua)
20/9/2017 - 23:12
Video!

Cançó de la bruixa cremada

[1979]
Versi di Maria Mercè Marçal i Serra (1952-1998), poetessa, scrittrice, docente catalana. Femminista, omosessuale, attivista per l’indipendenza catalana, comunista.
Musica di Maria del Mar Bonet
Una canzone dallo spettacolo teatrale “La sala de les nines”, su testi di Mercè Rodoreda (1908-1983, importante scrittrice catalana) e Maria Mercè Marçal, tributo al romanzo “Bearn o La sala de las muñecas” (1956, in catalano “Bearn o La sala de nines”) dello scrittore Lorenzo Villalonga y Pons.
Più recentemente nella raccolta collettiva intitolata “Maria Mercè Marçal. Catorze poemes, catorze cançons”, 2009
Testo trovato su Cancioneros.com
Bruixa, que és de matinada,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 13/9/2017 - 13:34
Video!

El meu país

Versi di Miquel Martí i Pol (1929-2003), poeta e scrittore catalano.

Musica di Teresa Soler i Pi, meglio conosciuta con il suo nome d’arte di Teresa Rebull (1919-2015), comunista, internazionalista, femminista e cantautrice catalana, esule in Francia dopo la Guerra Civile.

Nell’album della Rebull intitolato “També per tu”, pubblicato nel 1981.
Ignoro se la poesia sia tratta da qualche raccolta oppure scritta apposta dal poeta per il disco.

Interpretata anche da Lluís Llach
Tots els anys que he hagut de viure
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/9/2017 - 14:48
Video!

Vint bales

[1981]
Versi di Maria Mercè Marçal i Serra (1952-1998), poetessa, scrittrice, docente catalana. Femminista, omosessuale, attivista per l’indipendenza catalana, comunista (insomma, ce le aveva tutte!)

Musica di Teresa Soler i Pi, meglio conosciuta con il suo nome d’arte di Teresa Rebull (1919-2015), comunista, internazionalista, femminista e cantautrice, esule in Francia dopo la Guerra Civile.

Una canzone dedicata a Francesc Layret i Foix (1880-1920), politico ed avvocato catalano, repubblicano e indipendentista, assassinato a Barcellona nel novembre del 1920 da sicari del cosiddetto “Sindacato Libre”, organizzazione sindacale paramilitare “carlista”, monarchica e di estrema destra.

Nell’album di Teresa Rebull intitolato “També per tu”, pubblicato nel 1981
Vint bales foren, vint bales
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/9/2017 - 08:49
Video!

La factoria de la dominació

(2011)
Album: Aldea Global Thematic Park

Un giudice fabbrica condanne, un poliziotto repressione, un giornalista fabbrica menzogne, un militare fabbrica paura, un banchiere fabbrica debiti e un vescovo sottomissione, questa è la fabbrica della dominazione.
Un pagès tenia enciams
(continua)
22/8/2017 - 22:48
Video!

Consell d’enemic

(2011)
Àlbum Oferta de diàleg

Si dice che sia ispirata a un vero scambio di opinioni tra il cantante del gruppo e un poliziotto. Una canzone diretta: invece di un consiglio da amico ti dò un consiglio da nemico: "Fate bene il vostro lavoro perché se un giorno vincessimo, state attenti!°. Oltre alla denuncia delle violenze della polizia, in tema con il nostro sito anche per il riferimento a chi decreta embarghi di cibo e medicine per poi continuare ad esportare armi....
Cada cop que aneu
(continua)
22/8/2017 - 22:39
Video!

Com plora el mar

(2016)

Joan Dausà estrena “Com plora el mar” per a Casa nostra, casa vostra
Canzone composta per la campagna Casa nostra, casa vostra

La lletra diu que el mar plora davant de la mort de les persones que el travessen. “M’agradava la idea que un element de la natura com el mar, que és el bressol de totes les cultures, plorés pel que estem fent els humans”, explica Dausà.

El compositor espera que la cançó ajudi a “remoure consciències” i que “tothom es pregunti si no és també responsable d’allò que es veu al videoclip”: la violència, la tragèdia i la repressió que pateixen les persones que fugen de la guerra.

*

Le parole dicono che il mare piange per la morte delle persone che lo attraverano.
"Mi piaceva l'idea che un elemento naturale come il mare, che è la culla di tutte le culture, pianga per ciò che noi umani stiamo facendo", spiega Dausà.

Il compositore spera che la canzone aiuti... (continua)
Com plora el mar
(continua)
22/8/2017 - 22:09
Downloadable!

Cançó per a la humanitat

Obra inclosa en els espectacles:
Transitant (2002)
Paco Viciana Collage (2004)
Lunáticos (2014)

A principis de juliol de 1995 a Srebrenica va succeir la pitjor massacre europea després de la Segona Guerra Mundial, a dins del conflicte de la guerra de Bòsnia, conegut com El genocidi de Srebrenica. Les tropes sèrbies, comandades per al general Ratko Mladic varen torturar, violar i assassinar sistemàticament a més de 8.000 civils d'aquesta població de l'ex Iugoslàvia en uns pocs dies, les declaracions dels testimonis d'aquella barbàrie són esfereïdors. I malauradament no va ser l'únic lloc a on es varen perpetrar assassinats i violacions a la població civil en aquella vergonya bèl·lica, les massacres i violacions es succeïen diàriament.

Per aquest motiu, es varen organitzar una sèrie de mobilitzacions i manifestacions per conscienciar la població i als polítics de l'època de lo inadmissible... (continua)
Mil històries han nascut de la humanitat,
(continua)
21/8/2017 - 22:36
Video!

Història d'Espanya (explicada pels espanyols)

Lletra: Francesc Ribera – Música: Xevi Vila
Album: Anem tancant les portes a la por (2014)

Un'ironica "storia della Spagna" dalle origini ai giorni nostri, con momenti molto significativi come quando gli abitanti originari dell continente americano sono tanto meravigliati dai conquistatori da morire a migliaia nelle miniere d'oro per pagarsi il catechismo e le lezioni di spagnolo. Interessante anche quando il generale Franco vince le elezioni del '36 diventando il fondatore della democrazia!
Benvinguts i benvingudes a la classe magistral
(continua)
inviata da Dq82 & Lorenzo 16/8/2017 - 23:53
Video!

Anselm Turmeda: Elogi dels diners

[1398]
Versi di Anselm Turmeda (1355-1423), scrittore maiorchino, prima frate francescano e poi, dopo la conversione all'Islam, fiero critico del Cristianesimo. Visse in Tunisia, scrivendo le sue opere sia in catalano che in arabo.
Nel volume intitolato “Llibre dels bons amonestaments”
Musica composta da Raimon nel 1969
Una canzone che trovo in “Catalonian Protest Songs”, disco edito nel 1971 dall'americana Folkways Records.
Diners de tort fan veritat,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/6/2017 - 11:41
Video!

A un amic d'Euskadi

[1968]
Parole e musica di Raimon
Una canzone che trovo in “Catalonian Protest Songs”, disco edito nel 1971 dall'americana Folkways Records.
Verd vell, verd nou,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/6/2017 - 11:15
Video!

Qualsevol nit pot sortir el sol

(1975)
dal secondo album del "cantautore galattico" catalano Jaume Sisa.

Jaume Sisa è un personaggio assolutamente eccentrico e particolare nella galassia della Nova Cançó catalana. Autore di canzoni immaginifiche e surreali, si autodefinisce "cantautore galattico". Le sue canzoni devono qualcosa a Dylan ma anche a Frank Zappa e alla beat generation.

Il suo primo successo, la sua canzone più famosa, è questa "Qualsevol nit pot sortir el sol" (Ogni notte può venir fuori il sole), un invito a un party notturno a cui partecipano personaggi dei fumetti, delle fiabe e dei cartoni animati. Solo apparentemente una canzone per bambini, è una canzone di sogno e amicizia, con un messaggio di pace e di accoglienza. Sin dalla sua pubblicazione nel fatidico 1975 (anno cruciale per la Spagna che vide la morte del dittatore e l'avvio della transizione democratica), il pubblico non tardò a identificarsi... (continua)
Fa una nit clara i tranquil·la,
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 21/2/2017 - 22:39
Video!

Himne galàctic

(2000)
Album: Visca la llibertat
amb Pascal Comelade
Habitant de terrestres confins,
(continua)
19/2/2017 - 22:19
Video!

The Fields of Athenry

ELS CAMPS D'ATHENRY
(continua)
inviata da dq82 28/1/2017 - 16:10
Video!

Blowin' in the Wind

CATALANO BALEARICO [MAIORCHINO] / BALEARIC CATALAN [MALLORQUÍ] [Queta & Teo]




La versione in catalano maiorchino del duo infantile Queta & Teo [1964]
The version in the (Balearic or Mallorquí) Catalan language by the children's duo Queta & Teo [1964]

I due fratellini Queta e Teo Pizà Aulet, all'epoca lei di 12 anni e lui di 10, formarono negli anni '60 un famoso “duo” nei paesi di lingua catalana. Spinti a esibirsi e a incidere dal padre, raggiunsero presto una discreta notorietà. Nel 1964, con l'organizzazione del padre, incisero il disco Queta & Teo canten surf (qualcosa come “Queta e Teo cantano a ruota libera”); e a ruota libera cantarono sul serio, visto che ad un'età in cui normalmente si canta allo Zecchino d'Oro, loro cantavano Blowin' in the Wind di Bob Dylan. Si tratta, ovviamente, di una versione “edulcorata” e adattata ad una realtà infantile: ci sono bambinetti,... (continua)
NOMÉS HO SAP ES VENT
(continua)
inviata da Dq82 19/10/2016 - 12:49

Repic

2016
Com un soldat

Targa Tenco 2016 come miglior album in dialetto.

Com un soldat è un album in Catalano di Alghero, registrato a Barcellona, parla dell'esperienza di madre, che come un soldato affronta la vita. Questo richiamo alla guerra è nel titolo, ma anche nell'artwork della copertina che richiama (inconsapevolmente?) la locandina di Platoon.

Repic significa rintocco. Il colpo di un dolore che ritorna sempre più forte, cadenzato, il dolore del parto. Il ritmo della vita che diventa danza di accoglienza per chi viene al mondo. Ma anche un dolore da esorcizzare, un sacrificio per tutti quelli che hanno sofferto e soffrono. (Piano, tastiere, tromba, percussioni, cori Dani Ferrer; chitarra spagnola, elettrica, percussioni Julian Saldarriaga; basso elettrico Roger Marín).
Aquesta dolor intermitenta
(continua)
inviata da dq82 22/9/2016 - 17:41
Video!

Vuelvo al Sur

Versione catalana di Joan Isaac che la interpreta con Joan Manuel Serrat nel suo disco Joies italianes i altres meravelles
TORNO AL SUD
(continua)
22/3/2016 - 23:44
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

CATALANO / CATALAN [3] Marina Rossell
da Cançons de la resistència (2015)
LILI MARLEEN
(continua)
17/2/2016 - 12:40
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
23b. Bella Ciao - Marina Rossel (Catalano)

Versione catalana di Marina Rossell con i Manel
da Cançons de la resistència (2015)

BELLA CIAO
(continua)
17/2/2016 - 12:35
Video!

Grândola vila morena

da Cançons de la resistència (2015)
con Enric Montefusco
GRÂNDOLA, VILA MORENA
(continua)
17/2/2016 - 12:29

В землянке

Testo trovato su Cancioneros.com

Perché limitare la versione a solo una delle sue quattro strofe originali? Perché non attribuire il brano ai suoi autori, ben noti, e definirla “Popular - Cançó russa de la guerra”? Boh…
Stesse riserve già espresse per la versione catalana de Die Moorsoldaten [Börgermoorlied; Das Moorlied]
ZEMLIANKA
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 16/2/2016 - 11:32
Downloadable! Video!

Die Moorsoldaten [Börgermoorlied; Das Moorlied]

13. Cant dels deportats: Versione catalana
13. Cant dels deportats: Catalan version

Versione catalana / Catalan version / Version catalane / Katalaaninkielinen versio: Josep Tero / Marina Rossell

Versione catalana di Josep Tero – molto diversa dall’originale - come interpretata da Marina Rossell in “Cançons de la resistència”, 2015. Testo trovato su Cancioneros.com

CANT DELS DEPORTATS
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 15/2/2016 - 10:50
Video!

La pell de brau XLVI

Versi di Salvador Espriu (1961)
Musica di Pau Alabajos (2016)
dall'album "L'amor i la ferocitat"

Abbiamo gia incontrato il poeta catalano Salvador Espriu su queste pagine (vedi No convé que diguem el nom e Indesinenter). Questi versi sono tratti da "La pell de brau" (La pelle del toro) una raccolta di riflessioni sulla Spagna sotto la dittatura franchista. Il cantautore valenciano Pau Alabajos li ha messi in musica nel suo album "L'amor i la ferocitat". Precedentemente erano stati musicati da Elies Montxolí Cerveró.

Sepharad (o Sefarad) è un toponimo biblico che la tradizione ebraica ha identificato con la Spagna. ‎I sefarditi sono infatti i discendenti degli ebrei originari di Spagna e Portogallo.‎
De vegades és necessari i forçós
(continua)
10/2/2016 - 21:54
Video!

Ciutat Morta

Cançó inclosa a l'àbum de KOP "Radikal"
Propaganda pel Fet! (2016)

Videoclip rodat a Can Vies, escenari de l'última batalla guanyada a Barcelona contra la brutalitat policial i judicial. Gràcies a tots els companys i les companyes que desinteressadament heu participat per aixecar la veu contra aquesta "Ciutat Morta", sense vosaltres hagués estat impossible! AQUÍ NOMÉS, NOMÉS CALLEN ELS MORTS!!!

Vídeoclip filmado en Can Vies, escenario de la última batalla ganada en Barcelona contra la brutalidad policial y judicial. Gracias a todxs lxs que desinteresadamente habéis participado para levantar la voz contra esta "Ciudad Muerta", sin vosotros hubiera sido imposible! AQUÍ SÓLO CALLAN LOS MUERTOS!!!

Si veda Ciutat Morta
Una llibertat vigilada entre reixes, una injustícia sense justícia.
(continua)
4/2/2016 - 21:41
Video!

Pau Alabajos: Firenze

(2016)
di Pau Alabajos dall'album "L'amor i la ferocitat"

Non sono tantissime le canzoni, soprattutto recenti, dedicate alla mia città, neanche in italiano,è stato quindi sorprendente scoprire questa canzone dedicata a Firenze scritta in catalano dal cantautore valenciano Pau Alabajos. Una canzone "da Erasmus" - direi - figlia dell'unico progetto positivo che è riuscito almeno un po' nell'intento di unire un'Europa altrimenti accomunata solo dall'economia e dal liberismo.

La contestatissima canzone di Brassens Les deux oncles non mi ha mai convinto: trovo inaccettabile quel mettere sullo stesso piano chi era morto per combattere il nazismo e chi per la libertà... tuttavia ci sono due versi secondo me molto belli che dicono:

[maintenant] Que vos fill's et vos fils vont, la main dans la main
Faire l'amour ensemble et l'Europ' de demain

[ora] che le vostre figlie e i vostri figli vanno,... (continua)
No hem posat el nas en Santa Maria del Fiore,
(continua)
inviata da Lorenzo 22/1/2016 - 20:57
Video!

Res no ha acabat

(1969)

Contrariamente a quanto si crede generalmente "Què volen aquesta gent?" non era dedicata a Enrique Ruano, essendo stata scritta prima della sua morte, ma a Rafael Guijarro, che fu ucciso in maniera simile. Sicuramente dedicata a Ruano, è invece questa canzone pressoché sconosciuta di Lluís Llach.

Contrario a la creencia popular, "Què volen aquesta gent" no estaba dedicada a Enrique Ruano, ya que fue anterior, sino a Rafael Guijarro, que fue asesinado de forma parecida. La que sí está dedicada a Ruano es esta casi desconocida canción de Lluís Llach
(Gustavo Sierra Fernandez)
No ploris més, noieta, noieta,
(continua)
20/1/2016 - 22:35
Video!

Parlo d’un temps

(1978)
Lletra Joan Ollé
Música Ramon Muntaner
Album: "Veus de lluna i celobert"

Dopo la breve parentesi di educazione laica e progressista durante gli anni della Repubblica (si veda El maestro), con la vittoria franchista negli anni della dittatura l'educazione tornò ad essere in Spagna quello che era sempre stata: confessionale, manipolatrice, disumanizzante e basata sulla paura
Sobtadament retornà el gran silenci
(continua)
14/1/2016 - 22:16
Video!

Cançó del comte l'Arnau

I versi di Jacint Verdaguer i Santaló.
Il poema "Lo comte Arnau" del poeta catalano fa parte della raccolta di poesie pubblicata nel 1901 e intitolata "Aires del Montseny". ca.wikkipedia

[1901]

Recentemente è stato musicato e viene cantato dal cantautore catalano Roger Mas. La canzone si trova nel suo ultimo album "Irredempt".
Il testo è stato reperito dal suo sito ufficiale.
LO COMTE ARNAU
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 1/1/2016 - 18:11
Downloadable! Video!

Comte Arnau

anonimo
La comtessa està asseguda,
(continua)
inviata da Krzysiek 1/1/2016 - 17:27
Video!

Quanta guerra!

[2015]

Album: Cançons de la Resistència
con Paco Ibáñez
Quanta, quanta, quanta guerra!
(continua)
inviata da adriana 20/12/2015 - 12:56
Video!

Un món, dues classes de persones

(2001)
Album: Respira
Hi ha una veu trencada que s’ofega al mig del mar
(continua)
19/9/2015 - 06:48
Downloadable! Video!

Gracias a la vida

CATALANO / CATALAN / CATALÁN - Marc Parrot / Miguel Poveda

L'adattamento catalano di Marc Parrot è recente (2012), ed è stato fatto espressamente per una sorta di “Telethon” per la raccolta di fondi per la lotta contro il cancro (La Marató de TV3 2012, dove è stato cantato non dall'autore, ma da Miguel Poveda). Marc Parrot lo ha interpretato solo in seguito, così come Albert Pla.

Marc Parrot's Catalan adaptation of Gracias a la vida is quite new (2012) and was made on purpose for a Catalan anti-cancer fundraising TV marathon (La Marató de TV3 2012, where it wasn't performed by the author, but by Miguel Poveda). Marc Parrot's performance came later, as well as that by Albert Pla.


GRÀCIES A LA VIDA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 4/5/2015 - 11:04
Video!

Records d'un vençut

dall'album "Viure" (1977)

La storia di uno sconfitto della guerra civile. L'esilio in Francia, il tentativo di ricominciare una nuova vita, il sogno - che per molti non fu possibile o lo fu troppo tardi - di un ritorno in una patria liberata dalla dittatura.
Se’l pot trobar en un bar
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 25/4/2015 - 23:48




hosted by inventati.org