Lingua   

Warszawianka 1905 roku [La Varsovienne; Варшавянка; ¡A las barricadas!]

Autori Vari / Different Authors / Différents Auteurs
Pagina della canzone con tutte le versioni


1e. Versione italiana (letterale) di Riccardo Venturi (4 agosto...
LA VARSOVIENNE

En rangs serrés l’ennemi nous attaque
Autour de notre drapeau groupons-nous.
Que nous importe la mort menaçante
Pour notre cause soyons prêts à souffrir
Mais le genre humain courbé sous la honte
Ne doit avoir qu’un seul étendard,
Un seul mot d’ordre Travail et Justice,
Fraternité de tous les ouvriers.

O frères, aux armes, pour notre lutte,
Pour la victoire de tous les travailleurs.

Les profiteurs vautrés dans la richesse
Privent de pain l’ouvrier affamé.
Ceux qui sont morts pour nos grandes idées
N’ont pas en vain combattu et péri.
Contre les richards et les ploutocrates.
Contre les rois, contre les trônes pourris,
Nous lancerons la vengeance puissante
Et nous serons à tout jamais victorieux.

O frères, aux armes, pour notre lutte,
Pour la victoire de tous les travailleurs.
LA CANZONE DI VARSAVIA

Il nostro nemico ci attacca a raffiche,
Il suo crudele giogo ci opprime odiosamente.
Siamo entrati nella lotta finale,
Chi mai sa quale sorte ci attende?
Ma noi prenderemo nelle nostre mani proletarie
La bandiera rossa di tutti i lavoratori,
Lotteremo per la causa operaia,
Per la libertà e per il mondo migliore.

Fratelli, in marcia, tutti alla lotta!
Marcia con audacia, operaio, avanti!
Fratelli, in marcia, tutti alla lotta!
Marcia con audacia, operaio, avanti!

Il lavoratore muore sempre di carestia,
Non possiamo più tacere, amici miei,
Né mettere in sordina il nostro odio,
Né avere paura delle forche nemiche.
Chi è morto con onore e con gloria
Combattendo per il mondo operaio,
Non morirà nella nostra memoria
E non sarà affatto dimenticato!

Fratelli, in marcia, tutti alla lotta!
Marcia con audacia, operaio, avanti!
Fratelli, in marcia, tutti alla lotta!
Marcia con audacia, operaio, avanti!

Noi odiamo i tiranni e i troni,
Per liberare il nostro popolo martire
Distruggeremo i loro palazzi e le corone,
Non ne lasceremo più alcun ricordo.
La nostra vendetta sarà implacabile
Per i parassiti del lavoro umano,
Ché tutti i loro crimini sono imperdonabili,
E il giorno della nostra rivincita è vicino.

Fratelli, in marcia, tutti alla lotta!
Marcia con audacia, operaio, avanti!
Fratelli, in marcia, tutti alla lotta!
Marcia con audacia, operaio, avanti!


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org