Lingua   

La ballata di Sante Caserio

Pietro Gori
Pagina della canzone con tutte le versioni


OriginaleNuova riscrittura in lingua inglese (con chiusa finale in franco-canadese...
LA BALLATA DI SANTE CASERIO

Lavoratori a voi diretto è il canto
di questa mia canzon che sa di pianto
e che ricorda un baldo giovin forte
che per amor di voi sfidò la morte.
A te Caserio ardea nella pupilla
delle vendette umane la scintilla
ed alla plebe che lavora e geme
donasti ogni tuo affetto ogni tua speme.

Eri nello splendore della vita
e non vedesti che lotta infinita
la notte dei dolori e della fame
che incombe sull'immenso uman carname.
E ti levasti in atto di dolore
d'ignoti strazi altier vendicatore
e ti avventasti tu sì buono e mite
a scuoter l'alme schiave ed avvilite.

Tremarono i potenti all'atto fiero
e nuove insidie tesero al pensiero
ma il popolo a cui l'anima donasti
non ti comprese, eppur tu non piegasti.
E i tuoi vent'anni una feral mattina
gettasti al vento dalla ghigliottina
e al mondo vil la tua grand'alma pia
alto gridando: Viva l'anarchia!

Ma il dì s'appressa o bel ghigliottinato
che il tuo nome verrà purificato
quando sacre saran le vite umane
e diritto d'ognun la scienza e il pane.
Dormi, Caserio, entro la fredda terra
donde ruggire udrai la final guerra
la gran battaglia contro gli oppressori
la pugna tra sfruttati e sfruttatori.

Voi che la vita e l'avvenir fatale
offriste su l'altar dell'ideale
o falangi di morti sul lavoro
vittime de l'altrui ozio e dell'oro,
Martiri ignoti o schiera benedetta
già spunta il giorno della gran vendetta
della giustizia già si leva il sole
il popolo tiranni più non vuole.
THE BALLAD OF SANTE CASERIO

Come on all ye, this song is for all workers,
A song made up in toil and bitter tears,
A song about a strong and brave young man
Who dar'd to face death all for the love of you.
Your eyes, Caserio, gleam'd in deepest darkness
Seeking revenge for all mankind's distress,
And to the proletarians living in hardest toil
You gave all your warm love and all your hopes.

You still were in your prime, in the bloom of youth,
Yet you saw nothing but endless struggle and fight,
The dark night of sorrow, of hunger and pain
That threatens the human masses struggling in vain.
And then you insurged like in act of contrition,
As the proud avenger of unknown people's toils,
And you rushed, you, who were so mild and meek,
To rouse the slaves, the humble out of dullness.

The Power trembled, frighten'd by your bold action,
New traps were set against the freedom of thought.
But the people to whom you'd given all your life
Refus'd to join your struggle, yet you didn't give up.
Your life was blown away upon a fatal morning,
They took you to be beheaded in the guillotine.
But to the coward world you shouted in the face
So loud: Long live Anarchy!, for the Human Race.

Tu dors Caserio sous la terre frouède
où tu entendras rugir la guerr' sans trève.
La grand' bataille contre les oppresseurs,
d's explouetès contr' l's exploueteurs.

And now you sleep Caserio in the cold earth
Hearing the final war shake the ground and roar,
The battle for the right against oppression,
No more injustice, no more exploitation!


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org