Language   

Canto de’ malavita

Gabriella Ferri
Back to the song page with all the versions


OriginalUn’altra strofa (omessa dalla Ferri) ed il ritornello dell’originale...
CANTO DE’ MALAVITA

So' stato carcerato pe 'n capriccio
perché portavo 'n berta 'n cortellaccio
scontrai la corte e me piovò de piccio:
“Fermo, sta fermo là! Fermo crevaccio!”

E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?

Me misero a li piedi 'n grosso impiccio
centocinquanta libbre de feraccio
m'ammanettorno co' le castagnole
e me portorno a le carceri nove.

E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
E mo' sto dentro, comme te posso ama'?
CANTO DE’ MALAVITA


A le carcere nove ce so' stato
a San Michele er cavalletto ho avuto
pe' ladro già in galera ce so' stato
me resta solo de morì impiccato!

Mejo sarebbe
ch'io nun t'amassi
ch'io te scordassi
finché nun sorto de qui



Back to the song page with all the versions

Main Page

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org