Lingua   

Claudio Cormio e Ivan Della Mea: Sciambola

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG
Pagina della canzone con tutte le versioni


OriginaleIl testo in italiano.
CLAUDIO CORMIO E IVAN DELLA MEA: SCIAMBOLAIL CRAPULA
Sont el Burdun el Sciambola padron de mi e de nient,
padron di mè disgrazzi fortunn e accident
vegnù on quaj annett adrèe dai parti del Lorett
ma incoeu gh'è pocc de sciambolà mi scioppi chi in Corvett
Sono “Bordoni il crapula”, padrone di me e di niente
padrone delle mie disgrazie, fortune e accidenti
venuto qualche annetto fa dalle parti del Loreto [1]
ma oggi c'è poco da festeggiare, io scoppio qui al Corvetto
Mi s'eri on fioeu de sciambola fàa su a la so' manera,
de quej che per la micca hann lauràa matina e sera
de quej che hann magnàa crusca coi ratt in temp de guèra
Milan model Berlusca l'è propi una ratera
Io ero un crapulone fatto alla mia maniera,
di quelli che per il pane han lavorato mattina a sera
di quelli che han mangiato crusca coi ratti in tempo di guerra,
Milano modello Berlusca è proprio una topaia
Mi sont on fioeu de sciambola e ho sciambolàa de bon
chi gh'era gh'era 'ndava ben, vincenz marocc terron,
la mè Milan o brava gent l'era on figon bel grand
Milan leghista incoeu l'è nient g'ha nanca pü i mudand
Io sono un crapulone e ho gavazzato assai
chi c'era c'era, e andavano bene i campagnoli, i marocchini e i terroni…
la mia Milano, o brava gente, era un figone bello grande,
Milano leghista non è più niente, non ha neanche più le mutande.
Ah Ah !!!
Mi s'eri on fioeu de sciambola dal Domm a la Bovisa
per mi Milan l'era la miè la mama anca l'amisa
l'era la tela bianca del mè penel d'artista
e adess l'è on strasc color trasù de ciocc de ciucialista
Io ero un crapulone dal Duomo alla Bovisa,
per me Milano era l'amante la mamma e anche l'amica
era la tela bianca per il mio pennello d'artista
e ora è uno straccio color vomito di socialista ubriaco
Mi s'eri on fioeu de sciambola giustra birocc e vin
tirà matina in bambola in Briosca coi pumpin
d'on omm ciamàa la Wanda artista e gran signor
che a on bamba come el Bossi ghe sgagna el semper dür
Io ero un crapulone, “giostra calesse e vino” [2]
tirar mattina ubriaco in Briosca [3] coi pompini
di un uomo chiamato Wanda [4], artista e gran signore
che a un stupidotto come Bossi gli mangia il sempre-duro
Ah Ah !!!
Mi s'eri on fioeu de sciambola ma voeuri vess nissun
perchè Milan el mè Milan me l'han scianfàa i ladron
de gesa o de carriera gh'a minga de importansa
Milan l'è ona baldracca la gh'a nanca pü creansa
Io ero un crapulone, ma vorrei esser nessuno
perché Milano, la mia Milano, me l'hanno sgraffignata i ladroni
di chiesa [5] o di carriera, ha ben poca importanza,
Milano è una baldracca senza più neanche creanza
Mi s'eri on fioeu de sciambola ma voeuri vess nissun
compaign fudess on negher sciopàa drogàa terron
per mi che ho sgagnàa guèra coi mondeghi de crusca
Milan incoeu l'è pü Milan se ciama "Fiat-Berlusca"
Io ero un crapulone , ma vorrei esser nessuno,
come fossi un negro, scoppiato, drogato, terrone,
per me che ho mangiato guerra con le polpette di crusca
Milano oggi non è più Milano, si chiama "Fiat-Berlusca"
Sont el Burdun el Sciambola padron de mi e de nient
padron di mè disgrazzi fortunn e accident
vegnù on quaj annett adrèe dai parti del Lorett
ma incoeu gh'è pocc de sciambolà mi scioppi chi in Corvett
ma incoeu gh'è pocc de sciambolà mi scioppi chi in Corvett.
Sono “Bordoni il crapula”, padrone di me e di niente
padrone delle mie disgrazie, fortune e accidenti
venuto qualche annetto fa dalle parti del Loreto
ma oggi c'è poco da festeggiare, io scoppio qui al Corvetto.

NOTE ALLA TRADUZIONE DI CLAUDIO CORMIO

[1] Loreto, Corvetto, Bovisa: zone periferiche di Milano
[2] Espressione idiomatica sinonimo di "bella vita"
[3] Storica osteria sui Navigli
[4] Noto transessuale realmente esistito
[5] Il primo indagato di tangentopoli si chiamava Mario Chiesa



Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org