Lingua   

Cecilia

anonimo
Pagina della canzone con tutte le versioni


Versione proposta dal Ponentino Trio
La povera Cecilia j'ha preso er su marito
je l'han messo 'npriggione, lo vonno fa morì

«Sarve sor capitano 'na grazia vo' da te»
«La grazia è beli'e fatta, vienghì a dormi co' me.»

«Grazie sor capitano, m'avete ben tradito;
a me tolto l'onore, la vita a mio marito»

«Zitta Cecilia zitta, nun dire male de me,
se nno le carceri scure, io te farò vede.»

«Si si le vojo vedere, si si le vederò.»
ecilia cava lo spillo, er capitan ammazzò.

Pija la rocca er fuso e mettete a fila',
la povera Cecilia, ar San Michele va.
Povera Cecija

La povera Cecija mo' piange il suo mari'
che sta nelle priggioni lo vonno ffa mori'
«Bondì sor capitano 'na grazia vo' da te»
«La grazia è bell'e fatta, vienghì a dormi co' me.»

Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor

Vacce Cecija mia, purché me libri a me
metti camicia bianca e fina lino fin
quanno fu mezzanotte Cecija andò a dormì
che c'hai Cecija che butti di soffrir

Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor

Quanno fu a la matina s'affaccia allo barcon
vede lo suo marito che stava a pendolon
infame capitano, m'avete ben tradito
a me leva' l'onore, la vita a mio mari'

Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor

Zitta Cecija zitta, nun dire male de me
sennò le carceri scure te faro vedere
«Si si le vojo vedere, si si le vederò.»
Cecija cava no spillo, er capitan ammazzò.

Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor

«Si si le vojo vedere, si si le vederò.»
Cecija cava no spillo, er capitan ammazzò.
Pija la rocca er fuso e mettete a fila',
la povera Cecilia, ar San Michele va.

Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor
Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor
Ahi che dolor, ahi che dolor,
ahi che dolor nel mio cuor


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org