Lingua   

Cecilia

anonimo
Pagina della canzone con tutte le versioni


Altra versione
Eu faciarrìa na fossa
triccentu metri funda
là dentro mentu a l'omani
così si strugge il mondo.

(Io farei una fossa
profonda trecento metri
là dentro metterei gli uomini
così si distrugge il genere umano.)
La povera Cecilia

La povera Cecilia, la povera Cecilia
C'ha perso il suo marito.
C'ha perso il suo marito, c'ha perso il suo marito che sta' carcerato a vita.
C'ha perso il suo marito, c'ha perso il suo marito che sta' carcerato a vita.

S'avvia pe' li cancelli, s'avvia pe' li cancelli
Co' la sua voce bella.
Co' la sua voce bella, co' la sua voce bella che chiamava il suo marito.
Co' la sua voce bella, co' la sua voce bella che chiamava il suo marito.

"Sient' sient', marito mio, sient' sient' marito mio
c'ha ritt''o capitano
"Se vuoi la libertade, se vuoi la libertade una notte a durmì cu mico -- "
Se vuoi la libertade, se vuoi la libertade una notte a durmì cu mico -- "

"Tu vacc'e torna presto, tu vacc'e torna presto,
levame da 'sti pene
Tu vacc'e torna presto, tu vacc'e torna presto, levamece da 'sti pene"
Tu vacc'e torna presto, tu vacc'e torna presto, levamece da 'sti pene"

Quanno fu la mezzanotte, quanno fu la mezzanotte,
Cecilia suspiraie
"Pecchè suspi' Cecilia, pecchè suspi' Cecilia, i' so' principe e barone!"
"Pecchè suspi' Cecilia, pecchè suspi' Cecilia, i' so' principe e barone!"

"Non vo' principe e né barone, non vo' principe e né barone
i' voglio il mio marito!
I' voglio il mio marito, i' voglio il mio marito ca lui è lu bene mio!"
I' voglio il mio marito, i' voglio il mio marito ca lui è lu bene mio!"

Quando fu a la matina, quando fu a la matina
Cecilia in fenestrina.
Cecilia in fenestrina, Cecilia in fenestrina e lu marito giustiziato.
Cecilia in fenestrina, Cecilia in fenestrina e lu marito giustiziato.


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org