Language   

Suicide in the Trenches

Siegfried Sassoon
Back to the song page with all the versions


Traduzione italiana di Francesca Coin, dal suo interessante articolo...

SUICIDIO NELLE TRINCEE

Conoscevo un soldato, un ragazzo di campagna
che sorrideva alla vita di una gioia vana,
dormiva profondamente tutto solo nella notte
e si svegliava al canto del gallo, fischiettando.

Nelle trincee d’inverno, atterrito e depresso
In condizioni sempre peggiori ed i pidocchi e ‎non una goccia di rum,
Si sparò un colpo in testa.
Nessuno parlò più di lui.‎

‎***

Voi, gente che ve ne state al calduccio,
Voi che gridate urrà quando il soldato passa in ‎parata,
Chiudetevi in casa [vergognatevi] e pregate di ‎non conoscere mai
L’inferno dove finiscono la gioventù e ‎l’allegria.‎

SUICIDIO NELLE TRINCEE

Conoscevo un giovane soldato
che ghignava senza gioia al fato
la notte dormiva nel timore‎
fischiava con le allodole all’aurora.‎

Nelle trincee invernali tra tristezza e timore
con i crampi i pidocchi senza liquore
si è infilato un proiettile nella testa
del suo nome da allora poco resta.‎

Voi folle compiaciute ed eccitate
che guardate i soldati marciare e tifate‎
andate a casa pregate Dio di non sapere
in quale inferno finiscono gioia e speme.‎


Back to the song page with all the versions

Main Page

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org