Language   

'A Flobert

Gruppo Operaio E Zézi
Back to the song page with all the versions


OriginalVersione italiana
'A FLOBERTLA FLOBERT
  
Viernarì unnice aprileVenerdì undici aprile
'a Sant'Anastasiaa Sant'Anastasia
n'u tratto 'nu rummoread un tratto un rumore
sentiett' 'e ch' paura.udii, e che paura
  
Je ascevo 'a faticàUscivo da lavorare
manc'a forza 'e cammenàneanche la forza di camminare
p'à via addumandà:chiesi per strada
'sta botta che sarrà.'sta esplosione che mai sarà
  
'A Massaria 'e RumanoA Masseria ai Romani
'na fabbrica è scuppiatauna fabbrica è esplosa
e 'a ggente ca fujevaGente che fuggiva
e ll'ate ca chiagneva.altra che piangeva
  
Chi jeva e chi turnavaChi andava e ritornava
p'à paura e ll'ati botteper paura di altre esplosioni
ma arrivato 'nnanz' 'o cancielloma arrivato davanti il cancello,
Maronn' e ch' maciello!Madonna, che macello
  
Din't vuliette trasìVolli entrare
me sentiette 'e svenìe mi sentii svenire
'nterr' 'na capa stevaa terra stava una testa
e 'o cuorpo nn' 'o teneva.senza il corpo
  
Cammino e ch' tristezzaCammino e che tristezza
m'avoto e ncopp' 'a rezzami giro e sulla rete
dduje pover' operajevedo due operai
cu 'e carne tutt'abbruciat'.con le carni carbonizzate.
  
Quann' arrivano 'e parienteNel frattempo arrivano i parenti
'e chilli puveriellee quei poveretti
chiagnevano disperatipiangevano disperati
pè 'lloro figlie perdute.i loro figli perduti.
  
«'O figlio mio addò stà«Dove si trova mio figlio?
aiutateme a cercàaiutatemi a cercarlo,
facitelo pe pietàfatelo per pietà
pe fforza ccà adda stà».di certo dev'essere qui ».
  
«Signò, nun alluccate«Signora, non gridi
ca forse s'è salvato»che forse s'è salvato»
e 'a mamma se va avvutàLa mamma si gira
sott' 'a terra 'o vede piglià.e vede che lo raccolgono da terra…
  
So' state duricie 'e muorteDodici sono stati i morti
p'è famiglie e ch' scunfuortoChe sconforto per le famiglie
ma uno nun s'è trovato,Ma uno non si è trovato,
povera mamma scunzulata.povera mamma senza conforto.
  
Sò arrivat' 'e tavuteSono arrivate le bare
e 'a chiesa simmo jutee siamo andati in chiesa
p'ò l'urdemo salutoper l'ultimo saluto
p'e cumpagne sfurtunate.ai poveri compagni sfortunati
  
P'e mmane nuje pigliamm'Fra le mani abbiamo avuto
tutti 'sti telegramm'tutti i telegrammi
so' lettere 'e condoglianzeSono lettere di cordoglio
mannate pè crianza.spedite per buona educazione.
  
Atterrà l'ajmm' accumpagnat'Li abbiamo invece seppelliti
cu a rraggiaria 'ncuorpocon la rabbia in corpo
e 'ncopp' 'a chisti muort'e su questi morti
giurammo ll'ata pavà...abbiamo giurato la dovete pagare
  
E chi va 'a faticàChé chi va a lavorare
pur' 'a morte addà affruntàdeve affrontare pure la morte
murimm' 'a uno 'a unoMoriamo un po' alla volta
p'e colpa 'e 'sti padrune.per colpa di questi padroni.
  
A chi ajmma aspettàChe altro dobbiamo attendere
sti padrune a' cundannàper condannare 'sti signori
ca ce fanno faticàche ci fanno lavorare
cu 'o pericolo 'e schiattà.col rischio di morire?
  
Sta ggente senza coreQueste persone senza cuore
cu 'a bandiera tricolorecercano di nascondere
cerca d'arriparàtutti gli errori che compiono
tutt' 'e sbaglie ca fà.sotto una bandiera tricolore!
  
Ma vuje nun'ò sapiteMa voi non lo capite
qual'è 'o dolore nuostecos'è il dolore nostro
cummigliate cu 'o tricolorecoprite col tricolore
'sti durici lavoratori.questi dodici lavoratori!
  
Ma nuje l'ajmm' capitoMa noi abbiamo preso coscienza:
cagnamm' 'sti culuriCambiamo questi colori!
pigliammo a sti padrunePrendiamo questi padroni
e mannammel' 'affanculo.e mandiamoli 'affanculo.
  
E cu 'a disperazion'E per la disperazione,
'sti fascisti e 'sti padrunedi questi fascisti e questi padroni
facimmo nu muntone,facciamone un bel mucchio
nu grand' fucarone.e un bel gran falò.
  
Cert' chisto è 'o mumentoCerto questo è il momento,
e 'o mumento 'e cagnàil momento di cambiare
e 'a guida nostra è grossae la guida nostra è grossa
è 'a bandiera rossa.è la bandiera rossa.
  
Compagni pè luttàCompagni per lottare
nun s'adda avè pietànon bisogna aver pietà
me chesta è 'a veritàe questa è la verità:
'o comunismo è 'a libertà.il comunismo è la libertà.


Back to the song page with all the versions

Main Page

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org