Lingua   

זאָג ניט קײנמאָל

Hirsh Glik / הירש גליק
Pagina della canzone con tutte le versioni


La versione in livornese di Riccardo Venturi
Non dire mai che questo viaggio è l'ultimo,
Nemmeno quando tutto sembra perduto
Nemmeno quando l'ultima scintilla di speranza sembra svanire;
Non dire mai che il futuro è perduto,
Non dare un ultimo saluto,
La partenza è certa, il ritorno no,
Ma non dire mai che questo viaggio è l'ultimo
Perché dove cade una goccia del nostro sangue,
Lì, si parlerà di noi.
CANTO DE' PARTIGIANI EBREI

Tu 'un lo dimmài 'e la strada finisce vì,
anco se 'r cielo è nero e 'un spunta mai ir dì,
dé viene łł'ora 'e s'aspetta da quer dì,
e 'r nostro passo sòna sempre: Semo vì!

Se c'è le parme o se c'è ir gelo, semo 'vì,
pieni di pene 'e un ti dìo, sempr'a soffrì.
Dove 'na goccia der nostro sangue si verzò
laggiù 'r coraggio 'ołła forza si mischiò.

Ir zole der mattino c'iłłuminerà,
e cor nemìo anco 'r passato svanirà,
però se 'r giorno dé ritarda un po' a spuntà
di gente 'n gente 'vesto 'anto passerà.

Cor sangu'è scritto, dé mìa 'ołł'inchiostro,
cołł'armi in mano è questo 'anto nostro,
sott'alle bombe 'un ci so' uccełłi a cantà
ma combattenti mentre tutto stà a crołłà.

Tu 'un lo dimmài 'e la strada finisce vì,
anco se 'r cielo è nero e 'un spunta mai ir dì,
dé viene łł'ora 'e s'aspetta da quer dì,
e 'r nostro passo sòna sempre: Semo vì!


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org