Lingua   

Un solo popolo

Massimo Priviero
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Rose di Romania
(Massimo Priviero)
La strada del davai
(Massimo Priviero)
L'eroe
(Le Pecore Nere)


2021
Essenziale
Essenziale

Il Discorso della Montagna che recito nell’intro parlato è certo una delle cose più straordinarie accadute nella storia dell’umanità. Che se volete potete anche far prescindere da un concetto di fede. Perché è anche il manifesto dell’uomo che riesce ad innalzare il proprio spirito, la propria grazia, la propria essenza nell’attimo in cui ogni anima individuale riesce a diventare una grande anima universale. Non è soltanto l’abbraccio agli ultimi della terra, non è solo la mano tesa data a chi cammina al tuo fianco. E’ il piano più grande a cui dobbiamo aspirare. UN SOLO POPOLO ha questa necessità. Quella appunto di un’unica grande anima che appartiene a tutta la razza umana. La vita mi ha fatto questo grande dono. Il dono di credere, di avere una fede. Fragile. Incostante. Insufficiente rispetto a come forse dovrebbe essere. Ora, all’inizio del testo mi capita di usare un concetto che apparentemente gira al contrario rispetto alla famosa frase di Brecht diventata di dominio comune. Quella che recita di popoli fortunati quando non han bisogno di eroi. Non credo affatto a quel concetto anche se, naturalmente, lo contestualizzo nella sua cifra storica e nel senso che ebbe in quel momento. In verità, stabilito che prima dovremmo stabilire chi chiamiamo e cosa intendiamo per eroi, penso che viceversa il nostro tempo abbia bisogno di eroi. Se per eroi intendiamo delle guide. Se per eroi intendiamo degli esempi. Se per eroi intendiamo chi è in grado di mostrare una giusta strada al nostro mondo. Intendo dire, anche se certo mai nella vita si definirebbero tali, che Francesco è un eroe, che il Dalai Lama è un eroe. Solo per fare un esempio. Nel senso di guide, come affermavo prima. UN SOLO POPOLO è questo. Detto da chi come me si porta dietro un’indole parecchio individualista. Naturalmente, l’idea che spero esca ben forte nelle parole della canzone è anche che non è mai accettabile alcuna prevaricazione in termini di fede, nel caso specifico. In proposito, credo che ciò che è chiamato dialogo interreligioso sia la chiave di volta di tante azioni massimamente giuste. Come lo è quel che viene chiamato Spirito di Assisi. Strano parlare di queste cose in un tempo fortemente ateizzato e pure deidealizzato. Strano. Anche se almeno per me necessario. Ma, ovviamente, il senso di tutto sta nella nostra capacità di andare anche oltre questo. Il senso, e pure il grande sogno da inseguire, resta quello di un’unica grande anima del mondo. Un unico grande spirito. Non ci arriveremo mai probabilmente. Ma soltanto camminando in quella direzione potrà essere possibile lungo la strada scorgere la luce. Che è sopra di noi. Che è dentro di noi.

Massimo Priviero
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la Terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la ricompensa nei cieli
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la ricompensa nei cieli


Sian beati gli uomini se troveranno eroi
In ogni mondo in ogni civiltà
Abbiano occhi da innocenti e facce da guerrieri
Per guidare il tempo che sarà

Abbian forza rabbia fame e amore
Abbian voce forte per gridare
Siamo un solo popolo
Un solo battito un solo Dio

Siamo un solo popolo
Un solo spirito tu ed io
Sian beati i miti sian padroni della terra
Splenda in alto il sole sulla via

Abbiano grande fiato per poi scalare il cielo
E per bussare anche alla casa tua
Abbian ali grandi per volare
Abbian voce forte per gridare

Siamo un solo popolo
Un solo battito un solo Dio
Siamo un solo popolo
Un solo spirito tu ed io

Sian beati i puri che sapran chieder perdono
Per ogni male che è davanti a te
Abbiano il coraggio di dire son nessuno
E costruire quello che non c’è

Sian beati gli uomini se non avran confini
E cerchino la nuova verità
Abbiano la mente per capire
Abbian voce forte per gridare

Siamo un solo popolo
Un solo battito un solo Dio
Siamo un solo popolo
Un solo spirito tu ed io

Siamo un solo popolo
Un solo battito un solo Dio
Siamo un solo popolo
Un solo spirito tu ed io

inviata da Dq82 - 19/10/2021 - 10:52



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org