Lingua   

Camminante

Speranza
Lingua: Napoletano


Ti può interessare anche...

Napulitan
(Valerio Jovine)
Hanna turnà
(Francesco Feola e Giuseppe Capaldo)


2020
Album: L'ultimo a morire

Speranza – L'Ultimo A Morire (2020, CD)

Featuring – Rocco Gitano

“CAMMINANTE” è un brano dedicato a tutti i popoli nomadi del mondo, che non a caso vanta la collaborazione di Rocco Gitano, cantautore melodico casertano di etnia sinti già citato da Speranza in “Spall a Sott 3”.

Il titolo è inteso genericamente come “girovago” o “gitano”, e dunque non è un riferimento specifico all'omonimo gruppo nomade diffuso principalmente in Sicilia.

Speranza è da sempre vicino a rom e sinti, avendoli frequentati di persona e venendone anche influenzato musicalmente come dimostra il suo progetto Ugo de la Napoli. Inoltre il rapper casertano indossa spesso una collana il cui pendente è la “ruota del camminante” simbolo del popolo romanì. Infine, nel maggio del 2019, durante il suo concerto al festival Miami di Milano, alcuni suoi collaboratori sventolarono la bandiera rom, oltre che quelle kosovare, palestinesi e berbere.

Genius
'O munno gira e je me giro 'o munno
Nu giro 'e chitarra e "click, pah", esce 'o fummo
So' n'eremita c''u tocco 'e re Mida
Tiene l'invidia? Nun t'aggia dà cunto
Sî na rosa 'int'a nu campo
Colpo in canna 'int'â lupara
Mane e mane 'ncopp'ô cambio
Carica 'a ramme 'int'ô camion
Terra di qualcuno, chesta è 'a zona mia
Pure 'mmiezz'ô mare stanno 'e nomade
Na perquisizione già d''e seje 'a matina
Tra l'Italia e Francia, pare Monna Lisa
Mo te dico 'a veretà, stongo cu Rocco Gitano
'Int'a n'ammore a quatto cerchi in lega, i tuoi smuntate
Quartieri chic e quartieri shock
Sî comme a l'oro, te tengo 'nganna
Alla Pino Daniele, je so' pazzo
Pellicciotto sul volante
E nord, sud, ovest e st-erline, elegante
Panne firmate, comme 'a cartulina d''a Montesilvano
E mo jà, camminante

"Zingaro", tu me chiamme "zingaro"
Je songo nu guaglione napulitano comme a te
"Zingaro", tu me chiamme "zingaro"
Je songo nu guaglione napulitano comme a te
Siente comme parla Speranza
Che è 'sciuto 'a chella stanza e dice a verità

Uè là, sto comme Barry White
Freva d''o sabato in Fahrenheit
Pistole 'nfaccia pe fore e night
Cammino da latitante
Primma ca passa 'a volante e dice: "Mani in alto"
Già stongo a Alicante
Attitudine arrogante, dint'â questura
L'hê cantata bella 'a serenata
A "Parsimonia" nun l'hê a nummenà
Nu matrimonio e me trase 'o denaro
Zuocchele ô pede dint'ô Mercedes
Guantanamera e po' salam alek
Tu jures sur la Bible et la Mecque
T'y es tellement loin que t'habites sur Namek
Piglio a muglierema incinta, m'appiccio 'a Merit
Addò Sara la Nera facimmo nu giro
E po' quanno turnammo
Simmo invitate a cena addò Salvini
"Zingaro", tu me chiamme "zingaro"
Jammuncenne da ccà
Chello ca succede nun c'amma preoccupà
Tengo na cullana e 'o bracciale 'e sunakà

"Zingaro", tu me chiamme "zingaro"
Je songo nu guaglione napulitano comme a te
"Zingaro", tu me chiamme "zingaro"
Je songo nu guaglione napulitano comme a te
Siente comme parla Speranza
Che è 'sciuto 'a chella stanza e dice a verità

Speranza, Speranza, cu'tté me sento proprio na festa
Già samme
Speranza, Speranza, cu'tté me sento bbuono pecché
Tu parle 'nfaccia accussì, accussì
Ta khat li butià

inviata da Alberto Scotti - 5/7/2021 - 02:05



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org