Lingua   

Vicario imperiale

Herbert Pagani
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Il mondo va così
(Franco Battiato)
Pourquoi ces canons
(Antoine)
Rondine
(Herbert Pagani)


1975
Testo: Herbert Pagani
Musica: Beppe Moraschi
Album: Ballate dal Marco Visconti


Ballate Dal Marco Visconti
Popolo in festa, alza la testa
Guardati intorno che fasto che c'è
Gente cortese, questo è il paese
Dove il potente fa tutto per te

Io sto scoppiando, scoppiando di cosa?
Scoppiando di gioia, la prova ne è
Che il mio strumento già canta da sé
Che il mio strumento già canta da sé

E cosa dice il mio strumento?

Tutte domeniche sul calendario
Ora che abbiamo il nostro vicario
Tutte domeniche di carnevale
Ora che abbiamo un vicario imperiale

Amici, sapete leggere un viso?
Un viso dice sempre la verità

Gente guardate, sul suo bel viso
C'è scritto "pace, giustizia e pietà"
Basta un potente, uno solo
E il paradiso qui sulla terra diventa realtà

Niente più lotte piccine e meschine
Fra case vicine, la prova ne è
Che il mio strumento lo canta da sé
Che il mio strumento lo canta da sé

Niente più boia, nemmeno un sicario
Ora che abbiamo il nostro vicario
Qui sul sedere un solo stivale
Quello del nostro vicario imperiale

Popolo, questa non è una festa
Per consolarci che il pane non c'è
Con un vicario così bonario
Vivremo tutti una vita da re

Galline grasse e poi niente più tasse
Saremo signori, la prova ne è
Che il mio strumento lo canta da sé
Che il mio strumento lo canta da sé

Che sia dannato chi dice il contrario
Avremo tutto dal nostro vicario
E anche a quaresima avremo il maiale
Visto che abbiamo un vicario imperiale

inviata da Alberto Scotti - 23/9/2020 - 03:32



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org