Lingua   

Qualcosa cambia

Daniele Silvestri
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Il padrone della festa
(Fabi Silvestri Gazzè)
Life Is Sweet
(Fabi Silvestri Gazzè)
Kunta Kinte
(Daniele Silvestri)


(2019)
Prima canzone dall'album "La terra sotto i piedi"

"La terra sotto i piedi"


Non smettiamo di provarci, di credere che qualcosa possa cambiare. In meglio. La Siria guarita, le navi nei porti!
Dicevano che non era possibile
e che lo sforzo sarebbe stato inutile
e invece
eccoci qui
Dicevano non è un terreno fertile
non c’è nessuno ormai che ha voglia di resistere
e invece
e invece guardaci
guardaci

Pensavano che fossimo un’ipotesi
un breve guizzo e poi di nuovo pavidi
e forse
e forse un po’ è così
Ma è questo che ci ha reso imprevedibili
sentirci solidi restando liquidi
e infatti adesso
adesso
prova a prenderci

Perché si può vedere
persino in questa nebbia
che a rimanere insieme
magari poi stavolta qualcosa cambia
Qualcosa cambia

Ricordati dei giorni più difficili
fanne tesoro e poi
fanne coriandoli e ridi
lanciandoli
Ritorneranno come è logico gli ostacoli
saranno altissimi inamovibili
e invece questo è il bello
gli andremo in contro
e cresceremo scavalcandoli
scavalcandoli
superandoli

Perché si può vedere
persino in questa gabbia
che a rimanere insieme
magari poi stavolta qualcosa cambia
Qualcosa cambia
Qualcosa cambia

Una musica nuova, una strada pulita
l’Europa sognata, la Siria guarita
un popolo onesto, le navi nei porti
la scuola diffusa. i processi più corti
una generazione che corregga la rotta
la fiducia che torna, la speranza risorta
la lingua dei segni, spiegata ai bambini
noi due che riusciamo davvero a restare vicini

Qualcosa cambia
e se non cambia ancora
cambierà
Impara a a non guardare solo l’emergenza
vedrai che in lontananza
il cielo è rosa
Qualcosa cambia

5/5/2019 - 21:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org