Lingua   

Abu Ghraib

Pane
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Testamento
(Pane)


2008
Tutta la dolcezza ai vermi
vermi
La mia intuizione è la ferocia.
Simile alle pelli bianche contro i muri
tra le corde e le finestre.
Mia madre è lontana
ma tiene le mani e lega i polsi,
corrono con i cani
scalzi e alti come statue, loro
le guance imbottite e l'odore di piscio
fischiano e sbattono i piedi, allegri.
Le ginocchia nell'acqua bevono limo
e la sabbia mangia i talloni.
Alle sei del mattino il sole apre la bocca
ingoia le foglie umide e sputa le piume dei bambini.
Le urla si lasciano toccare
dai fili dell'alta tensione
e tra i suoi denti passano camion carichi d'oro.
Il pomeriggio è come prima
e si dorme solo dopo, quando è vietato.
Il resto non esiste e l'aria è vuota come le pance dei santi.
Con le dita allora chiudo gli occhi e inizio ad abbaiare
poi mi spezzo i capelli perché
la notte è calda.

inviata da Dq82 - 18/3/2019 - 19:53



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org