Lingua   

Liberté couleur des feuilles

René Guy Cadou
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Ce n'est pas la faute aux poètes
(Paul Louka)
Gwerz ar mengleuz
(Gilles Servat)
La neige rouge
(René Guy Cadou)


[1944-45]
Versi di René Guy Cadou
Originariamente nella raccolta “Pleine poitrine” pubblicata nel 1946.



Una splendida poesia messa in musica da molti: Gilles Servat, Manu Lann Huel, Robert Duguet, Jean Christophe Rosaz, Luc Guilloré e altri.

En PublicLa Fleur Rouge - Vol. 1


Trovo il brano per esempio in “En Public” di Gilles Servat (1981) e in “La Fleur Rouge - Vol. 1” di Manu Lann Huel (1986), un disco quest'ultimo interamente dedicato alla poesia di Cadou.
Liberté couleur des feuilles
Liberté la belle joue
Jeune fille qui dénoues
Tes cheveux blonds sur le seuil.

Flamme neige épaule nue
Arc-en-ciel de la rosée
Haut visage pavoisé
De cent regards inconnus

Oiseau la plume légère
Seins jaillis odeur de pain
Blanche vague de la main
A tâtons dans la lumière

La plus pauvre du village
La plus belle sous les coups
Toi qui fais chanter les fous
Et qui fais pleurer les sages

Liberté je t’ai nommée
Pour que nous vivions ensemble
Tu me vêts et tu ressembles
Au portrait de mon amie.

inviata da Bernart Bartleby - 22/6/2017 - 09:45


La canzone è nuovamente interpretata da Gilles Servat nel suo nuovo disco appena ricevuto "70 ans... à l’Ouest !!!" dove è presente anche « Er Gédour braz » omaggio ad un altro poeta bretone Yann-Ber Calloc’h.

Flavio Poltronieri - 23/6/2017 - 18:15



Lingua: Italiano

Traduzione italiana a quattro mani di Bernart Bartleby (quella letterale) e Flavio Poltronieri (quella poetica).
LIBERTÀ COLOR DI FOGLIE

Libertà color di foglie
Libertà dal bel viso
Giovinetta che sciogli
I capelli biondi all'uscio

Fiamma neve spalla nuda
Arcobaleno di rugiada
Fronte adornata
Da cento sguardi sconosciuti

Uccello di piuma lieve
Seno traboccante profumo di pane
Bianca onda della mano
A tentoni nella luce

La più povera del villaggio
La più bella sotto i colpi
Fai cantare i pazzi
E piangere i saggi

Libertà ti ho chiamata
Perchè viviamo insieme
Mi vesti e somigli
Al ritratto della mia amata.

inviata da Bernart Bartleby & Flavio Poltronieri - 2/7/2017 - 18:31



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org