Lingua   

Lingua: Serbo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Gde si
(Bajaga & Instruktori / Бajaга и Инструктори)
Sarajevo
(Trula Koalicija)
Devedesete
(Đorđe Balašević / Ђорђе Балашевић)


[1993]
Scritta da Momčilo “Bajaga” Bajagić
Written by Momčilo “Bajaga” Bajagić
Album: Muzika na struju

muzikanastruju


L'anno di pubblicazione dell'album Muzika na struju (“Musica elettrica”) del gruppo Bajaga i Instruktori (formato da Momčilo “Bajaga” Bajagić, già membro dei famosissimi Riblja Čorba) è il 1993; e quando si dice “1993” in Serbia e in tutta la ex Jugoslavia, si può bene immaginare quale possa essere stato il leitmotiv dell'album. Contiene infatti almeno tre canzoni chiaramente contro la guerra, Golubica, Gde si e questa Ovo je Balkan che, in pochi versi, tenta di dire che cosa sono i Balcani (che in serbo è un “Balcano” solo, dato che il nome è al singolare). Una “terra di sogno” o “di sonno”, sfruttando il doppio senso del termine serbo san. Terra meravigliosa e incomprensibile al mondo intero, dove ogni quindici anni scoppia la guerra. Terra dove ognuno può essere nemico e fratello; e, aggiungiamo noialtri, non di rado nemico e fratello al tempo stesso. Terra dove il bene e il male sembrano inestricabili. [RV]
Ovo je ovde Balkan,
Zemlja iz sna,
Između moćnih sila
Dobra i zla.

Tu svako može biti
Dušman i brat;
Svakih pedeset leta izbija rat.

Ovu su zemlju pravili
I ratnici i pesnici
I različiti bogovi.

Ovo je ovde Balkan,
Mirisni cvet,
Totalno nerazumljiv za ceo svet.
I svako može biti
Dušman i brat;
Svakih pedeset leta izbija rat.

Ovu su zemlju pravili
I ratnici i pesnici
I različiti bogovi.

inviata da Riccardo Venturi - 25/4/2016 - 20:30



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
25 aprile 2016 20:37
QUESTI SONO I BALCANI

Questi qui sono i Balcani,
terra di sogno, [1]
tra forze potenti
cattiva e buona.

Qui ognuno può essere
nemico e fratello;
ogni quindici anni scoppia la guerra.

Questa terra la hanno fatta
guerrieri e poeti
e dèi diversi.

Questi qui sono i Balcani,
un fiore profumato,
del tutto incomprensibile per il mondo intero.
E ognuno può essere
nemico e fratello;
ogni quindici anni scoppia la guerra.

Questa terra la hanno fatta
guerrieri e poeti
e dèi diversi.
[1] Ma si potrebbe intendere anche "di sonno".

25/4/2016 - 20:38



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org